Abbronzatura per matrimonio: le regole per non rovinare pelle e look

Detesto il caldo ma amo il sole.

Amo il la sensazione di calore sulla pelle, nelle ossa, amo il colore biscottato che mi viene con l’abbronzatura, amo la pelle colorata. La amo così tanto che a maggio inizio a prendere il sole. Non sono una fanatica, ma mi piace avere le gambe abbronzate e un colorito sano.

Purtroppo, però, ho la pelle molto chiara di base e quindi faccio molta fatica a diventare nera.

Non mi posso lamentare, per fortuna faccio solo fatica e devo superare la fase rossore e quando arrivo al colore scuro, poi, mi resta anche a lungo.

Perché ti sto facendo l’introduzione sul mio fototipo di pelle? Per spiegarti che in fatto di cavolate da abbronzatura detengo una esperienza più che decennale.

I ricordi di me tipo lucertola sotto il sole risalgono almeno ai miei 16 anni. I miei genitori hanno casa con giardino e io, dopo la scuola, mettevo il costume e dalle 14 alle 16 mi piazzavo in cortile svaccata sul cemento (bianco) a prendere il sole.

Fin qui – a parte che avrei dovuto studiare- niente di stano.

Peccato che… lo facevo senza alcun tipo di protezione.

Quindi, con la pelle completamente trasparente e due ore di sole non stop, l’ustione era assicurata. Ma ormai lo sapevo: soffrivo un paio di giorni, aspettavo di spelarmi, e dopo era tutto in discesa.

La brutta abitudine mi è passata solo pochi anni fa, quando ho capito che il rossore che io scambiavo per abbronzatura era solo irritazione, che la crema non impedisce di abbronzarmi ma mi evita l’arrossamento.

Oddio, devo essere sincera e non l’ho proprio capito ancora, sottovaluto sempre il primo sole tanto che pochi giorni fa mi sono presa una lievissima scottatura… sul naso.

Non solo.

Io sono anche quella che si addormenta sotto il sole e si sveglia con segni di ogni genere addosso, con un lato completamente bianco e uno rosso… insomma, meno male che non sono io la sposa se no sarei davvero disperata.

Se il tuo matrimonio sarà da giugno a settembre, tra le tante cose di cui ti devi occupare per quanto riguarda la tua bellezza e il tuo look, c’è anche la questione abbronzatura per matrimonio.

Hai iniziato il restyling comprando l’abito, quello che ti sta a meraviglia e ti fa sentire la più bella.

Poi hai prenotato trucco e parrucco, i migliori amici di una donna!

Ma anche l’estetista: depilazione perfetta, manicure a prova di anello, pedicure in caso di sandali e una pulizia del viso che ti rende radiosa.

Insomma, tutta questa sofferenza per apparire perfetta e poi ti fai fregare dal sole? Meglio di no!

Abbronzatura per matrimonio: evita i 3 errori irrimediabili

In realtà evitare problemi con il sole è anche facile e si tratta solo di buon senso e un po’ di pazienza.

1.Ricorda: un po’ di colore fa bene

Il sole non è il male e la pelle colorata, a meno che tu non sia già fortunata dal tono di carnagione, regala un aspetto più sano e bello.

Anche il colore dell’abito viene sicuramente valorizzato. Quante volte, sui giornali di moda, consigliano di indossare il total white in estate, così che l’abbronzatura risalga?

L’abbronzatura, però, deve essere naturale.

Se vuoi avere l’aspetto sano che piace tanto, evita lo stile gipsy con abbronzatura spray o il colore troppo finto delle lampade dei centri estetici.

2. Attenzione ai segni del costume

Il male. Il segno del costume è il male.

Secondo me è una delle cose più antiestetiche di sempre, ma lo penso anche delle persone normali. Vedere da sotto la t-shirt il segno inconfondibile sul collo del costume a triangolo mi fa rabbrividire.

Io ho risolto utilizzando quasi esclusivamente fasce (poi ho un segno orribile completamente bianco a metà busto, ma sono dettagli… ) ma la mia amica Francesca, davvero una guru dell’abbronzatura, mi spiegava che bisogna alternare fascia/triangolo durante l’esposizione al sole.

Cioè il primo giorno si parte con la fascia, il giorno dopo triangolo, il terzo di nuovo fascia. Ma in ogni caso, se sono i primi giorni, è necessario ricordarsi di slacciare il triangolino. Oppure portarlo come Belen e, quando si è sedute o sdraiate, abbassare le spalline.

Pensa a te, con il tuo abito da sposa con scollo a cuore e… due segni inconfondibili sul collo e sulle scapole. Il trucco aiuta ma non risolve e se sudi o ti bagni, va via tutto e il risultato nelle foto è terribile.

Tutta quella fatica per essere perfetta e mi scivoli sul segno del costume? No.

Su questo argomento non posso non citare la mia amica Silvia.

Abbiamo trascorso il suo addio al nubilato su una barca al lago, con pic-nic al largo, ed eravamo tutte in costume. Lei… con quello a triangolo. Anche se non faceva caldissimo il sole colorava e a metà giornata l’abbiamo coperta con un telo per evitare che il segno si facesse più evidente.

Lei che pratica anche molti sport all’aperto è stata attenta a indossare top e magliette per ridurre antiestetici segni.

3. Ustioni e eritemi non sono di moda

Non solo le gradazioni di marrone, ma bisogna prestare attenzione anche alla cura della pelle.

Ustioni, eritemi e sfoghi di varia natura possono essere evitati usando creme specifiche e protezioni adeguate al proprio tipo di carnagione.

Meglio abbondare in questi casi e rischiare una protezione alta che buttarsi addosso chili e chili di attivatori di abbronzatura e poi ritrovarsi color aragosta.

Anche in questo ambito ho una discreta esperienza: sottovaluto sempre la potenza del sole e dei raggi solari e sbaglio regolarmente la protezione. Il risultato si vede di sera: colore aragosta, pelle irritata e dopo una settimana desquamazione molto poco sexy.

In questi casi non c’è scrub o idratante che tenga: ci si tiene la pelle a macchie e si spera che passi in fretta.

Non ti vuoi preoccupare dell’abbronzatura per matrimonio?

Il matrimonio invernale è di gran moda, ti eviti le ansie da clima (pioggia, caldo, vento) e decisamente l’abbronzatura non sarà un problema a cui dovrai pensare.

****************************

Vuoi avere consigli gratuiti e sempre presenti durante tutti i preparativi?

Vuoi poter dire “Ci pensa Claudia” ad ogni dubbio o perplessità che si presenta mentre stai organizzadno il tuo matrimonio?

[Compila il form qui sotto per sapere se sono libera nel giorno del tuo matrimonio]

Prendi informazioni sul servizio di coordinamento!

Compilando il form qui sotto, saprai subito se sono libera nel giorno del tuo matrimonio, riceverai il listino prezzi e tutte le info sul servizio di coordinamento.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *