Come fare il tableau de mariage

In francese è Tableau De Mariage
In inglese è Seating Plan o Table Plan
In italiano è lo Schema dei posti a sedere (lo so, decisamente meno elegante).

In breve, si tratta dell’organizzazione dei tuoi invitati: letteralmente dirai loro con chi sedersi.

Questa usanza è arrivata quando, più di 10 anni fa, sono iniziati ad apparire i tavoli rotondi da 10/12 posti ai matrimoni.

Il tableau de mariage è diventato fondamentale per non creare casini e complicazioni.

Cos’è il Tableau de Mariage?

E’ molto semplice.

Si tratta di uno schema in cui ad ogni tavolo, indicato con un nome di fantasia o con un semplice numero, segue l’elenco ordinato di persone che saranno sedute.

Cara ragazza, come sai io a cuore la tua salute mentale e la felicità nel giorno del matrimonio e quindi ti dirò tutta la verità su quanto sarà difficile fare questa cosa.

Sei sopravvissuta alla lista degli invitati, hai risolto con bravura il dilemma se invitare o no la moglie del collega o il nuovo amore di una tua amica.
Sei passata indenne attraverso la scelta del menù e degli allestimenti, sei riuscita a far capire a tua mamma quale bomboniera vuoi… ma la vera prova, la prova più dura la stai per affrontare adesso.

Ad un certo punto dell’organizzazione del matrimonio, arriva il momento di fare la conta, di mettere in fila i tuoi ospiti.

E’ giunto il temuto momento di “fare i tavoli”

Mettiti di buzzo buono, come si dice dalle mie parti, armati di carta, matita, gomma e pazienza (ne servirà tanta) e inizia a provare le combinazioni.

Alcuni tavoli saranno facili da fare, anzi, praticamente si faranno da soli.
Sto parlando di quello dei parenti, di quello dei colleghi o degli amici di sempre. Ovvio pensare che loro staranno tutti insieme allo stesso tavolo.

Altri, invece, soprattutto quando sono composti da gente che non si frequenta o, addirittura, non si conosce, sembrano i più complicati.

Quando lo schema sembra a posto e più o meno tutto quadra arrivano le prime conferme. O meglio: accadrà che gente che ti aveva garantito la presenza, a poche settimane dal matrimonio ti chiamerà -se andrà bene, se no sarai tu a doverle inseguire- per informarti che non verranno a causa di scusa ridicola che se non si inventavano era anche meglio.
E non faranno nemmeno il regalo.

Non solo.

Nella composizione del tableau de mariage ci sarà sempre l’amico che potrai piazzare dovunque e quello che invece non starà bene in nessun tavolo.

Anche la posizione dei tavoli nella sala potrebbe essere un problema. Perchè tu non solo fai la lista, ma poi dovrai disporre i tavoli in sala.

Il catering o la villa ti avranno lasciato, al momento della conferma del menù, uno schema che rappresenterà la sala in cui farete il pranzo (o la cena) e la disposizione virtuale dei tavoli.

Una volta individuato il tavolo degli sposi, dovrete decidere quale gruppo di invitati siederà più vicino a voi e quale più lontano.

E’ un po’ come a teatro: le poltrone più vicine al palco sono quelle più importanti.

tableau de mariage

Come creo il tableau de mariage?

In questo post stai guardando tantissime foto e sono tutte realizzate da uno dei fornitori migliori nel settore: si chiama Cinzia Bianchi ed è specializzata nella realizzazione del tableau de mariage.

Se sei brava, hai una ottima manualità e tanto tempo libero da dedicare, puoi farlo tu stessa.

Non ti nascondo che per realizzare un tableau base serve:
– 1 pannello di compensato (la location avrà un cavalletto da pittore su cui appoggiarlo)
– della carta o della vernice con cui ricoprire il compensato
– dei foglietti su cui puoi stampare o scrivere a mano i nomi degli invitati
– decorazioni a tema

Detto così sembra molto facile, ma a volte escono dei veri e proprio obbrobri. Non posso condividere o postare foto trovare in rete per rispetto di chi ha messo impegno, ma sono certa che anche tu avrai visto degli orrori spacciati per tableau eleganti e raffinati.

Se hai dei dubbi sul tuo tableau, mandami la foto via whatsapp e sarò spietata: ti dirò sinceramente se è bello o se è una “poverata”.

Il rischio del fai da te è di non avere un risultato ottimale, di usare troppo materiale o troppo poco, di impiegare davvero tanto tempo nella sua realizzazione.

Non solo compensato, on line troverai tantissime idee: su vetro, con i quadri, su base di lavagna, appesi e molto fluidi. Sta solo a te scegliere lo stile che meglio si sposa con la location scelta e con il tuo matrimonio.

Quindi, puoi contattare una specialista e Cinzia Bianchi è la persona che fa per te.
La trovi sul sito web www.cinziatableaux.it, su Facebook e sullo shop Etsy022

Come scrivo i nomi degli invitati?

Cinzia bianchi tableau

Il tableau de mariage si può scrivere in diversi modi, a seconda dello stile che vuoi dare al tuo matrimonio.

Se è un ricevimento formale o molto elegante, in cui sono presenti alcune personalità importanti, è bene mantenere un tono più serio. Scrivere il nome e cognome intero, senza titoli (come hai fatto per le partecipazioni) è un segno di rispetto e di galateo.

Se hai pensato al tuo matrimonio come ad una festa tra amici, invece, puoi scegliere due formule:
1- solo i nomi di battesimo, magari con l’iniziale del cognome in caso di nome simile (e ce ne saranno diversi allo stesso tavolo con lo stesso nome)
2- i soprannomi, purchè siano di uso comune tra voi amici e che siano leggibili anche da chi non vi conosce.

I parenti, invece, si meritano anche “il titolo”: sono certa che Zia Rosa e Zio Mario saranno contenti di leggere i loro nomi scritti così.

Non ci sarà bisogno di specificare il cognome perchè le persone di riconoscono. In caso di nome uguale, basta l’iniziale del cognome.

In che ordine scriverli, anche qui distinguiamo tra due soluzioni:
1- quella più formale, che vuole una lista ordinata e precisa, li mette uno in fila all’altro.
es. Mario Bianchi
Rosa Azzurra.
2- se è una versione più informale, puoi anche scrivere tutto sulla stessa riga o, in caso di coppie, unirli.
es: Zio Mario e Zia Rosa

Ma questo non è un aspetto fondamentale: tieni anche conto di come il tuo tableau sarà costruito e se una impostazione ti complica la scrittura, fregatene e segui l’estetica complessiva.

Un tabelau, infatti, deve essere sicuramente funzionale, ma anche bello.

Dove e chi lo posiziona?

Il tableu de mariage si mette all’ingresso della sala dove si svolgerà il pranzo o la cena.
Accoglierà gli ospiti prima del loro ingresso, darà indicazione su dove si siederanno.

Il compito di posizionarlo spetta a chi si occupa degli allestimenti.

Hai pensato, infatti, a questa opzione? Chi seguirà gli allestimenti in location? Ma soprattutto… nel caso un fogliettino si staccasse o si rovinasse (ed è capitato!), chi penserà a dare indicazione dei posti?

A tutti questi dubbi c’è una sola risposta: la coordinatrice del matrimonio che hai scelto personalmente, io.

Come gestisco lo staff?

Per gli operatori che lavoreranno al tuo matrimonio, ti consiglio di mettere un tavolo lontano e in disparte. Ci saranno i fotografi, i musicisti e io, la wedding planner. Un angolo riparato o nascosto permetterà a loro di rilassarsi, di avere un appoggio sicuro per l’attrezzatura e per i propri effetti che non sia d’intralcio. Penso alle macchine fotografiche extra dei fotografi, agli obiettivi e ai loro PC. Meglio che stiano in angolo sicuro, lontano da chiunque potrebbe danneggiarla.

Sul Tableau de Mariage non è nemmeno necessario indicarlo.

Se, invece, hai dei dubbi su come gestire il pranzo per lo staff, c’è questo articolo molto chiaro sulla questione: Perchè devo pagare il pranzo allo staff?

*****************

Ti sono venuti dei dubbi su dove posizionare il tableau? Ti stai chiedendo come fare a gestirlo, quanto tempo prima fare le cose e chi lo porterà alla location se farai modifiche fino alla sera prima?

[La risposta sta nella mia figura, quella della coordinatrice]

Compila il form qui sotto e riceverai, immediatamente, il listino prezzi e tutte le informazioni che potrebbero esserti utili, oltre a conoscere la mia disponibilità per il giorno del tuo matrimonio.

******************

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *