Quali sono i compiti della damigella adulta al matrimonio

Le damigelle adulte al matrimonio sono ormai una cosa comune.

Se hai visto i film americani (e lo so che li hai visti), la sposa è sempre accompagnata da uno schieramento di damigelle.

C’è la damigella d’onore, che nel nostro caso è pari alla testimone, e tutte le altre: amiche, parenti o colleghe della sposa.

Trovo che avere la damigella adulta al matrimonio sia un modo molto carino per coinvolgere tante amiche.

Il ruolo della testimone è riservato a poche persone.

Solo una persona può essere testimone nel caso di matrimonio civile, fino a tre -ma sempre previa autorizzazione del parroco- nel caso di matrimonio religioso.

Questo ruolo è destinato ai migliori amici o ai parenti stretti con cui hai più confidenza, quindi spesso sono i fratelli o gli amici con i quali sei cresciuto a ricoprire il ruolo del testimone.

Ma tu hai tante amiche e vuoi in qualche modo coinvolgerle nel matrimonio. Ecco quindi l’idea di pensare alla figura della damigella adulta al matrimonio.

Secondo me è un’idea geniale, che approvo completamente.

E ne avevo già parlato in questo post damigelle: istruzioni per l’uso.

Parliamoci chiaro: il ruolo della damigella adulta al matrimonio non è fondamentale per la riuscita dell’evento.

Quindi se vedi che le tue amiche non accettano di buon grado questa idea o ti stanno mettendo i bastoni tra le ruote, lascia stare da subito. Ti eviterai tanti mal di pancia.

Di sicuro avere le damigelle potrebbe essere molto utile nell’organizzazione.

Infatti ci sono alcune cose che nessuna wedding coordinator può gestire al posto tuo! 

Quali sono i compiti della damigella adulta al matrimonio

Stiamo parlando di un matrimonio nel 2019.

Nel 2019 il matrimonio è molto più complesso di qualunque altro evento. Gli aspetti da pensare, coordinare, gestire e organizzare sono tantissimi.

Per non perderti nei meandri dei preparativi, scarica gratis la #listapink. Troverai l’elenco completo di tutte le cose da fare nel giorno del matrimonio.

Affidare quindi alle tue damigelle piccoli compiti personalizzati le farà sentire importanti durante l’organizzazione del tuo matrimonio e, forse, digeriranno meglio l’idea di quel vestito color verde salvia che vuoi fargli indossare a tutti i costi.

1. Aiuto durante la cerimonia

Il primo compito di una damigella potrebbe essere quello di assisterti durante la cerimonia.

Se hai lo strascico molto lungo, l’abito particolarmente vaporoso, il velo che ti impiccia ogni volta che ti siedi, una di loro potrebbe assisterti mentre ti alzi e ti siedi.

Cioè: se fuori dalla cerimonia ci sarò io, quale coordinatrice, ad aiutarti ad essere perfetta durante il tuo ingresso, durante la cerimonia la mia figura potrebbe essere fuori luogo e apparire ingombrante.

Chi meglio della tua amica, già seduta vicino a te, per aiutarti a spostare l’abito, non inciampare nel velo mentre ti muovi o controllare che “da dietro” sia tutto in ordine, così che le foto siano perfette?

Chiedi espressamente ad una di loro di aiutarti in questo momento.

2.Distribuzione di coni per il riso, ventagli, spara-bolle

L’uscita dalla cerimonia è la prima vera occasione di festeggiamento.

Gli invitati non hanno avuto modo di salutarti prima, quindi ne approfittano ora. Ti hanno visto sposarti, diventare moglie e ora vogliono festeggiare.

Lancio del riso, dei coriandoli o delle bolle di sapone sono un momento fondamentale per le foto!

Ed è bene che tutti ne siano provvisti e pronti al lancio nel giusto momento.

Riso, petali e coriandoli, però, devono essere distribuiti appena fuori dalla cerimonia.

Di solito ce ne occupiamo io e il mio staff, anche dando istruzioni alle persone fuori. Ma se non hai scelto me come coordinatrice del tuo matrimonio, puoi chiedere a qualche altra damigella.

Sono sicura che sarà felice di aiutarti e di rendere tutto molto più facile per te.

3. La firma del guestbook

Ti piacerebbe che tutti gli invitati ti lasciassero una firma, un ricordo, un pensiero su questa giornata speciale.

Hai quindi comprato un guestbook da lasciare a disposizione.

Ti dico un segreto: se non gli viene richiesto, nessuno degli invitati firmerà quel libro!

E se poi hai voluto osare e hai scelto un guestbook particolare, magari con le impronte o con i cuoricini di legno da inserire nella scatola… accidenti a te.

Fidati: il risultato non sarà mai lontanamente immaginabile a quello che ti eri prefissata.

Ne ho visti tantissimi di guestbook, pochissimi hanno ottenuto il risultato finale sperato.

Se va bene, hai il 50% delle firme.
Se va male, hai un guestbook completamente distrutto.

Chiedere ad una damigella adulta al matrimonio di controllare che ci siano le firme degli invitati, che tutti abbiano lasciato un pensiero, anche facendo lo sforzo di andare personalmente dalle persone per proporre di lasciare una firma, è forse la soluzione per non restare delusa.

4. Il tavolo dei regali

Un’altro impegno di una damigella potrebbe essere quello del tavolo dei regali.

Anche se hai chiesto a tutti di farti un bonifico come regalo di nozze, qualcuno di loro si presenterà con un regalo fisico o, addirittura, con la famosa busta.

Invece di lasciarle alle mamme, già troppo agitate e con borse sempre troppo piccole (farò a breve un post con i ruoli delle mamme al matrimonio), perchè non compri una scatola porta buste e chiedi alla tua damigella di dargli un occhio?

Contrariamente a quello che pensi, la scatola porta buste è forse una delle cose più sicure per conservare i contanti. Nessuno avrà il coraggio di far sparire qualcosa di così grosso da un tavolo, sarà molto difficile nasconderlo e alcune scatole sono fatte per essere aperte solo distruggendole.

Invece è molto più facile che una busta venga sfilata dalla borsetta!

Insomma, ti basta che ci sia qualcuno che controlli la scatola per essere più serena.

5. Ballare

L’apertura delle danze è a carico degli sposi, che poi coinvolgono gli amici.

Peccato, però, che gli sposi non sempre hanno tempo di ballare.

Le danze si aprono dopo il taglio della torta, proprio nel momento in cui tante persone decidono di salutare gli sposi e rientrare.

Così, mentre tu e lui siete impegnati a distribuire le bomboniere e a salutare e a fare l’ultimo selfie, nessuno in pista continuerà a ballare.

Chiedi quindi ad una damigella adulta di aiutarti a coinvolgere le persone a ballare. Certo, per questo ruolo devi avere la persona giusta, che sappia animare un po’ senza essere invadente… ma non è niente di impossibile.

Vedrai che bastano poche persone che iniziano le danze per far scatenare tutti quanti!

 

I consigli che ti ho dato sono i migliori che potrai mai leggere in qualunque blog.

Ho visto tanti matrimoni e tutti sono carenti su questi punti di vista. Io non posso mica girare tra i tavoli chiedendo la firma del guestbook… i tuoi ospiti mi guarderanno e pensaranno “ma che vuole questa?”.

Diverso peso, invece, ce l’ha tua cugina che è la tua damigella… 

 

E così hai anche coinvolto le amiche in alcune cose a cui nessun fornitore e nessuna coordinatrice di matrimoni possono pensare per te.

Però… non pensare che sia così facile.

Avranno bisogno di più indicazioni di quelle che pensi e chi meglio di me potrà aiutarle?

La presenza della coordinatrice, infatti, è di grande aiuto anche per i tuoi invitati che sapranno a chi chiedere aiuto o a chi chiedere informazioni senza venire a disturbarti.

Mi ha fatto molto sorridere uno dei papà che è venuto da me dopo il taglio della torta e mi ha chiesto “bene, adesso cosa succede? a che ora finiamo?” non era agitato o nervoso… semplicemente voleva informarsi su cosa sarebbe capitato dopo per tenersi pronto! 

Ecco, per i tuoi invitati è utile avere un punto di riferimento e anche per te, che farai riferimento ad una sola persona, me, senza doverti preoccupare di cercare altri.

Per sapere se sono libera nel giorno del tuo matrimonio e scoprire se il servizio di coordinamento del matrimonio fa per te, compila il form.

[COMPILA IL FORM]

e ricevi nella tua casella di posta tutte le informazioni sui servizi di coordinamento del matrimonio.

 

 

“Con questo articolo partecipo al concorso #unblogalmese del mese di luglio 2019 indetto dal blog Trippando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *