Si pensa sempre a quanto costa, ma hai mai pensato a quanto ti costa non fare qualcosa?

Un ragionamento particolare, di quelli che vengono definiti “contro intuitivi”, cioè qualcosa che ti sembra strano a cui non avresti mai pensato.

Un vecchio detto recita “chi più spende, meno spende” ed è abbastanza in linea con il post che sto scrivendo oggi.

Sì, ma, cosa c’entra questo con l’organizzazione del matrimonio?

Concedimi una premessa, prima di entrare del vivo. Vorrei fare un esempio personale per farti capire cosa intendo.

Io sono una grande fan delle vacanze “fai da te”, che ho cominciato ad organizzare già da quando nel lontano 2003 Ryanair faceva i voli a 1€ a tratta (senza tasse, con bagaglio normale incluso… praticamente la preistoria dei voli low-cost).

Da quel momento, non mi sono più fermata. Il gioco divertente non è solo “organizzare” in maniera pura, cioè: prenotare aereo, prenotare hotel, decidere cosa vedere. Il gioco che più mi diverte è cercare l’offerta più bassa.

Non è solo a causa del budget, è proprio un divertimento, una piccola sfida con me stessa: posso così raccontare di essere andata a Berlino in giornata, in due, spendendo in totale 50€ a/r. Praticamente mi costa di più andare in Liguria, tra autostrada e benzina, per una giornata di mare!

Però, il prezzo bassissimo non sempre corrisponde a quello di cui ho bisogno.

Continuando con l’esempio dei biglietti aerei, a volte la tariffa più economica per il ritorno è il volo alle 6 del mattino, che vuol dire: alzarsi troppo presto, perdere una sera precedente, pagare l’albergo tutta la notte anche se il tuo check-out sarà prima del previsto.

Ne vale la pena? No, non sempre almeno. Il volo del pomeriggio costa un po’ di più, ma poi capisci che ti permette una migliore gestione e ottimizzazione del tempo.

Sempre a riguardo del tema viaggio e parlando di quanto ti costa, arriva il dubbio dell’hotel. Ovviamente un hotel 2 stelle in periferia o fuori mano costa meno di un 4 stelle in pieno centro, ma se:

  • ti incasina gli spostamenti perché troppo fuori mano;
  • devi riorganizzare l’itinerario;
  • ti fa perdere tempo per raggiungerlo;

non è il posto giusto!

Capisci cosa intendo? Non devi solo pensare al prezzo puro, anche a cosa comporterebbe non spendere quella cifra.

E qui arriviamo anche al detto per cui se spendere qualche euro in più ti porta beneficio a lungo termine e permette una maggiore ottimizzazione di tempo e denaro nel lungo periodo, allora conviene fare l’investimento.

Quanto ti costa non fare qualcosa?

Arriviamo ora al momento matrimonio. Pensa a tutti quei dettagli che vorresti, quel servizio che ti piace davvero (wedding coordinator inclusa), che hai scoperto troppo tardi (ad esempio, la wedding coordinator) oppure quel servizio che hai sottovalutato (la regia del matrimonio): se decidessi di risparmiare quei soldi, quanto ti costa non farlo? O meglio, quanto ti costerebbe non farlo?

Ricorda: la cifra di ogni preventivo è solo uno degli indicatori da tenere conto.

Devi pensare anche al tempo perso per fare qualcosa che puoi delegare, allo stress di un lavoro diverso dal tuo, al nervoso che quella attività che stai improvvisando ti procura.

L’esempio dell’hotel in periferia rispetto all’hotel del centro calza a pennello: sicuramente un hotel in periferia è più economico, ma se gestire quella soluzione crea più ansie e problemi, allora meglio un hotel centrale, meglio servito e gestito.

Quanto ti costa il fai da te?

Il fai da te è un’altra questione che spiega bene il concetto del “quanto ti costa”.

Sei brava e ti diverti a fare tante cose da te. In questo modo pensi che risparmierai qualcosa, non dovrai adeguarti o limitarti a quello che trovi sul mercato o, peggio, non devi spiegare a qualcuno che sicuramente non ti capirà le tue idee.

E se delegassi l’operazione a terzi? Cosa ti costa… non farla? Quanto guadagni non facendo da te tutti gli addobbi e l’allestimento? Quante serate libere stai guadagnando?

Le valutazioni si fanno sempre tenendo conto di tanti parametri e tanti fattori, tutti estremamente soggettivi e personali.

Quanto ti costa chiamare un professionista?

Quanto ti costa chiamare un dilettante?

Ovviamente il prezzo sarà molto diverso. Anche il risultato sarà molto diverso.

Immagino che tu abbia già visto questa foto:

Ci sarà sempre qualcuno che fa un prezzo più basso | Il blog per ...

Bene, tienila sempre ben a mente e poi rispondi ad una nuova domanda.

La domanda che ti devi fare è questa: quanto conta?

Purtroppo il budget è un aspetto di cui bisogna sempre tenere conto, quindi non è nemmeno fare il ragionamento del quanto ti costa a tutto.

Come diceva il caro Avv1 (storia lunga…): se tutto è urgente, nulla è urgente.

Parafrasando per questo blog: se tutto è importante, nulla è importante.

Allora chiediti quanto conta quel servizio. Se è qualcosa di importante, non farlo sarà un danno non riparabile né recuperabile.

E’ così che desideri venga ricordato il tuo matrimonio?

Allora, prima di etichettare ogni aiuto come “inutile” o “superfluo”, chiedimi informazioni: in questo modo potrai decidere in maniera ponderata e reale se affidare le tue nozze a me.