Sei invitata e stai cercando l’abito per matrimonio? Ecco i consigli per non sbagliare look ed essere perfetta!

Tempo di matrimoni e la domanda più frequenti nei gruppi del settore è sempre e solo una: come mi vesto? Che abito per matrimonio indosso?

Decidere come vestirsi ad un matrimonio è sempre molto difficile ma, soprattutto, c’è moltissima confusione.

Divise tra ciò che è di moda e i grandi classici, trovare qualcosa che ci rappresenti, ci faccia sentire eleganti e speciali nel giorno del matrimonio è quasi più difficile che trovare l’abito da sposa.

Per la sposa trovare l’abito per matrimonio è facile: si inizia il giro degli atelier, a scelta tra quello più vicino a casa che lavora bene oppure il monomarca perché sei innamorata dello stile proposto, prova di alcuni abiti per capire lo stile preferito (dalla sirena alla A-line, passando per la gonna a principessa) e quindi l’abito che ti fa dire “è lui”.

Ho saputo di qualche sposa ancora insoddisfatta dopo tanti giri in atelier, ma per la maggior parte funziona proprio come ho raccontato sopra.

Le invitate hanno giusto un paio di pensieri in più.

Leggendo i commenti nei vari gruppi, nei forum e sulle pagine Facebook ho trovato una sottile distinzione tra “invitata speciale” e “invitata normale”. Tante, tantissime ragazze chiedono consigli su come vestirsi e poi specificano che sono solo la fidanzata dell’amico oppure che sono la cugina della sposa.

Come se essere la futura moglie del fratello dello sposo, la cognata della sposa, la migliore amica ti autorizzi a essere più “curata” rispetto ad una collega, alla fidanzata del compagno di calcetto, della vicina di casa.

Io, per tutte loro, ho solo una domanda: QUINDI??

Cosa cambia che tu sia più o meno intima con la coppia, più o meno amica, più o meno importante? Se non sbaglio ti verrà data la stessa bomboniera che viene data agli altri, mangerai esattamente come tutti gli altri e l’unica differenza durante la cerimonia sarà il lato dove ti siederai a seconda che tu sia più amico della sposa o dello sposo!

Per il resto, le altre, proprio come te, hanno lo stesso problema:

che abito per matrimonio indosso?

Tutti gli invitati parteciperanno ad un matrimonio, una cerimonia che richiede un certo stile, segue delle regole e non accetta sgarri.

Avere un rapporto intimo con gli sposi, avere un certo peso all’interno della giornata, non autorizza alcuna dilazione sull’outfit.

Leviamoci di torno quel concetto davvero superato per cui se sono la testimone devo essere iper-elegante, se sono una semplice invitata posso venire anche con un abito normale.

FACCIAMO CHIAREZZA: LE INVITATE SONO TUTTE UGUALI, NON ESISTE UN RUOLO, ESISTE SOLO L’ESSERE ADEGUATE AL CONTESTO.

L’unica eccezione vale per le damigelle: loro, seguendo lo stile del matrimonio e facendo da corteo alla sposa, indosseranno quello che la sposa desidera. Ma è un argomento a parte.

Un top troppo scollato, la minigonna, troppi lustrini, spacchi troppo ampi, abiti lunghi per un matrimonio di giorno in agriturismo SONO INAPPROPRIATI.

La minigonna e/o il top scollato sono perfetti per una serata con le amiche a ballare in discoteca.
I lustrini sono il must di una festa di capodanno.
Gli spacchi solo se sono discreti, magari se indossati con una scarpa adeguata.
Gli abiti lunghi con i lustrini, magari in tessuto lucido, dovrebbero essere vietati secondo la legge del buongusto!

 

E’ importante tenere conto di due cose: del tipo di cerimonia a cui partecipi e il contesto in cui si festeggia.

Una cerimonia religiosa, di mattina, con festeggiamento in agriturismo richiede un outfit diverso rispetto ad una cerimonia civile, nel tardo pomeriggio, in una elegante villa.

La cosa più difficile è essere adeguate al contesto. Se l’aperitivo è rustico ed è stato organizzato all’aperto sul prato, le scarpe con tacco 12 a spillo e plateau che stai indossando sotto l’abito lungo con i lustrini mi sembrano leggermente fuori luogo. Così come presentarsi in jeans e sneakers ad un ricevimento elegante.

Se la cerimonia è in chiesa, la gonna deve essere abbastanza lunga, le spalle rigorosamente coperte e le scollature non esagerate. Ne va della convezione con il luogo sacro in cui si è, che richiede determinate regole.

Un trucco per controllare se la lunghezza della gonna dell’abito per matrimonio che hai scelto è corretta, è quello di piegarti a 90 gradi: indossa la gonna e piegati come se dovessi raccogliere qualcosa da terra.
Se, piegandoti, si dovesse vedere praticamente tutto, allora forse è un po’ corta. Sì, la stessa regola vale anche nel caso di gonna molto aderente.

PS: Piegarsi così tanto non è nemmeno elegante da fare, quindi, signore, un po’ di eleganza… grazie!

Qualche regola da non dimenticare mentre stai cercando l’abito per matrimonio

  1. NO al tutto bianco o al total black: questa è una regola base. Il bianco è riservato alla sposa, il nero era per i funerali o comunque è dedicato all’ufficio e alle occasioni più formali. Questa regola vale anche per gli uomini. I signori dovranno indossare un completo blu scuro o grigio scuro. Se non ti piacciono gli abiti colorati, anche per te il blu scuro è una validissima alternativa.
  2. NO alle minigonne e NO agli abiti troppo scollati o troppo sexy
  3. NO al tailleur: è da ufficio o, peggio, cameriera.
  4. SÌ ai colori pastello, alle stampe effetto acquerello, alle stampe geometriche
  5. In chiesa bisogna avere le spalle coperte: non mi importa che faccia caldo, che tu sia stanca o che pieno agosto.
  6. L’abito lungo SOLO per un matrimonio pomeridiano (salvo diverse indicazioni da parte della sposa)
  7. SÌ al tacco alto ma solo se sei capace di indossarli, se li reggi per più di un’ora, se comunque ti porti un paio di scarpe di ricambio: vedere le invitate correre a piedi nudi, con i piedi sporchi, non è per niente piacevole.
  8. Dubbi sugli accessori e sul colore della scarpa? Quest’anno va di moda la decollete nude o di un leggerissimo color cipria, secondo me davvero molto elegante.

In ogni caso, l’unica regola che bisogna davvero ricordare durante la ricerca dell’abito per matrimonio in qualità di invitata (e non importa il ruolo!) è solo uno: che sia adeguato al contesto!

In generale questo vale per qualsiasi evento, dall’ufficio all’aperitivo con le amiche, da un battesimo ad una gita in montagna!

*********************************************

Sei prossima al matrimonio e hai paura che le tue invitate vengano vestite in maniera poco adeguata? Hai paura di qualche scivolone di stile? Purtroppo per te non posso esserti d’aiuto ed evitarti questo scempio.

[Se vuoi evitare che le invitate vestite peggio compaiano troppo spesso nelle foto del matrimonio, COMPILA IL FORM]

Conoscerai immediatamente la disponibilità per la tua data, riceverai il listino prezzi e la presentazione del servizio di coordinamento.

Se fosse necessario, farò in modo che le invitate imbarazzanti siano sempre in primo piano nelle foto di rito!

Il lavoro sporco è tutto mio!

***********************************************

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *