Quanta attesa è giusto creare intorno al matrimonio?

Ho fatto questa domanda qualche giorno fa sulle stories del mio profilo Instagram.

(Attenzione: le stories durano solo 24 ore, quindi per non perdertele devi assolutamente seguirmi su Instagram!)

Perché sì, anche a me vengono domande banali e apparentemente scontate. Mi piacerebbe avere le risposte a tutti i dubbi, ma quando ci sei in mezzo inizi a pensare da sposa e a farti venire un sacco di dubbi atroci.

Poi però vado a rileggermi i post del blog che ho scritto “da lucida e professionale organizzatrice di matrimoni” e ritorno in me stessa.

Praticamente “stavo solo dandomi buoni consigli” (cit.) 

Nelle settimane precedenti avevo fatto acquisti per il mio matrimonio sul sito Aliexpress. Ovviamente niente di importante, piccoli sfizi da pochi euro per rallegrare la giornata di festa e offrire momenti originali e divertenti ai miei ospiti.

Aliexpress è un sito cinese che raggruppa tantissimi negozi cinesi che vendono praticamente di tutto. Oltre al costo davvero basso, è famoso per le spese di spedizione gratuite.

Il risparmio è innegabile ma devi mettere in conto che da quando acquisti qualcosa a quando questo arriva a casa, passeranno quasi due mesi. 

La qualità del materiale è pari a quella dei negozi cinesi  che si trovano in tutte le città italiane. Ogni tanto, tra un affarone e l’altro, capita qualche ciofeca.

Tornando al racconto, tra un sopralluogo e un appuntamento con spose, ho condiviso sulle stories di Instagram le foto di oggetti che ho trovato interessanti proponendo per ogni articolo il sondaggio.

Non ho acquistato tutto quello che volevo, ma devo dire che mi sono tolta un sacco di sfizi senza intaccare il budget grazie ad una attenta pianificazione.

Ora gli oggetti ordinati stanno arrivando e finora è stato un successone: mi piace tutto!

L’entusiasmo per l’apertura del pacchetto era unita a quella dell’aver azzeccato l’acquisto. Ho quindi fatto una foto da mandare in primis al futuro marito, poi alle mie testimoni e stavo per postarla su Instagram quando mi è venuto il dubbio atroce.

Quanta attesa è giusto creare intorno al matrimonio?

Ti dico subito che non ho la risposta giusta e che non vuole essere un post dove ho la soluzione in tasca, ma una riflessione che faccio con te.

L’entusiasmo di una sposa per il proprio matrimonio è innegabile.

Ogni dettaglio scelto, che aiuta alla realizzazione della giornata tanto desiderata, crea inevitabilmente entusiasmo e felicità.

E come tale la vuoi condividere praticamente con chiunque incontri.

Ma se, da un lato, svelare troppo fa perdere l’emozione per il grande evento dando l’idea di sapere già tutto, dall’altro creare troppa aspettativa può portare a cocenti delusioni.

Il mio fidanzato crede fermamente che si deve “minimizzare le aspettative per massimizzare il risultato”.

Forse non ha tutti i torti.

Dico sempre, perché ci credo e perché lo vedo ogni volta, che gli invitati devono essere pronti al tipo di evento che stai organizzando.

Racconta pure senza timore cosa accadrà quel giorno e predisponi gli animi per una partecipazione adeguata.

Se è una cena formale è bene avvisare per tempo così che tutti si possano vestire adeguatamente al contesto e, al contrario, se è un matrimonio country sull’erba potrebbe essere una soluzione avvisare del mood della giornata per evitare che le tue amiche si presentino in abito da sera e tacco a spillo.

Ti piacerebbe che tutti indossassero un dettaglio del colore del matrimonio? Fallo sapere per tempo -senza comunque imporre nulla-.

Se hai pensato a un menù corposo, con tre primi e due secondi e un infinito buffet a isole sia per antipasto che per i dolci, avvisa gli invitati così che si preparino al digiuno un paio di giorni prima.

Vale anche al contrario: se sarà un aperitivo rinforzato, magari non salteranno il pranzo e sapranno che non si devono tenere perché non sanno cosa li aspetta dopo.

Io farei sapere anche l’orario di fine festa: se ci sono limitazioni (es: alle 19 tutti a casa) o se, al contrario, hai pagato l’extra-time fino alle 2 del mattino, è bene farlo sapere così che dopo aver mangiato e tagliato la torta non inizino ad agitarsi e ad andarsene prima del tempo e vi ritrovate in pochissimi quando invece ti aspettavi delirio e casino.

Su Pinterest ho trovato delle idee molto carine per preparare gli invitati alla giornata e far sapere loro cosa accadrà in generale.

E io stessa ho realizzato partecipazioni e sito del matrimonio sfruttando questa tecnica.

A Marzo ti saprò dire se ha funzionato o no… ti faccio da tester!

Di contro non è nemmeno necessario svelare ogni singolo dettaglio.

Se hai chiesto ad un mago di animare la giornata, se hai organizzato intrattenimento particolare, se hai preparato wedding bag carine, photobooth, un taglio della torta spettacolare… tienitelo per te o per pochissime e selezionate amiche.

Svelare troppo fa perdere l’interesse e non crea quel momento “wow” a cui tieni tanto e che renderà indimenticabile il tuo matrimonio.

Quindi, per rispondere alla domanda iniziale:

È giusto creare attesa per il matrimonio
ma senza enfatizzare troppo.

La risposta è stata confermata anche dal sondaggio su Instagram che ne è conseguito.

Agli invitati piace avere delle sorprese, lasciarsi stupire durante la giornata. Sono i dettagli che rendono un matrimonio più bello rispetto all’altro.

Ma devono essere pronti alla giornata generale, devono essere nel giusto mood. 

Un po’ di sorpresa e di suspance ci vogliono e creano il giusto umore per partecipare ad un matrimonio, ma sapere cosa accadrà rende tutto più rilassante.

Sai alla fine cosa mi ha fatto venire il dubbio?

Ho pensato a tutti i matrimoni su cui si è messo tanto riserbo, spose che non hanno svelato nulla, andando addirittura a fare le prove abito da sole senza coinvolgere nessuno o obbligando quelle poche (s)fortunate amiche al silenzio tombale.

Peccato che la maggior parte delle volte tutta questa attesa non è giustificata dal risultato finale.

Dettagli banali, a volte scontati, più spesso brutti anche esteticamente. La sorpresa c’è stata, ma in negativo.

Gli ospiti se ne sono andati delusi e tutta la fatica è stata sprecata. Sposa delusa, invitati delusi, matrimonio brutto.

Io come wedding planner posso garantirti due cose:

  1. consulenza sincera su tutti i preparativi: con me devi condividere tutte le sorprese che stai organizzando e se qualcosa dovesse essere poco adeguato provvederò a dirtelo con grande sincerità.
  2. giornata che scorrerà senza problemi come avevi desiderato: spesso quando ci sono troppe sorprese si rischia di non riuscire a farle tutte o a dare a tutti i momenti organizzati la giusta attenzione. Affidare ad altri fornitori la corretta esecuzione di questi momenti può rischiare che si crei l’effetto villaggio turistico o, al contrario, che qualcosa non venga fatta e quindi resti nel dimenticatoio, vanificando i tuoi sforzi e i tuoi soldi.

Il coordinamento del matrimonio fatto ad arte dovrebbe essere sempre obbligatorio quando hai realizzato tante cose e preparato tante sorprese.

Solo così sarai certa che tutto filerà liscio e che non ci saranno dimenticanze o brutte sorprese!

Per saperne di più e scoprire se sono ancora libera nel giorno del tuo matrimonio

[compila il form qui sotto]

Riceverai nella tua casella di posta:
– le informazioni sui servizi offerti da Colorato di Pink
– la mia disponibilità per il tuo matrimonio

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *