Anello di fidanzamento: quello che dovete sapere!

 

Il mondo è cambiato e le tradizioni pure, soprattutto nel matrimonio, ma uno dei capisaldi per le future spose resta… l’anello di fidanzamento.

Sia chiaro: non sto dicendo che sia fondamentale riceverlo, fa piacere, ma conosco coppie sposate e felicissime senza alcun anello nè proposta e ne conosco altre che hanno ricevuto anello e proposta a Parigi, sotto la Tour Eiffel e… hanno già divorziato!

Però, conoscere qualche info in più su oro e diamanti, fa sempre bene. Come si dice… cultura generale!

L’anello di fidanzamento trova le sue origini fin dai tempi più remoti, quale suggello di una promessa d’amore. Già tra gli egizi e i greci era di moda consacrare le future nozze con un pegno d’amore che il fidanzato dona alla sua sposa, mentre tra i Visigoti e i Germani l’anello era un contratto nuziale da onorare obbligatoriamente.

Ma è solo nella cultura romana che questa tradizione di consolida definitivamente e l’anello di diamanti, il famoso solitario, trova le sue origini in tempi più recenti: la prima testimonianza di tale dono risale al 1477, anno in cui l’arciduca Massimiliano d’Austria dona a Maria di Borgogna un anello d’oro sovrastato da un brillante. La tradizione rimane viva nei secoli come tappa fissa del matrimonio.

Arrivano però la grande depressione e le guerre mondiali, la crisi economica, un periodo storicamente molto difficile e le coppie di innamorati si dimenticano quasi del diamante. Merito (o colpa) di riportare in auge il diamante è della azienda De Beers che, nel 1974, commissiona una importante campagna pubblicitaria, tutt’ora famosa. Lo slogan “un diamante è per sempre” non vi dice nulla?

anello di fidanzamento

Finora si è sempre associato l’anello di fidanzamento al diamante, pietra molto bella il cui significato è “rapporto solido”, ma per i futuri mariti non è l’unica soluzione. Ci sono tante bellissime pietre che possono essere una valida alternativa.
Ad esempio: lo Zaffiro è simbolo di fedeltà, lo Smeraldo è simbolo di speranza, il Rubino, invece, racconta la passione di un amore ardente. Poco conosciuto l’Opale, che significa amore sincero.

La mia pietra preferita, nemmeno a dirlo, è il Quarzo Rosa. E’ la pietra di legata a Venere, dea dell’amore e della bellezza e, a farmela piacere ancora di più, è che il colore di questo minerale, per gli scienziati, resta ancora un mistero..

Prima di salutarvi, vi lascio con una semplice infografica per aiutarvi nella scelta dell’anello di fidanzamento. So che la caratura dipende tanto dal prezzo, ma forse, se siete indecisi, è anche doveroso sapere come starà questo bellissimo regalo sulla mano della vostra fidanzata!

caratura diamanti
Credit: 50 Things To Know Life

PS: la foto in evidenza è quella dell’anello che Liz Taylor ha ricevuto in regalo da Richard Burton. Il diamante, con taglio Asscher, è stato venduto all’asta da Christie’s nel 2011 per la modica cifra di 8,8 milioni di dollari. Brutto?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *