Ecco in che modo il tuo abito da sposa potrebbe essere d’intralcio nel giorno del matrimonio

Scegliere l’abito da sposa è stata una delle cose più divertenti che tu abbia fatto durante questi preparativi.

Che tu abbia fatto una ricerca mirata tra modelli e marchi, sia andata a tutte le presentazioni e conosca a memoria tutte le collezioni di tutti gli stilisti in corso, oppure ti sei buttata per caso dentro il primo atelier, magari quello vicino a casa o all’ufficio, poco importa: hai trovato il tuo abito da sposa.

Le sensazioni che hai provato indossandolo le porterai con te per tutta la vita. Quello sfarfallio nello stomaco, la visione di te nello specchio che, per la prima volta, rimandava l’immagine di una vera sposa, ti emoziona ancora adesso.

Se tra una prova e l’altra, guardando gli altri abiti, hai avuto qualche ripensato è normale: la sindrome dell’erba del vicino che sembra sempre più verde è normale tra le spose, ma passa subito appena indossi il tuo abito da sposa.

Probabilmente nemmeno quando hai conosciuto il tuo futuro marito sei stata così convinta e sicura!

Adesso sono pronta a smontare un po’ di tutto l’entusiasmo che hai addosso… se tu, invece, non te la senti di continuare, fermati qui: esci dalla pagina, cambia articolo oppure salta direttamente alla fine, dove troverai il modulo da compilare per richiedere il listino prezzi e le info per avermi come aiuto durante il tuo matrimonio.

Infatti, come avrai potuto leggere dal titolo, ti sto per raccontare come il tuo abito da sposa potrebbe essere d’intralcio nel giorno del tuo matrimonio.

Ecco in che modo il tuo abito da sposa potrebbe essere d’intralcio nel giorno del matrimonio

Esagerata? Forse.
Ma ormai sai che tutto quello che scrivo ogni settimana è frutto dell’esperienza sul campo, dei 5 anni come wedding planner e dei più di 10 anni negli eventi.

Non solo. E’ anche frutto di confronti con altre spose, con altri fornitori (soprattutto i fotografi, che lavorando appresso agli sposi vedono cose da un punto di vista molto particolare) e dei racconti di chi i matrimoni li ha visti occasionalmente come ospite.

Parlavamo della scelta dell’abito da sposa, di come ti sei sentita splendida nel tuo vestito, di come lui ti abbia scelto.

Ora tocca scegliere tutti gli accessori: velo, guanti, intimo, ma anche scarpe, decorazioni e trucco e parrucco. Il look della sposa non si ferma semplicemente al “cosa mi metto”, è un complesso incastro di tanti aspetti.

Quando fai queste scelte, però, pensa bene anche a dove ti sposi. Adesso ti spiego perchè.

Fai attenzione al tacco delle scarpe

Indossare un abito da sposa, elegante e molto bello, porta automaticamente a pensare a dover scegliere una scarpa col tacco.

Tradizionale, con cinturino alla caviglia, tacco medio e nello stesso tessuto dell’abito, oppure più moderna, magari firmata (così che tu la possa riutilizzare) e molto preziosa, sono poche le ragazze che rinunciano al tacco.

Anche se non lo sai portare, anche se non lo metti normalmente, anche se ti senti scomoda e sai già che ti faranno male i piedi, alla scarpa col tacco non rinunci.

ATTENZIONE PERO’: probabilmente per raggiungere la chiesa c’è un sagrato con i ciottoli, i sampietrini o ci sono molte scale in pietra, quindi scivolose. Oppure farai tutto il matrimonio in giardino e il tacco alto, nel prato, soprattutto se sottile, sprofonda.
La fatica che dovrai fare per tenerti in equilibrio, per non rovinare le scarpe nuove, per cercare di essere in ordine sarà doppia.

Il tacco alto, inoltre, se non sei abituata a portarlo o se le scarpe sono troppo nuove, farà male e si vedrà chiaramente nel video che cammini con la classica andatura di chi ha molto male ai piedi.

Valuta bene quindi se davvero non puoi trovare una soluzione alternativa, se davvero il tacco alto è l’unica cosa che potrai indossare.

Perchè io ho preparato un post decisamente speciale in cui si parla di calzature da sposa molto alternative -> Converse All Star in versione wedding

Lo strascico dell’abito da sposa non va d’accordo col brutto tempo

Te lo puoi immaginare ma io te lo devo dire, che so perfettamente che la razionalità non fa più parte di te da molti mesi ormai: l’abito con lo strascico è nemico del brutto tempo.

Già sarà problematico gestirlo per entrare/uscire dell’auto.

In caso di pioggia -e non è una opzione così fuori dal mondo- ti troverai a tenere lo strascico sollevato per evitare che si sporchi, a non fare alcune foto perchè tra tacco alto e strascico farai fatica a muoverti, perchè non vorrai rovinare l’abito. Insomma, il rischio che alcune foto non vengano proprio benissimo non sarà imputabile di sicuro al fotografo.

Ricorda che il matrimonio è un giorno solo, che l’abito, anche se costoso, non lo riutilizzerai più e che, dopo l’ingresso in chiesa in cui sarai perfetta, anche il trucco, l’acconciatura e la tua espressione andranno piano piano sciogliendosi… quindi, non pretendere la perfezione totale e sentiti libera di fare qualche foto, di muoverti e di stare in compagnia di tutti i tuoi amici.

Trucco e Parrucco: i nemici nascosti delle spose

Una sposa completa il look con il trucco e l’acconciatura.

Si fanno numerose prove per trovare lo stile migliore, quello che mette in risalto i tuoi punti di forza (occhi grandi, labbra carnose…) e nasconda piccoli difetti che ognuna di noi ha.

Però, ci sono nemici invisibili anche durante il trucco. Scegliere una make-up artist seria e davvero brava è l’unica mossa vincente!

Se trovi una make up artist che ti dice che per essere perfetta nelle foto devi avere un trucco effetto cerone, scappa a gambe levate. I prodotti adesso in commercio e le nuove tecniche studiate, permettono di avere un incarnato perfetto usando pochi ma giusti prodotti.
Inoltre anche i fotografi ormai scattano usando la luce naturale, vedrai tu stessa che il flash viene relegato a pochissimi momenti e che l’attuale impostazioni delle macchine fotografi permettono foto belle senza flash con pochi tocchi.

Mettere troppo prodotto o un trucco non adatto alla tua pelle, provocherà un brutto effetto, perchè sudando, baciando tutti e muovendoti il trucco si sposterà e finirà tutto nelle rughette d’espressione, creando un effetto fotografico davvero terribile.

Niente che il fotografo non possa sistemare in post-produzione, ma se si vede nelle foto, si vedrà anche dal vivo.

L’altro problema riguarda le ciglia finte. Sono bellissime, in foto rendono davvero bene e regalano uno sguardo profondo che nessun mascara ti potrà dare.

Le ciglia finte, però, si mettono usando una colla speciale. La colla, spesso, è di colore bianco e ha dei tempi di asciugatura abbastanza lunghi. Anche se sarai già truccata e il trucco sarà finito, resterà qualche puntino bianco alla base delle ciglia, puntini che in foto renderanno molto, molto male.

Chiedi quindi che venga usata una colla ad asciugatura rapida o che sia trasparente.

Infine, una piccola attenzione all’acconciatura.

Le trecce di lato, gli chignon bassi e asimettrici sono fantastici, stanno bene praticamente a tutte e sono molto moderni, ma anche loro nascondo una insidia.

Pensa a dove sarai seduta durante la cerimonia… pensa a quale lato del tuo volto sarà esposto ai fotografi…

Esatto: il lato sinistro.

Se la tua treccia o lo chignon saranno a sinistra, impalleranno le foto e per i fotografi sarà più difficile avere delle foto in cui si vede bene il tuo viso.

Sai qual è il vero motivo del ritardo delle spose?

La durata del trucco.
Trucco e parrucco durano sempre più del previsto, soprattutto quando il trucco viene fatto a casa.

Pensavi che un’ora bastasse e invece no, tra attese, parenti e amici a casa durante la preparazione, la mamma che si fa sistemare il mascara e la zia che si fa mettere il rossetto, il tuo trucco durerà almeno il doppio.

Puoi solo immaginare che tutto il programma del matrimonio slitterà automaticamente, il fotografo dovrà fare più foto in meno tempo e la cerimonia inizierà in ritardo, con fastidio da parte dei tuoi invitati -attendere troppo tempo è veramente brutto-, del celebrante e anche del tuo futuro marito.

Pianificare la giornata con oggettività, conoscendo i ritmi reali e evitando intrusioni esterne è l’unico modo per essere sicuri che non accadrà nessun ritardo grave.

Sai cosa è successo ad un matrimonio?

Cerimonia all’aperto, ore 11 del mattino. Parco molto bello, sole molto caldo ma i tendoni erano stati piazzati in maniera strategica. Non che riparassero molto, l’effetto serra sotto i tendoni è garantito -e anche questa è una cosa che solo quando provi capisci- ma almeno garantivano un minimo d’ ombra.

La sposa è arrivata alle ore 12.10, un’ora e 10 minuti dopo.

Peccato che il sole sia girato, che a mezzogiorno facesse ancora più caldo, che i posti degli invitati e dei testimoni erano tutti al sole e la cerimonia sia durata pochissimo perchè il clima era impossibile.
Gli invitati erano lontani dagli sposi, sotto le piante per cercare ombra e refrigerio e via, la giornata è andata!

C’è però un modo per evitare tutto questo, ed è avere al tuo fianco qualcuno che si preoccupi di far rispettare i tempi, che capisca come intervenire nel caso di ritardo, che sappia come muoversi per evitare che tutti i fornitori si trovino a lavorare male e di corsa: assumere un coordinatore.

A te la scelta di tutti i dettagli, a me il compito di farli incastrare e lavorare al meglio per garantire a voi, agli invitati e ai fornitori un giorno liscio e senza impicci.

****************************************
Vuoi vivere il tuo giorno del matrimonio libero da impicci e da piccoli contrattempi?
[Contattami se VUOI GODERTI la tua festa di nozze e lasciare a me il compito di controllare che tutto sia perfetto ]
Se sei una futura sposa che ha organizzato da sola il matrimonio, ma non vuole dover passare tutto il giorno a controllare ogni dettaglio, compila il form qui sotto:

Oppure, se preferisci usare Whatsapp e avere una risposta diretta, clicca qui
Ne parliamo e vediamo se posso aiutarti 😉
*****************************************

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *