Proposta di matrimonio e anello di fidanzamento – tutto quello che c’è da sapere

Direi che, per una volta, questo è un post dedicato ai maschietti, ai fidanzati che vogliono saperne di più sulla questione proposta di matrimonio e anello di fidanzamento.

Nel blog parlo sempre di matrimonio, di preparativi, di come iniziare e di come concludere al meglio, di solito invitandoti sempre a chiamarmi, compilando questo form.

Ovviamente il form resta comunque valido, ma direi che ogni tanto è bene ricordare cosa c’è prima dell’inizio dei preparativi: la proposta di matrimonio e l’immancabile anello di fidanzamento.

Proposta di matrimonio e anello di fidanzamento

Sei abbastanza fortunato, caro futuro sposo. La proposta di matrimonio in stile americano, cioè come se la sognano quasi tutte le ragazze dopo essersi sciroppate ore e ore di commedie romantiche, è ancora una cosa rara qui in Italia.

Da un sondaggio è emerso che la maggior parte delle coppie prendere in maniera comune la decisione di sposarsi.

Di solito, infatti, si parla di matrimonio in maniera naturale dopo un po’ che si sta insieme e che le cose vanno molto bene. Una battuta, qualche riferimento e quindi di comune accordo si decide di iniziare i preparativi.

Questa decisione viene poi sigillata e confermata dall’arrivo dell’anello di fidanzamento.

MA.

Ma se la tua ragazza o compagna aspetta di fare il passo successivo e di diventare la fidanzata, non è una persona banale o scontata. E se legge questo blog, è alla ricerca di qualcosa di particolare, innovativo. 

(Preparati a mettere a budget il servizio di consulenza e coordinamento)

Scherzi a parte, io faccio parte del team #fammilaproposta.

Di matrimonio, tra me e Luca, si parlava da qualche mese: non solo perché con il mio lavoro è piuttosto facile tirare fuori l’argomento, ma entrambi eravamo contenti e sereni nella nostra relazione ed eravamo pronti ad un passo oltre.

Avevamo già più o meno immaginato la festa, eravamo già d’accordo sul tipo di cerimonia e su tanti altri aspetti.

Però, da subito, quando ho capito che questi discorsi erano la base per un futuro serio, ho messo in chiaro una cosa: senza proposta di matrimonio, non iniziamo alcun preparativo.

Ho messo in chiaro da subito che non volevo il solitario tradizionale, volevo un anello simbolico. E così è stato.

Nel giorno del nostro secondo anniversario, a modo suo, Luca mi ha chiesto ufficialmente di sposarmi e ha scelto un anello di Pandora meraviglioso.

Tante mie clienti, comunque, fanno parte del team #iniziamoadorganizzare. Ma tutte, comunque, anche mesi dopo l’inizio dei preparativi, hanno comunque ricevuto l’anello con la proposta.

Per le ragazze la proposta di matrimonio è un momento indimenticabile.

Non è necessario sia super scenica, a volte “basta che ci sia”.

Che tu, compagno, dimostri la tua volontà di impegnarti con lei.

Ma visto che non tutti gli uomini hanno ben chiaro cosa sia una proposta di matrimonio, ecco alcuni scenari possibili.

PROPOSTA DI MATRIMONIO #1

Stile: classico, impegno minimo, che funziona sempre.

Organizzi una cena in un posto carino e speciale, un ristorante elegante. Magari anche il suo preferito.

Cenate in maniera normale, prima del dessert sfoderi la scatolina e le fai la proposta di matrimonio.

Puoi anche non inginocchiarti, se non te la senti. 

PROPOSTA DI MATRIMONIO #2

Stile: romantico, impegno medio, grande scena

Per questo tipo di proposta l’impegno richiesto è medio.

Se avete in programma una gita fuori porta (magari è il caso di organizzarne una), che può essere in una città vicina a casa o anche in una capitale europea, puoi fare in modo di farle la proposta mentre siete vicini ad un posto molto romantico.

Quale? Ti basta fare una veloce ricerca on line.

L’impegno è medio perché devi comunque cercare un posto carino (o che a lei piace molto) che sarà indimenticabile nella vostra storia. Sai che bello rivedere delle foto di quella particolare zona e pensare “lì ho fatto la proposta di matrimonio”?

Concludere con una cena in un posto carino è sempre consigliato.

Anche in questo caso, non è necessario l’inginocchiamento. Però, se già stai pensando a questo tipo di proposta di matrimonio, direi di fare le cose fatte bene fino alla fine.

PROPOSTA DI MATRIMONIO #3

Stile: super romantico, impegno importante, budget a disposizione

Chiama qualcuno che ti aiuti ad organizzare la proposta.

Può essere una scuola di danza per organizzare un flash mob a tema, una wedding planner che ti aiuti ad incastrare tutti i dettagli, che provveda a fotografare il momento e la sua reazione e magari anche a conservare con un filmato da far vedere e da rivedere.

Con un pizzico di impegno e un budget più interessante, avrai un ricordo stupendo, con cui la fidanzata potrà bullarsi e vantarsi della cosa per lungo tempo.

E tu sarai eletto a “fidanzato perfetto” in tempo breve. 

 

Come vedi, l’impegno per la proposta di matrimonio non deve essere esagerato ed è più facile di quello che pensi.

Ma sappi che per lei è la dimostrazione di un forte interesse per lei. Lo so che la ami, ci mancherebbe, ma noi donne siamo più semplici di quello che vogliamo far credere.

Apprezziamo sempre l’impegno rispetto al risultato. 

Capiamo che essere andato a cercare un anello apposta per noi, magari anche cercando di indovinare la misura, aver prenotato un ristorante solo per chiederci come tua moglie è la dimostrazione di impegno da parte tua.

Inoltre, siamo anche molto -troppo- realiste e difficilmente chiediamo ad un fidanzato burbero e timido di organizzare un viaggio a Parigi e di arrivare esattamente al Trocadero per inginocchiarsi e fare la foto con la Tour Eiffel sullo sfondo, mentre un fotografo ingaggiato per l’occasione scatta tutte le foto del caso.

Siamo inguaribili romantiche e per noi conta più il gesto dell’effettivo risultato.

 

Parliamo ora dell’anello di fidanzamento.

Caro fidanzato, stai tranquillo: non abbiamo grosse pretese.

Ma magari, se già si parla di matrimonio, cerca di capire dai suoi discorsi (o dai discorsi della sua migliore amica) quale anello vorrebbe.

A qualcuno piace la pietra solitaria, a qualcun’altro la fede di diamanti (vanno bene anche zirconi, in base al budget a disposizione), ma c’è anche chi apprezza di più un anello meno tradizionale, con una pietra preziosa.

Cerca solo di capire lo stile dell’anello che vuole, perché poi lo porterà al dito per sempre, e non metto nemmeno in dubbio che le debba piacere.

Di solito le fidanzate lo fanno capire chiaramente, ma non tutti gli uomini hanno la sensibilità per capirlo. Ecco, lascia stare anche la cena o le cose complicate sopra: se già azzecchi l’anello che le può piacere, hai vinto tutto.

 

Come avrai capito, la proposta è un po’ la forma di impegno che si chiede a lui.

La prova concreta della tua volontà di sposarla, di essere coinvolto in questa cosa.

Quindi impegnati e… chiedile di sposarti.

[Poi compila il form qui sotto per sapere come posso esserti utile durante i preparativi, anche se lei non vedeva l’ora di organizzare il matrimonio]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *