Damigelle al matrimonio: istruzioni per l’uso

Stai organizzando il matrimonio e hai già pensato a chi saranno le tue/i tuoi testimoni. Persone che sono con te da tanto, che ti conoscono, che vi conoscono e che tengono a te e a voi.

Purtroppo, il numero si limita a 1 per i matrimoni civili, fino a 3 -ma chiedi sempre al prete!- se scegli una cerimonia religiosa, quindi non puoi coinvolgere tutte le persone che vorresti.

Ecco qual è lo scopo delle damigelle al matrimonio.

E’ il modo per coinvolgere le amiche nel giorno del tuo matrimonio, facendole sentire molto importanti. Le damigelle adulte sono una tendenza americana che tanto piace qui in Italia e che sta avendo sempre più successo.

Non è un “americanata”, al contrario può essere il modo migliore per coinvolgere tutte le persone che hai conosciuto in questi anni. E se hai dei dubbi, leggi i consigli qui sotto !

La prima domanda che viene in mente è: chi sono le damigelle? 
Scegli tra le tue amiche più care. Di solito sono persone che hanno rappresentato, o rappresentano, per te qualcosa di importante: sono state le tue compagne di singletudine, le tue amiche d’infanzia che ti hanno visto piangere per Robbie Williams quando ha lasciato i Take That e che ti hanno visto con i look più improponibili, la collega con cui hai stretto un rapporto adulto e complice, la fidanzata del migliore amico del tuo futuro marito, che ormai è diventata quasi più amica tua che sua. Ecco, non c’è limite a chi vuoi a fianco a te.

Il bello delle damigelle è l’aspetto scenico che regalano: che siano vestite tutte uguali o quanto meno il loro stile richiami un filo conduttore, ovviamente definito da te che sei la sposa.
Il vestito, da galateo, dovrebbe pagarlo la sposa. Ho detto dovrebbe e secondo il galateo, due parole che sai perfettamente non sempre coincidono con il tuo budget e su cui non sono sempre d’accordo. Mi rendo conto che comprare per tutte l’abito possa incidere notevolmente sul budget. I siti cinesi aiutano molto, ma bisogna muoversi con molti mesi d’anticipo e il rischio sulla qualità è alto. Dipende da te.
Quindi, puoi chiedere alle tue amiche di pagarsi l’abito e gli accessori e magari non pretendere da loro il regalo (soprattutto in tempi economici e di precarietà come questi).
In questo caso, è buona norma dettare qualche linea guida (es: abito tutte uguali, stesso colore, stesso stile) senza imporre il tuo pensiero o la tua volontà, soprattutto se è contro quello che le tue amiche pensano.

Certo, mettere d’accordo fisicità, stili e spesso età molto diverse può essere un problema, ma sono tue amiche e lo faranno sicuramente per te.

Come vestirle? Valgono le stesse regole di cui sopra: dai qualche linea guida senza diventare assillante o iper pignola. Anzi, lasciando loro spazio vedrai che sapranno stupirti!

L’entrata in chiesa o in comune seguirà, invece, regole ben precise. Le damigelle devono essere di numero pari, se superiore a 6 entreranno a due a due e anticipano la sposa. Verranno fatte accomodare nel lato sinistro del luogo della cerimonia, subito dietro la panca riservata ai genitori (loro hanno il posto d’onore).
Le testimoni, invece, saranno già dentro ad aspettare la sposa.
La sposa accompagnata, nemmeno a dirlo, chiude il corteo.

Che compiti hanno le damigelle? Questa è la domanda principale, ma a cui è anche più facile rispondere. Essendo tue amiche, puoi assegnare loro piccoli compiti durante la giornata del matrimonio (senza assillarle!). Portare le fedi, tenerti il bouquet, aiutarti a scendere dalla macchina quando arrivi e sistemarti l’abito.

Oltre, ovviamente, a sostenerti durante tutti i lunghi preparativi del tuo matrimonio e… divertirsi!

Infine… ma è obbligatorio avere le damigelle?
La risposta è NO! E’ una scelta tutta personale. Se vuoi coinvolgere le tue amiche e loro accettano di buon grado può essere una cosa molto bella, se invece non vuoi avere nessuno tra i piedi e non preoccuparti di altre persone o, semplicemente, non vuoi essere messa in secondo piano (e non sentirti cattiva, è il tuo giorno e comunque tu sarai sempre al centro dell’attenzione), allora non organizzare nulla.

Le tue amiche resteranno amiche comunque e saranno molto felici di essere presenti quel giorno, per festeggiare il tuo nuovo inizio.

PS: anche le wedding planner hanno amiche che si sposano e fanno le damigelle per le proprie amiche.
Questo è la foto del matrimonio della mia amica Chiara!

Credit ph. Sunday Photostudio

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Scoprire se sono ancora libera nel giorno del tuo matrimonio è facile.

[COMPILA IL FORM QUI SOTTO]

Riceverai -senza impegno- tutte le informazioni sui servizi di Colorato di Pink, il listino prezzi (al grido di “evviva la trasparenza”) e la mia disponibilità nel giorno del tuo matrimonio.

Direttamente nella tua casella di posta!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *