5 preziosi consigli per la preparazione in location

Se hai scelto di sposarti con rito civile all’aperto o con un meraviglioso e romantico rito simbolico nello stesso posto in cui poi festeggerai, avrai quasi sicuramente valutato l’ipotesi della tua preparazione in location.

Forse non sapevi nemmeno di questa possibilità fino a quando non sei andata a fare il sopralluogo in location e hai scoperto che oltre a cerimonia e festeggiamenti nello stesso posto è possibile prepararsi direttamente lì.

Infatti le location mettono sempre a disposizione della sposa una stanza da usare per la preparazione prima della cerimonia.

Sappi che hai avuto una brillante idea! E non sono ironica, lo penso sul serio!

Hai fatto bingo: i tuoi invitati si muoveranno una volta sola, arriveranno tutti nello stesso posto con calma e non dovranno più preoccuparsi degli ulteriori spostamenti.

Non solo.

A volte, (ma dipende dalla singola struttura meglio verificare sempre durante il primo sopralluogo di questa possibilità), quella stessa stanza può anche essere omaggiata agli sposi la sera del matrimonio.

Se già vivete insieme, casa vostra è distante o hai parenti ospiti a casa… potrebbe essere una valida alternativa per la prima notte.

Prepararti nello stesso luogo in cui poi si svolgerà la cerimonia mostra innumerevoli vantaggi:

  • Una stanza molto bella, che rende bene anche nelle foto della preparazione.
  • Nessun giro di parenti che passano da casa mentre ti stai preparando, rischiando anche di farti arrivare in ritardo.
  • Possibilità di vedere al lavoro i fornitori (senza però essere d’impiccio).
  • Tempi di spostamento ridotti.

Ma torniamo al post.

5 preziosi consigli per la preparazione in location

Anche se l’idea è geniale e estremamente facile da realizzare, è bene ricordare queste veloci indicazioni per evitare che tutto si trasformi in una tragedia annunciata

 

1.Porta il giorno prima tutto l’occorrente.

Se hai possibilità di accedere alla struttura il giorno prima, potrebbe essere una buona idea iniziare a portare parte di quello che ti servirà.

L’outfit della sposa non è composto solo l’abito, ci sono anche le scarpe, il velo, i gioielli, l’intimo dedicato e accessori vari, dai guanti alle calze alla giarrettiera e via…

Se non hai un coordinatore, quasi sicuramente la location ti consiglierà di andare qualche giorno prima del matrimonio a portare le bomboniere, il tableau e tutti gli altri allestimenti che hai preparato. 

In una borsa inconfondibile inizia a lasciare anche parte di quello che dovrai indossare il giorno del matrimonio.

Quella mattina, infatti, anche se sarai calma, sarai meno lucida del previsto.

 

2. Fai una lista dell’outfit completo a mente fredda.

Per non sbagliare, segui uno schema preciso e cioè l’ordine con cui -da ipoteticamente nuda- ti dovrai vestire per il tuo matrimonio.

Quale intimo devi indossare, se ci sono calze, se l’abito ha sottogonne o altri accessori da mettere prima di indossarlo, se c’è una giarrettiera e una volta vestita quali sono i dettagli per impreziosirlo.

Collana, orecchini, braccialetti, anelli, velo, scaldaspalle, giacche o stole, scarpe di ricambio.

Man mano che aggiungi dettagli al tuo look da sposa, scrivi una lista su un foglio a quadretti.

Quando, nei giorni prima, preparerai la borsa, prendi quella lista e spunta ogni singola voce.

 

3. Pensa a cosa indossare prima della preparazione

Tra quando parti da casa e sei in macchina a quando indosserai l’abito da sposa, dovrai prevedere cosa mettere nella preparazione.

Truccatrice e parrucchiera lavoreranno addosso a te e, una volta in ordine, dovrà essere facile sfilare i tuoi vestiti per non rovinare tutto.

No a magliette girocollo o abiti stretti.

Se ti senti a tuo agio, un kimono carino può essere la soluzione. Se, invece, con la sola vestaglia addosso ti senti a disagio, puoi prevedere una canottiera, una camicia o un vestitino largo che puoi sfilare da sotto.

Ricordati un paio di ciabattine per non trovarti a girare a piedi nudi!

Una volta deciso anche questo aspetto, fai un passo indietro e segui la stessa procedura per il look da sposa: fai l’elenco mentale di cosa dovrai indossare, scrivilo in una lista e spunta ogni voce non appena quel capo viene messo nella borsa che porterai via.

 

4. Informa make up artist, parrucchiera e fotografo

Durante la tua preparazione avrai intorno a te: la make-up artist (anche chiama MUA per abbreviare), la parrucchiera e il fotografo.

Prima di prenotare MUA e parrucchiera informati sulla loro disponibilità a venire in location per aiutarti con la preparazione. Di solito non è un problema, fa parte del loro lavoro spostarsi, ma è bene comunicare per tempo dove sarà la location e a quale ora devono presentarsi.

Non dovendo farti uscire prima di un viaggio possono restare fino al momento prima della cerimonia così da assicurarti ogni ritocco possibile e non devono nemmeno venire troppo tempo prima, ma comunque se il posto non è vicino è bene prevedere traffico e ritardi vari.

Coordinamento include anche che la wedding planner si preoccupi di gestire questi dettagli organizzativi.

Piccola nota, forse superflua ma meglio qualche indicazione in più: a tante ragazze da fastidio avere il fotografo in giro mentre si vestono.

Questo non è obbligatorio: se non vuoi avere scatti di te in lingerie, puoi chiedere che il fotografo esca mentre ti cambi e rientri solo a preparazione ultimata.

Niente di quello che fai nel giorno del tuo matrimonio ti deve dare noia o ti deve essere imposto. Chiaro?

A difesa delle tue scelte, la tua wedding planner pink.

 

5. Di cos’altro potresti aver bisogno?

Non sarai a casa, quindi ti consiglio di pensare a tutto quello che ti potrebbe servire come se partissi per una piccola vacanza.

Ad esempio: io indosso le lenti a contatto e quando so di stare via mi porto sempre gli occhiali, lenti di scorta, collirio, liquido e contenitore. 

Questo è solo un esempio e potrei aggiungere a questa lista laterale anche il caricabatterie per il cellulare o un powerbank, un piccolo asciugamano per ogni eventualità o… non lo so, ma pensaci per tempo!

 

Come posso aiutarti io quel giorno?

Coordinando e controllando come stanno andando i tuoi preparativi, rassicurandoti sul lavoro dei fornitori e lasciandoti rilassata a preparati.

Ti consiglio di preparati con poche e fidate amiche, le tue testimoni o le damigelle.

Al piano inferiore, a rendere reali i dettagli del tuo matrimonio ci sarò io. E se dovessi avere un dubbio, mi basterà fare un piano di scale per controllare e risolvere.

Se vuoi sapere se sono libera per il giorno del tuo matrimonio e avere più informazioni sui servizi di Colorato di Pink, compila il form qui sotto

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *