Musica per matrimonio: dal vivo, DJ o spotify?

La musica durante un matrimonio è tutto. In generale, trovo che la musica durante un evento sia fondamentale.

Ovviamente sto parlando di musica bella, adatta al contesto e messa nel momento giusto e nel modo giusto.

Penso ai vari momenti di un matrimonio: non solo i diversi ingressi che possono fare la differenza tra una giornata noiosa e una speciale, ma anche il primo ballo, il taglio della torta… ci sono tanti piccoli dettagli che, se enfatizzati dalla musica più adatta, creano la giusta atmosfera e, quindi, regalano emozioni.

Prendi il tuo film preferito e guardalo senza musica.
Elimina l’audio, guarda solo le scene e ascolta solo i dialoghi. Cambia tutto, vero? Diventa quasi brutto, noioso.

Non solo: la musica ha il grande potere di “riempire i vuoti”. Hai presente quando tutti smettono di parlare e la sala in cui si è diventa silenziosa? Si crea un vuoto, si sente che manca qualcosa.
Entra in un negozio senza musica. Non manca qualcosa? Non ti sembra che tutto sia più “pesante”?

Perché la musica crea atmosfera, emoziona, rende speciale. E visto che stiamo parlando del giorno del tuo matrimonio, tu vuoi che tutto sia emozionante e speciale. 

Come far accadere questa magia? Semplicemente non trascurando la questione musica per matrimonio.

Musica per matrimonio: dal vivo, DJ o spotify?

Appurato che è necessaria una colonna sonora che faccia da sottofondo al giorno più bello della tua vita, è bene conoscere quali sono le opzioni che hai a disposizione.

Per tua fortuna, infatti, i matrimoni 2017/2018 accettano ogni genere di intrattenimento e di soluzione musicale, purché rispecchi stile della festa e gusti degli sposi.

Dimentica subito le terribili combinazioni anni ’80/’90, ti assicuro che la proposta musicale è davvero per tutti i gusti e per ogni stile.

Quindi, come scegliere la musica per matrimonio?

Per scegliere bene, devi conoscere le opzione a tua disposizione, pro e contro di tutto.

Musica dal vivo

Partiamo con la combinazione più longeva: la musica dal vivo.

La soluzione che funziona sempre è l’intrattenimento in stile piano bar, include un tastierista e una voce. Le basi sono preparate prima, il musicista suona sopra la base. Può cantare personalmente oppure essere accompagnato da una seconda voce.

Se i due sono bravi e si limitano ad una personale interpretazione delle canzoni più famose senza metterci in mezzo animazioni da villaggio turistico, il piano bar è una soluzione ottima per incontrare i gusti di tutti.

È da valutare se non hai pretese particolari, se hai invitati molto diversi tra loro per stile e per età e se cerchi un tipo di intrattenimento che incontra i gusti di tutti.

Durante l’aperitivo è una soluzione che trovo sempre adeguata ad ogni contesto.
Anche per il dopocena, se i tuoi invitati non sono proprio dei super casinisti. Quindi, qualcuno che faccia un po’ di animazione e interagisca direttamente (senza essere volgare, maleducato o invadente) potrebbe cambiare le sorti dei festeggiamenti post torta.

Grande tendenza riguarda la band. Un vero e proprio gruppo, specializzato in cover e magari in qualche loro pezzo, almeno 4/5 elementi che creino l’atmosfera di un concerto.

Pro: se la band è davvero brava il coinvolgimento per tutti sarà garantito, il matrimonio sarà davvero indimenticabile e decisamente diverso dal solito.

Contro: da valutare solo se gli sposi sono i primi fan della band o della musica suonata dal vivo, se gli ospiti hanno voglia di fare casino e di divertirsi. È meglio prevederla per il dopocena e, comunque, non dimenticare di valutare un altro tipo di musica quando loro non suonano in quanto l’effetto concerto potrà durare poco al massimo un paio d’ore. Al massimo.

Per fortuna l’opzione musica live non si limita a queste due combinazioni piuttosto famose.

Ci sono anche dei bravissimi gruppi jazz, dei gruppi particolari che fanno musica usando strumenti inusuali o antichi (e ne conosco uno davvero super), un quartetto classico che è perfetto durante un matrimonio un po’ formale.

Musica con DJ

L’opzione DJ è quella preferita di sempre. Può mettere tutte le canzoni che vuoi, farà una playlist sui vostri gusti e la saprà mixare nel modo giusto, creando un costante sottofondo.

Un bravo DJ mette la musica giusta al momento giusto, non passa stacchi netti ma fa in modo di creare una colonna sonora, che le musiche stiano bene insieme tra loro, che durante la cena non ci sia un pezzo ballabile e che durante il momento di balli non passi un pezzo lento che “spegne”.

Quindi non è solo un “mettere la musica” ma proprio selezionare, scegliere, organizzare e mixare pezzi per l’atmosfera.

Un bravo DJ è una soluzione che consiglio sempre quando si cerca un compromesso tra costo e ottimo lavoro.

Ho scritto bravo DJ.  A mettere musica a caso durante un evento è capace anche Dafne, metterla bene e saper creare atmosfera è un lavoro sottile.

Musica da Spotify

Prendi la musica su chiavetta USB (che è di pochi anni fa, eppure sembra passato un secolo), quella di youtube e il tuo iPod e hai appena creato Spotify.

Applicazione per cellulare che raccoglie tutta la musica possibile immaginabile in un unico posto, permette di organizzarla e gestirla in playlist tematiche, puoi cercarne alcune già create e seguire i profili. Un social vero e proprio.

Ma.

Spotify salta. È una applicazione su un dispositivo elettronico e come tale la sua affidabilità non è al 100%.

Non andrebbe usato durante un evento come il tuo matrimonio, è solo per uso personale (condizioni scritte in chiaro) e se qualcuno la usa, come i negozi, non è detto che sia lecito farlo. Questo è bene tu lo sappia.

Usa almeno la versione a pagamento: € 9.90 al mese senza vincoli e non vieni interrotta dalla pubblicità ogni mezz’ora e puoi selezionare le canzoni che preferisci senza essere vincolata al random proposto dall’app.

Concedo l’uso di Spotify SOLO DURANTE IL RICEVIMENTO SERVITO.

Se vuoi risparmiare, se non c’è spazio per i musicisti, se la cena servita è di breve durata (massimo un’ora e mezza), se la sala ha già la filo diffusione.

Basta. Puoi chiede di alzare un po’ quando entrate in sala e c’è la vostra canzone, poi abbassano e quel che passa passa.

Non usarla durante la cerimonia, perché essendo un riproduttore musicale, la musica sfumata è complicata da gestire e il taglio tra la fine della canzona e dell’altra sarà netto e molto brutto. Nella prossima newsletter ti racconterò cosa è capitato, ti dico solo che è stato terribile!!!

Non usarla per i balli del dopo cena perché non siamo alla festa delle medie, non è il capodanno a casa. È un matrimonio. Il tuo matrimonio. 

Quindi, mi raccomando, devi anche valutare questo aspetto. La musica sarà parte fondamentale della riuscita della festa.

Senza, sarà una noia mortale.

Sbagliata, sarà una vera e propria tortura per le orecchie di chi ascolta.

Musica per matrimonio? Non dimenticare di pagare la SIAE

Questione importante, valida i tutti i casi: la SIAE.

Ho spiegato bene in questo post cosa vuol dire, come gestirla e come pagarla. L’ho scritto in collaborazione con SilverMusic Event, la società alla quale mi affido quando cerco musicisti bravi per davvero.

Non farla franca, mettilo subito a budget così non ti spaventi della spesa che è obbgliatoria. Nel post, ho scritto tutto.

*************************************

[Vuoi sapere se la soluzione per l’intrattenimento musicale che hai scelto sarà un flop o un successo?]

Iscriviti alla Newsletter Pink e  scopri il Coordinamento del Matrimonio

Il coordinamento, in questo specifico caso, serve ad evitare impedimenti durante la giornata, a fare in modo che i musicisti siano sempre pronti e sul pezzo, sappiano sempre cosa accadrà. Il timing in questo momento è davvero prezioso ed evita errori grossolani che possano rovinare l’atmosfera.

Non solo. Il coordinamento inizia 6/8 settimane prima del matrimonio, ma la mia consulenza dura tutto l’anno. Da quando blocchi la data io sarò a tua disposizione per domande, dubbi e consigli.

Problemi con la musica? Con il musicista? Consigli sul tempo da gestire? Ti aiuto a trovare la soluzione migliore per te e quel giorno, poi, ci sarò io in persona a gestirla.

Se vuoi saperne di più, iscriviti alla Newsletter Pink così saprai cosa mi è accaduto con l’aspetto musica e, soprattutto, potrai scaricare subito il listino prezzi.

e riceverai nella tua casella di posta il Listino Prezzi di Colorato di Pink.

Scoprirai che avere la wedding planner al tuo fianco nel giorno del tuo matrimonio è più semplice di quello che pensi.

In più, ogni lunedì, riceverai gli aggiornamenti sulle tendenze wedding e la selezione dei post che non puoi assolutamente perdere!

Image and video hosting by TinyPic

P.S.: don't worry, non daremo a nessuno il tuo indirizzo email perchè anche noi odiamo lo spam!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *