Ode alle seconde nozze

“Ogni ragazza dovrebbe sposarsi almeno una volta nella vita” – Zsa Zsa Gabor

Non conosci la donna della citazione? 

Zsa Zsa Gabor (qui il link alla pagina di Wikipedia) è stata un’attrice stupenda. Bellissima, tanto da essere stata eletta Miss Ungheria nel 1936, e nonostante i 50 anni di carriera resta più famosa per i suoi numerosi (e interessanti) matrimoni che per i suoi film.

I suoi matrimoni sono stati ben 9.

Per dire, Liz Taylor, un’altra star famosissima per la medesima impresa, è arrivata “solo” a 8.

Ti sentivi coraggiosa e quasi pazza per aver accettato di sposarti una seconda volta? Sappi che c’è sempre qualcuno che ha più esperienza di te!!

 

Bene, non perdiamoci in chiacchiere che abbiamo un matrimonio da organizzare.

Sei fortunata a sposarti la seconda volta: sai già cosa ti aspetta, quindi fai questo passo con grande consapevolezza e sei ancora più certa che la persona che hai scelto sarà quella giusta per tutta la vita.

Questo però non toglie niente alle emozioni: forti e intense come se fosse la prima volta.

A pensarci bene, in qualche modo è comunque una prima volta. 

Da quando ti sei sposata probabilmente è passato tanto tempo e le cose sono cambiate moltissimo nel mondo dei matrimoni.

Le nozze sono sempre più una festa, si sta davvero attenti a rendere il tempo con amici e parenti interessante e divertente, dove il cibo ricopre sempre una parte importante (siamo italiani) ma non è più fondamentale l’abbuffata, dando invece più attenzione a momenti conviviali. Balli, angoli a tema, intrattenimento di vario genere… per fare in modo che i tuoi invitati dicano che si sono divertiti.

Gli aspetti organizzativi a cui pensare sono sempre gli stessi, ma probabilmente ti senti libera dal vincolo del “devo fare così perchè si fa così”.

Le mie clienti che hanno detto Sì per la seconda volta, hanno sentito la libertà di organizzare davvero il matrimonio dei loro sogni, senza obblighi su inviti o senza sentirsi dire frasi come “se non fai *aggiungi qualunque cosa tu voglia* te ne pentirai, ci si sposa una sola volta”.

Anzi, hai la possibilità di correggere quello che non ti è piaciuto o fare qualcosa a cui avevi rinunciato. Un abito colorato, una cerimonia all’americana, un buffet sul prato.

Le seconde nozze ti fanno sentire molto più leggera

È un bel controsenso: sei più consapevole del passo che stai per fare, non hai più l’emozione accecante della prima volta, ma sei molto più rilassata.

Non devi invitare quella persona che se no si offende, tanto chissenefrega se si offende. 
Puoi indossare quello che ti piace davvero o che in questo momento senti più affine a te, senza essere obbligata a entrare in un atelier.
O al contrario, puoi indossare l’abito da principessa che hai sempre sognato e a cui la prima volta hai rinunciato.
Hai la prova che le persone che inviti sono davvero felici per te e sono ottimi amici.
Puoi scegliere chi vuoi per l’organizzazione: sei certa di non volerti più stressare come la prima volta.

Libertà di scelta nella cerimonia

Se la prima volta hai scelto il rito religioso e già eri disperata che “il rito civile è freddo” oppure “dura solo 10 minuti”, preparati a ricrederti.

Il tuo matrimonio civile sarà, se possibile, ancora più emozionante del primo classico in chiesa.

Sono tantissime le location tradizionali da matrimonio che hanno ottenuto il titolo di Casa Comunale e che, dunque, permettono al loro interno la celebrazione del rito civile valido. 

Questo vuol dire che se lo desideri il tuo matrimonio sarà completamente personalizzato e sarà come quello dei film americani. Non solo: è possibile personalizzare al 100% anche la cerimonia vera e propria.

Se vuoi saperne di più hai due soluzioni: cercare -a tuo discapito- su Google oppure chiamarmi per avere info dettagliate. I contatti li trovi a questo link.

Nessun limite all’outfit

Probabilmente qualche zia o qualche parente più anziano ti ha detto che per le seconde nozze è meglio indossare un tubino bianco o un abito poco impegnativo.

BALLE. BALLE COLOSSALI.

È un matrimonio, il numero non conta, e tu sei la sposa.

Una sposa deve essere vestita da sposa. Punto.

Che non vuol dire per forza abito da principessa, ma abito che ti piace e che ti fa sentire bene. 

Se ti sposi civilmente non hai limitazioni alcune: niente problemi di spalle scoperte, di abiti troppo scollati o troppo sexy. In poche parole? Fai quello che vuoi!

Allestimenti? Quelli che ti piacciono!

Hai la stessa totale libertà anche per musiche, allestimenti, disposizioni e organizzazioni.

Anzi, a dire la verità puoi ricreare atmosfere molto più suggestive e romantiche, scegliere la vostra canzone per accompagnarti nell’ingresso e non limitarti alle classiche e tradizionali marce nuziali. 

Leggi anche: Marcia Nuziale, sono 4 le più famose.

Come sono state le prime nozze? Perché questa volta non toglierti davvero ogni stress e chiamarmi come coordinatrice? Stai organizzando un evento vero e proprio, conosci già lo stress da organizzazione e sai che io posso davvero togliertelo!

Il pregiudizio del “decide tutto lei” e del “mi toglie il divertimento” sai già che è una balla, quindi non farti problemi e scrivimi per sapere se la data del tuo matrimonio è libera. 

 

Penso davvero che con le seconde nozze si ha la massima libertà di organizzazione. Si è liberi dai vincoli del primo matrimonio, dalle cose che fai perché “ci si sposa una volta sola” o anche dai ricatti che derivano per gli inviti.

Il loop del “se invito questo, poi devo invitare anche quest’altro se no se la prende” sono cose molto lontane, che ormai non ti toccano più perchè hai già capito e sperimentato che se qualcuno non vuole venire o se la prende per un mancato invito, probabilmente non è poi un rapporto così forti.

I sensi di colpa tipici dell’organizzazione li hai già avuti e, anche se alla fine è andato tutto bene e ricordi quel giorno ancora con affetto, sai perfettamente che questa volta non ti farai fregare.

 * * * * * * * * * * * *

Ti ricordi lo stress dei preparativi del primo matrimonio? 

Le seconde nozze sono anche il momento perfetto per cambiare quello che non ti era piaciuto. Quel giorno eri in ansia che tutto andasse bene, adesso sai che non hai intenzione di rivivere quello stato d’animo, vuoi divertirti e rilassarti!

[Non rivivere l’ansia del matrimonio, CHIAMAMI]

Il coordinamento del matrimonio è il servizio che ti serve: massima libertà di organizzazione, di scelta di ogni fornitore senza l’ansia di dover controllare.

Per sapere di più, sapere se sono libera nel giorno del tuo matrimonio, compila il form qui sotto.

Riceverai dopo poco tutte le info direttamente nella tua casella di posta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *