Tutto quello che volevi sapere su come organizzare il matrimonio civile e come si svolge

Abbiamo parlato del matrimonio religioso e ho voluto preparare un post che fosse il più ricco possibile, con tutte le informazioni che ti possono servire.

La stessa cosa, ovviamente, sto facendo anche per il matrimonio civile.

Ormai il matrimonio civile NON è più la seconda scelta, relegata ad una cerimonia fredda, frettolosa e molto asettica, in una sala consiliare vuota, ma UNA SCELTA CONSAPEVOLE che può essere completamente personalizzata e che gli sposi possono costruire come preferiscono.

La cerimonia civile ha superato il confine della sala del municipio, che nei paesi più piccoli è anche piuttosto bruttina o anonima, per arrivare a location che permettono matrimoni con valore legale in giardino, sulla spiaggia, in sale meravigliose o addirittura in chiese sconsacrate e teatri.

Insomma, l’unico limite ad una cerimonia civile è solo la fantasia.

Non solo: come raccontavo nel post dedicato al rito religioso, anche in chiesa l’effettivo rito del matrimonio dura pochi minuti. Ma prima e dopo c’è la messa in favore degli sposi e quindi si crea una situazione più suggestiva.

Se vuoi un’atmosfera magica anche tu e non vuoi ridurre tutto a pochi minuti, rivolgiti ad un celebrante professionista: ti saprà consigliare e realizzare una cerimonia intima e personalizzata anche per un matrimonio civile.

Contattare un celebrante professionista che scriva un testo personalizzato per la coppia, su chi sono e sulla loro vita che si integri perfettamente con la parte ufficiale del rito è la soluzione per evitare di sentirsi dire “che il rito civile è freddo”.

Aggiungici le tue canzoni preferite… hai fatto bingo!

E nessuno dei tuoi amici farà la scenetta (secondo me terribile) di vederti arrivare, far finta di entrare e poi passare tutto il tempo della messa al bar…

Tutto quello che volevi sapere sul matrimonio civile e come si svolge

1. La scelta della data

A differenza del matrimonio religioso, dove puoi prenotare la chiesa anche un anno prima, in comune devi rispettare i tempi tecnici burocratici.

In realtà… anche in chiesa vale la stessa cosa. Prima di 6 mesi dalla data del matrimonio non puoi fare le pubblicazioni e in comune è uguale.

Ti consiglio di passare dall’ufficio anagrafe per avere maggiori informazioni sui tempi tecnici: di solito prendono la “prenotazione”, così sanno che in quel giorno hanno un matrimonio, ma i documenti come le pubblicazioni li puoi fare solo pochi mesi prima.

Se ti sposi direttamente in una location che è anche casa comunale, quindi in cui il matrimonio avrà valore civile legale, puoi (anzi, devi!) prenotarla con largo anticipo e probabilmente saranno direttamente i gestori a darti i tempi tecnici per iniziare la parte burocratica.

2. Il tuo outfit

Matrimonio civile vuol dire avere una sola regola: non indossare il velo.

Il velo, infatti, è un simbolo prettamente religioso ed è fuori luogo indossarlo per un matrimonio civile.

Per il resto hai carta bianca. Corto, lungo, scollato, sexy, colorato, nero, giallo… segui il tuo stile, il tuo look e quello che ti piace.

Non hai nemmeno il vincolo delle spalle coperte, perché non è un luogo sacro e se quel giorno fa caldo, sfoggia subito il tuo magnifico abito.

3. L’ingresso

Il tuo ingresso nella sala comunale o nella Villa che vedrà lo svolgimento del vostro matrimonio all’aperto può essere fatto nella maniera più tradizionale.

Anche in questo caso vale la regola del “FAI QUELLO CHE VUOI”.

Ho visto tanti ingressi e tante cerimonie in tante zone d’Italia e spesso le tradizioni si sono fuse perfettamente con i dettami più classici.

Se vuoi che il tuo futuro marito ti aspetti all’altare, se hai sempre sognato il corteo con le damigelline che spargono i petali e tu che sulla marcia nuziale entri al braccio del tuo papà… fallo!

Non c’è davvero nessun impedimento di sorta. È un matrimonio, anzi, È IL TUO MATRIMONIO ed è giusto che tu faccia tutto quello che ti rispecchia e che hai desiderato.

Vuoi entrare da sola? Mano nella mano con lui che ti viene a prendere all’ingresso? Ballando? Fallo!

4. I testimoni

Se per il matrimonio religioso, su gentile concessione del parroco, possono essere addirittura 4 per parte, quindi 8 in totale, in un matrimonio civile la regola è molto rigida: solo due, uno a testa.

Hai letto bene e non mi sto sbagliando: nel matrimonio civile ci sarà solo un testimone per parte che firmerà.

Nessuno ti vieta di avere al tuo fianco più di una persona, ma sarà solo la prima che potrà firmare ufficialmente. Pensaci bene, dunque, quando stai pensando a chi assegnare questo ruolo prima di creare malumori di sorta o di arrivare quel giorno spiazzata.

Anche in questo caso, per essere testimoni bisogna solo essere maggiorenni.

5. La fine della cerimonia e il lancio del riso

Il momento delle firme cambia da comune a comune.

Se nel rito religioso, di solito, le firme si fanno a messa finita, solo con il parroco e con gli sposi, nel rito civile questa parte è ben visibile a tutti.

Dopo l’annuncio ufficiale di chi celebra che dichiara “uniti in matrimonio” e lo scambio degli anelli, ci sono sempre due parole di conclusione e, quindi, le firme ai documenti ufficiali.

Potete fermarvi qualche minuto per le foto di rito con sindaco, testimoni e genitori mentre i vostri invitati si spostano da un’altra parte per il lancio del riso.

Anche in questo caso è bene informarsi prima: infatti, non è sempre possibile lanciare il riso all’uscita dalla sala comunale o dalla villa e per evitare di venire sgridati, chiedete e informate anche gli ospiti nel caso di restrizioni rigide.

6. E se la mia è una unione civile?

Non cambia nulla. Segue ormai le stesse regole di un matrimonio civile.

Rileggi pure quanto scritto sopra e  inizia ad organizzare il tuo matrimonio. Questo, infatti, non prescinde che dopo la cerimonia ufficiale si faccia festa!

*******************************************

Avere una wedding planner specializzata nel coordinamento aiuta molto soprattutto a gestire la parte del rito civile, spesso sconosciuto ai tuoi invitati.

L’arrivo in location, l’organizzazione degli invitati, il coordinamento di tutti i fornitori e del celebrante sono tutti aspetti fondamentali per una scenografia perfetta che renderà indimenticabile il giorno del tuo matrimonio.

Avermi al tuo fianco, potrebbe essere la cosa migliore di tutta la giornata: zero ansie, una persona su cui poter contare per ogni caso, un appoggio per qualunque piccolo contrattempo dovesse verificarsi.

[Scrivimi per conoscere la mia disponibilità]

Compila il form qui sotto e riceverai:
1. la mia disponibilità per il giorno del tuo matrimonio
2. il listino prezzi
3. le domande più frequenti che mi sono state fatte e che, probabilmente, sono le stesse a cui stai pensando tu.

Cosa aspetti? È senza impegno e potrai avere tutte le informazioni per decidere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *