Perchè assumere un coordinatore per il matrimonio

All’inizio del matrimonio, presa dall’entusiasmo, oltre ad aver pianificato le spese grazie al “Budget del Matrimonio” che hai avuto gratuitamente come omaggio per esserti iscritta alla Newsletter Pink, hai anche provato a pensare a cosa accadrà quel giorno.

Leggi anche: newsletter Pink & il “Budget del Matrimonio”

Ti sposi alle 16 in pieno luglio, così che farà ancora caldo ma la chiesa è fresca e poi farai un party serale.
Hai scelto una splendida location che di sera è ancora più bella, contrattato il prezzo più favorevole, hai anche già fatto la prova del menù e non vedi l’ora che ci sarà il taglio della torta vicino alla fontana illuminata.

Però, hai preso in mano il contratto fatto con la location (perchè ti hanno fatto un contratto dettagliato, vero?) e ti sei resa conto che gli allestimenti per il matrimonio potranno essere fatti solo nelle ore precedenti all’arrivo degli ospiti.

Quindi, i conti della serva ti portano a definire che mentre tu ti stai preparando per arrivare alla cerimonia perfetta e in ordine, i fornitori devono lavorare senza di te. Probabilmente ti sei chiesta come potrai far sapere ai fornitori come allestire la confettata e dove mettere il guest book.
La tua idea di andare la sera prima per allestire, far trovare già tutto pronto così da essere certa che fosse in ordine come hai sempre immaginato viene a crollare miseramente.

Al massimo ti hanno detto che puoi iniziare a portare del materiale, ma niente di più. Lo mettono in un angolo, lo custodiscono e stop.

I fornitori, dunque, lavoreranno mentre tu sarai a casa e ti stai preparando.

Hai anche pensato di chiedere a parenti e amici di andare in location al posto tuo, ma per loro sarebbe davvero un impegno grosso. Non solo per la distanza, ma anche perchè alle persone di cui ti fidi hai chiesto di passare da casa e di essere con te nella preparazione. Mamma e suocera nemmeno da pensarci, hanno già messo entrambe in chiaro che si occuperanno del rinfresco a casa.

Ho potuto vedere solo una soluzione: L’assunzione di un coordinatore di nozze. Non ho bisogno di un wedding planner, perché ho programmato la maggior parte delle nozze per conto mio. Ma, ho pensato che sarebbe utile avere qualcuno gestire decorazioni e la timeline giorno-di, ed essere il “capo” per la prova e matrimonio (io odio dire alla gente cosa fare!). Volevo che la persona “just in case” per essere lì se avevo bisogno di lui / lei.

La soluzione è assumere un coordinatore del matrimonio

Ci hai pensato bene e hai deciso, già dagli inizi dei preparativi, che non hai bisogno di una wedding planner. Hai già pianificato buona parte dei fornitori, sei a buon punto con la maggior parte della to-do list, hai le idee molto chiare su cosa ti manca.

Hai però pensato che potresti aver bisogno di aiuto per le decorazioni per il giorno del matrimonio, per supervisionare alcuni dettagli per te molto importanti e per supervisionare la time-line del matrimonio.
Inoltre, ti farebbe proprio comodo qualcuno che sia a capo del matrimonio, che abbia sotto controllo la situazione e, nel caso, potrebbe intervenire in maniera concreta.
Come si dice? Just in case…

Come scegliere il coordinatore del matrimonio?

La ricerca può essere inizialmente difficile perché nel settore non c’è ancora una distinzione chiara.

Molte wedding planner non accettano di essere solo il coordinatore per la parte finale dei preparativi, quindi sei arrivata sul blog giusto perché io sono specializzata proprio nel coordinamento del matrimonio.

Anche se la maggior parte del mio lavoro si concentra nei due mesi prima del matrimonio, quando le cose da controllare si fanno davvero serrate, il vero vantaggio di assumere un coordinatore del matrimonio è quello di avere qualcuno al tuo fianco con cui condividere i preparativi.

Il rapporto che si crea non è limitato solo al passaggio di numeri di telefono e di fredde indicazioni, ma si può anche approfittare dell’esperienza per consigli particolari quando non sai a chi rivolgerti o semplicemente per avere una conferma di un dubbio.

Inoltre, il lavoro di coordinamento viene fatto “di back office”, nelle retrovie e solo secondo le tue direttive.

Il merito del matrimonio sarà sempre e comunque tuo.

Ricorda, in generale, che ogni professionista del settore wedding realizzare quello che gli sposi vogliono. Rubo la citazione a una collega per dire che se si vedono foto di matrimoni molto fighi… è solo perchè “gli sposi hanno buon gusto” e il lavoro di un planner, come tendo sempre a specificare, di un pianificatore, è davvero solo tecnico.

Questo solo per spiegarti in cosa consiste veramente il coordinamento del matrimonio, cercando di usare in maniera concreta le storie delle mie spose, i fatti che ho vissuto in prima persona e le mie personali esperienze.

Alla fine, se ho scelto di essere “la coordinatrice” è anche alla luce delle esperienze fatte nel settore eventi e wedding.

Qualche domanda? Leggi le FAQ – Domande più frequenti che ho preparato in un post di qualche giorno fa.

Qui, invece, trovi tutti i Contatti:

Claudia Girola
Colorato di Pink | La wedding planner di Milano

Sms e Whatsapp al numero  +39.349.5675152
Manda una email a claudia@imatrimonidipink.it
Telefona con skype a claudiapinkwp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *