Come scrivere il tableau mariage: 7 consigli preziosi!

Se il tuo matrimonio è imminente, sarai nel pieno della creazione del tableau mariage.

Ma cos’è, esattamente, il tableau mariage?

Il tableau mariage è il cartello che si prepara per indicare ai propri ospiti la disposizione dei posti a tavola durante il pranzo (o la cena) del tuo matrimonio.

Semplice.

Dunque, se hai ricevuto quasi tutte le conferme degli invitati, probabilmente sarai già impegnata a definire dove mettere chi, a quale tavolo, come fare a incastrare tutti senza creare problemi o imbarazzi.

Allora, mi sono permessa di raccogliere qualche consiglio, indicazione o semplicemente suggerimento che potresti trovare utile.

Come scrivere il tableau mariage: 7 consigli preziosi!

Come tutti i miei post, prendi quello che ti serve e adattalo alla tua situazione.

Sono sempre indicazioni “di massima” che do, l’unico modo per avere una consulenza personale è… avermi come coordinatrice del tuo matrimonio. Infatti potrai chiamarmi per avere consigli speciali, diretti, riservati e dedicati solo a te. Il piccolo lusso di non dover perdere tempo on line cercando risposte: ti basterà mandare un messaggio per avere risposta che cerchi.

1.Sì, puoi usare i soprannomi per gli amici e i titolo di zio/zia per i parenti

Io dico sì ai soprannomi, soprattutto se stai facendo un tableau particolare e non troppo formale. A me i soprannomi piacciono, gli amici stessi si riconoscono subito e si evitano, così, doppioni. Spesso, infatti, allo stesso tavolo si trovano tanti Luca, Andrea, Marco, Silvia, Chiara… tutti nomi molto comuni per chi si sta sposando oggi.

Pensa che io e Luca, parlando di amici, dobbiamo usare i cognomi perchè abbiamo tanti di quei Marco (con cui collaboriamo molto da vicino) da confonderci! 

2.Metti le iniziali dei cognomi in caso di nomi uguali

Altro dilemma che potrebbe venirti: se nel gruppo hai tre Silvia e magari non hanno soprannomi particolari, per distinguerle puoi mettere l’iniziale del cognome.

Quindi non farti scrupoli e provvedi a scrivere Silvia C., Silvia F., Silvia G.. Così sfortunata da avere pure la stessa iniziale del cognome? Fregatene, cioè, ci vuole comunque un po’ di buon senso e trovare il proprio posto corretto è anche vedere con chi si è al tavolo. Se si ha la stessa iniziale di un’altra ragazza, ma non si conosce nessuno a quel tavolo, forse, non è il proprio posto.

3.Prepara tutto per la stampa 10 giorni prima

Il tableau mariage è quella cosa da fare all’ultimo. Non puoi proprio pensare di farlo prima perchè ci saranno dei tavoli che non saranno mai definitivi fino a pochi giorni prima del matrimonio.

Se hai pensato di creare qualcosa di particolare, se hai scelto la strada del fai-da-te, in anticipo puoi solo creare la base su cui andranno scritti i nomi o incollati i cartoncini. 

Per il resto, sei vincolata a un lavoro fino a pochi giorni prima del matrimonio.

Ma 10 giorni prima sono un tempo accettabile entro cui scrivere un tableau che abbia poche modifiche. Anzi la decisione dei posti a tavola e la comunicazione dei numeri ufficiali al catering fa parte di quelle cose che devi dire ai tuoi invitati per richiedere le conferme.

Le conferme dei tuoi invitati sono una delle parti che potrebbero scocciarti molto… quindi ti consigli di leggere e condividere sui tuoi social questo post 3 consigli + 1 per essere l’invitato perfetto.

4.Fai in modo che sia facile da leggere

Questo forse è il consiglio più dimenticato. Nell’ottica di creare qualcosa di nuovo, di originale, di indimenticabile e anche nella speranza di animare la giornata, si è portate a pensare di fare qualche gioco per assegnare il posto a tavola.

Per farti capire meglio cosa intendo, ti faccio 2 esempi di cosa non devi fare. 

  1. Iniziare un proverbio sul tableau mariage e terminarlo sul relativo segnatavolo (scrivere sul tableau mariage “rosso di sera…” e gli invitati dovranno cercare il segnatavolo con scritto “…bel tempo di spera”)
  2. Scrivere qualcosa sul tableau mariage e associare il relativo segnatavolo (scrivere sul tableau mariage “la divina commedia” e gli invitati dovranno cercare il segnatavolo con scritto “Dante”)

Vedo spesso queste idee nei gruppi di sposine su Facebook e ogni volta che li leggo mi prende l’orticaria: non sono mai buone idee. Queste sono le cose che non devi fare perchè va contro il punto  n. 4 di questo elenco, che recita “fai in modo che sia facile da leggere”.

5.Scegli il tema che più ti piace (ma con i numeri non si sbaglia mai)

Eliminata l’idea dei proverbi o di finte attività ludiche che creano solo casino, hai campo libero per la scelta del tema del tuoi tableau mariage.

Le idee sono tantissime, alcune sono anche facilmente abbinabili al tema che hai scelto come filo conduttore del tuo matrimonio. 

Ma non ti fossilizzare e non ti fermare al tema come vincolo. Hai scelto di seguire il tema del vino? Non c’è scritto da nessuna parte che anche il tableau debba seguire questo stile.

Anzi… perchè non “rompere” il tutto coordinato scegliendo qualcosa che ti piace e basta?

Comunque, sappi che dopo anni e anni e anni di tableau sempre più fantasiosi, per distinguersi in maniera sinceramente originale, basta seguire le spose anglo americane e puntare a qualcosa di semplice ed elegante: i numeri.

Tavolo 1, tavolo 2, tavolo 3… e così via. Facile, semplice, immediato. Non ci si confonde, nessuno sbaglia. E ci sono tantissimi modi per renderlo elegante a particolare.

6.Lascia alla wedding planner il piano tavoli sistemato per modifiche all’ultimo

Qualcuno potrebbe darti buca all’ultimo, potresti dover rivedere alcuni tavoli e non avere più tempo per gli spostamenti perchè il tableau mariage è già andato in stampa.

Ovviamente questo imprevisto capiterà due giorni prima del matrimonio, quando hai già consegnato tutto al ristorante, tu non hai più tempo per fare nulla perchè hai l’agenda piena di cose da fare!

Spero per te che tu abbia una brava wedding planner che si occuperà di coordinarti il matrimonio: quindi ti basta scrivere un messaggio di whatsapp, un vocale o una mail con le modifiche da fare/segnare.

Ci penserà lei, poi, a gestire l’intoppo. Come? Non è un tuo problema… hai una persona che si preoccuperà di controllare che tutti trovino il proprio posto a tavola.

Non hai questa figura?

Se non sapevi dell’esistenza di una figura professionale specializzata nel coordinamento del matrimonio, che aiuta e fornisce supporto pratico alle spose che hanno deciso di fare da sole, puoi ancora chiamarmi compilando il form che trovi qui o alla fine del post.

Se, invece, hai deciso comunque di seguire la strada del fai da te, forse fai parte di queste 5 spose che non hanno bisogno del coordinamento del matrimonio.

Continua a leggere il blog: troverai tanti consigli utili! Il mio lavoro è quello di aiutarti e se posso farlo con questi post, sarò molto soddisfatta!!!

7.Rilassati!

In tantissimi anni di matrimoni, sia da invitata che da organizzatrice, non ho MAI AVUTO PROBLEMI con i posti a tavola. Nessuno ha mai avuto dubbi su dove dovesse mettersi, nessuno ha mai pensato di essere ad un posto invece che all’altro.

E se dovesse capitare, essendo un caso su mille, non è un tuo problema ma della persona che in un sistema semplice e ormai comprovato come il tableau mariage non riesce proprio a capire dove sedersi.

 

Comunque, per avere aiuto nella gestione degli ospiti, del tuo matrimonio, per avere consigli personalizzati e mirati, puoi solo fare una cosa:

[COMPILARE IL FORM]

Lasciami la tua email, fammi sapere la data del tuo matrimonio e riceverai nella tua casella di posta tutte le informazioni sui servizi e la mia disponibilità per quel giorno.

Qui sotto! 

 

Credit della foto di copertina:
Fotografo Paolo Lamperti Photographer
Sposi Anna e Massimo, 21 settembre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *