3 consigli per organizzare un matrimonio divertente

Ti sei mai chiesta cosa determina o meno un matrimonio divertente? 

Hai mai pensato perché di alcuni matrimoni hai detto “che palle” e di altri “wow, mi sono divertita tantissimo”?

So che non è proprio corretto, ma ripensare a come sono andati i matrimoni a cui hai partecipato e ricordare cosa ti è piaciuto e cosa no da invitata, trovo sia un buon punto di partenza per iniziare ad organizzare il tuo matrimonio divertente.

Ok, tu sei una brava persona e non una vecchia iena come me, quindi non è necessario che tu me lo dica. Può anche essere una riflessione interna.

Però ti voglio dire quali sono secondo me gli elementi che non devono mai mancare per un matrimonio di successo.

3 consigli per organizzare un matrimonio divertente

Non prenderli come oro colato, ovviamente. Non ho la pretesa di sapere tutto sul matrimonio e da brava organizzatrice di matrimoni mi limito a rendere perfetto il tuo evento.

D’altronde, in 7 anni di attività e due matrimoni miei penso anche di avere abbastanza esperienza per sapere cosa funziona e cosa no ad un matrimonio.

E so anche che di solito al matrimonio si invitano persone che ti conoscono, quindi sanno più o meno cosa aspettarsi da quella giornata.

In ogni caso, in questo bel blog tutto rosa che parla di consigli su come organizzare il matrimonio perfetto, ecco i miei personalissimi consigli su come organizzare un matrimonio divertente.

1.Musica giusta

Sono stata, tanto tempo fa, ad un matrimonio dove la musica era “sottotono”. Musicisti bravissimi che facevano solo musica di sottofondo e d’ambiente senza mai veri e propri momenti di ballo o di coinvolgimento.

Che palle!!

Ok, al momento dell’aperitivo ci si vuole rilassare a chiacchierare. Ok, anche al pranzo è meglio ci sia musica diffusa, così che tutti possano parlare.

Ma, accidenti, vogliamo ballare un po’? Non è necessario ci sia Gigi d’Agostino (anche se in un matrimonio con invitati dai 30 ai 40 anni è sicuro che faccia ballare proprio tutti), ma nemmeno solo Gigi d’Alessio!

È un matrimonio, è un momento di festa e deve essere un po’ divertente.

Come dicevo prima c’è un tempo per tutto, ma un ottimo musicista che sappia interpretare l’umore del pubblico presente e calibrare, eventualmente, la musica anche in base alla risposta che ottiene, è tutto.

I DJ in discoteca, ad esempio, sanno esattamente quali sono le canzoni che fanno alzare il sedere e quali, invece, ammazzano la pista. Si vede proprio!!! E decidono consapevolmente quanto far animare o meno gli invitati.

Ecco, ti auguro di trovare un Dj o dei musicisti che abbiano questa sensibilità e che non si limitino solo all’esecuzione del loro repertorio come se fossero a scuola.

2. Sposi presenti

Forse con questo punto potremmo chiudere l’elenco. Anzi, potrebbe essere un solo punto.

Gli sposi devono essere presenti.

Voi due, tu e lui, siete i padroni di casa quel giorno.
Siete anche l’unico punto in comune tra tantissime persone molto diverse tra loro. Ci sono gli amici di infanzia che probabilmente non conoscono i colleghi, che probabilmente non conoscono gli amici di calcetto di lui o quelli di danza di lei.

Gli amici di entrambi di possono dividere per gruppi e scoprirete che in questi gruppi conoscono lati molto diversi di voi.

Quindi, è necessario che voi sposi siate presenti per fare in modo che tutti si sentano coinvolti e tutti siano presenti.

Tutte le persone sono lì per voi… se non ci siete, per quale motivo sono venute?

Non sto dicendo che dovete restare sempre in mezzo, è ovvio che in alcuni momenti scappiate: per le foto, per alcuni momenti da soli, per stare con le famiglie alla cerimonia.

Ma la festa è lunga, l’aperitivo è fatto apposta perché voi possiate parlare con tutti e anche i balli dopo sono fatti per far scatenare tutti i vostri invitati.

Mi raccomando, questo è davvero quello che conta!

3. Tempi perfettamente bilanciati

Nella mia personalissima Top 3 dei consigli per un matrimonio divertente, non poteva mancare un occhio al timing.

I tempi, in un matrimonio, sono tutto.

Se sono troppo lunghi, la gente si annoia.
Se sono troppo stretti, si sentono in un villaggio vacanze dove tutto è scandito e preciso.

I vostri invitati vivono quel giorno comunque in maniera rilassata, ed è giusto che sia così.

Ma lasciare troppo tempo senza di voi o allunga inutilmente tempi per qualunque cosa, crea malumore che si potrà riparare.

Ad esempio: è giusto che scappiate qualche minuto per le foto, ma ti assicuro che 30 minuti sono più che sufficienti per degli scatti perfetti e da ricordare!

Poi tornate all’aperitivo e restate con i vostri amici, che vi vorranno salutare perché forse non tutti avranno avuto modo di salutarvi dopo la cerimonia e vorranno congratularsi.

Così come è giusto che vi concediate qualche minuto seduti a tavola, ma è anche vero che non potete far durare il pranzo o la cena troppo a lungo senza magari un intrattenimento adeguato.

Sai cosa accade? Le persone sbuffano, non vedono l’ora che il tempo passi, arriva il taglio della torta e scappano. Pensi che posticipare di molto il taglio della torta sia utile? Male, malissimo. Arriveranno ancora più annoiata.

Qui posso aiutarti solo io.

La mia presenza come coordinatrice, infatti, garantirà un timing preciso, tenendo conto delle esigenze di voi sposi, dei fornitori e sapendo come reagiscono gli invitati.

Potrà sembrare superfluo adesso, ma ricordati che quel giorno sarà troppo tardi per chiamarmi e che il matrimonio è “one shot” e non si può replicare.

Quindi, devi fare in modo che sia “buona la prima”.

Vuoi davvero lasciare tutto in mano al caso?

Pensaci.

Poi, chiamami.

[Compila il form qui sotto]

E riceverai direttamente nella tua casella di posta tutte le informazioni sui servizi di coordinamento offerti da colorato di Pink e anche la disponibilità eventuale per il giorno del tuo matrimonio.

20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *