7 idee per un matrimonio sotto la pioggia

Chi ha inventato il detto “sposa bagnata, sposa fortunata” è stata sicuramente una wedding planner che voleva rassicurare la sua sposa, triste per il meteo.

La pioggia è forse l’incubo peggiore di ogni sposa: a tutte piace il sole, il bel tempo e la cerimonia o l’aperitivo nel parco sono un piccolo sogno che si culla per molti mesi. Spesso si sceglie anche la location proprio solo per il giardino enorme, il laghetto, la piscina.

Ma visto che è l’unica cosa contro cui non si può intervenire se non con un perfetto Piano B  in caso di pioggia, almeno prendila positivamente!

7 idee per un matrimonio sotto la pioggia

Utilizzando la mia passata esperienza durante i matrimoni bagnati e grazie al contributo di Pinterest, ecco alcune idee per pensare positivamente anche in caso di pioggia.

  1. PREVEDERE UN CAMBIO SCARPE ADATTO

Belle le scarpe col tacco che hai preso, sono perfette con l’abito. Se piove, però, potrebbero rovinarsi. Quindi… meglio prevedere l’alternativa comoda e stilosa, sempre coordinata con la palette colori per il tuo matrimonio.

alternativa per matrimonio piovoso

2. PREVEDERE OMBRELLI PER GLI OSPITI

Nessuno vuole che piova quel giorno, ma è molto carino anche prevedere ombrelli a disposizione degli ospiti per acquazzoni imprevisti.

idee in caso di pioggia

3. LE FOTO SOTTO LA PIOGGIA

Se qualcuno osa dirti: “peccato che piove, le foto verranno male” è perchè non ha idea di che foto si possano fare… l’ombrello, la pioggia, i colori del cielo per un bravo fotografo (e tu l’hai scelto, vero?) non sono un limite, ma uno stimolo alla fantasia e alla bravura.

Un bravo fotografo non si ferma davanti a due gocce di pioggia, anzi, tira fuori la sua vena artistica. Tu… fallo fare e fidati. Saranno scatti indimenticabili!

rainy photo

4. IL TUO BOUQUET SARA’ PIU’ BELLO

Il nemico numero uno del tuo bouquet è il caldo. Il caldo del sole, unito al calore delle tue mani e allo sballottamento a cui i fiori sono sottoposti garantiscono che a fine giornata i fiori siano sofferenti. Ecco perchè si esclusono, nelle stagioni più caldi, fiori delicati e primaverili come le peonie e i tulipani: a fine giornata avresti in mano un mazzo di fiori ancora più triste di quelli che trovi nei supermercati!

Se sei certa del meteo, chiama immediatamente la fiorista e approfittane per farti inserire qualche fiorellino primaverile che, per certo, resisterà più a lungo che in una giornata calda!

bouquet per giorni di pioggi

5. ATTENZIONE AI CAPELLI

Pioggia vuol dire umidità. Se i tuoi capelli sono sensibili all’umidità e avevi scelto di portarli morbidi sulle spalle, parlane con la parrucchiera. Sicuramente non soffrirai il caldo e bastano i prodotti giusti per ovviare al problema “fizzy”.

Proprio non ti fidi? Uno chignon morbido è la soluzione che sta bene a tutte e ti regala una eleganza naturale.

acconciatura matrimonio chignon

6. SFRUTTARE COMUNQUE IL GIARDINO

La soluzione è la più costosa in assoluto, ma garantisce la possibilità di sfruttare lo stesso lo splendido giardino della Villa che hai scelto come scenario del tuo ricevimento di nozze.
Esistono società specializzate in tensostrutture trasparenti, adatte appunto per sfruttare spazi esterni. Sono garantite sotto la pioggia e basterà realizzare una pedana per non bagnarsi nemmeno i piedi! Così potrete fare la tanto sognata cena all’aperto e anche con le decorazioni potrete sbizzarrirvi.

tensostruttura trasparente

7. TRASH THE DRESS… in anticipo

Cosa ne farai del tuo abito dopo il matrimonio? Dall’america c’è questa usanza… si chiama trash the dress e permette te e tuo marito di indossare ancora i vestiti del vostro matrimonio per qualche scatto decisamente inusuale ma molto divertente.

Ne ho fatto uno anche io qualche anno fa… con altre professioniste del settore wedding e la bravissima Luciana Ognibene di Fibre di Luce e mi sono divertita tantissimo.

A fine serata, prima di tornare a casa, potete chiedere al fotografo di fare qualche scatto diverso, approfittando della pioggia!

trash the dress sotto la pioggia

Sarà la “Sindrome di Pollyanna”, cioè quella cosa per cui riesci a trovare il bello in ogni situazione, ma questi punti mi sembrano perfetti per rivedere in chiave meno stressante un’aspetto imprevisto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *