[Breaking News]: la wedding planner RISOLVE i problemi.

La wedding planner risolve i problemi… o ameno dovrebbe.

Mi rendo conto che questa possa essere una notizia sconvolgente, ma è bene mettere in chiaro le cose e spiegare a tutte, sedicenti colleghe comprese, come funziona davvero questo meraviglioso lavoro che è l’organizzatrice di matrimoni.

Ringrazio davvero di cuore i gruppi dedicati alle spose che si trovano on line, perchè sono fonte quasi inesauribili di post sul blog.

Colorato di Pink è il blog con i consigli per le spose che stanno organizzando il loro matrimonio da sole. Tu non perdere tempo on line, su forum di settore o gruppi dedicati perchè ti confondi solo le idee e ti riempirai di dubbi che, di sicuro, adesso, nel pieno dei preparativi, non ti servono.

A dir la verità dovrei smettere anche io di leggerli, perchè mi fanno salire il nervoso.

Una sposa scrive: 
“Aiuto: mi ha chiamato la wedding planner dicendomi che il fornitore scelto non riesce a realizzare un pannello per fare una sorpresa al mio futuro marito. Mi date qualche consiglio?”

In questo post mancano informazioni fondamentali:

  • la data del matrimonio: ti sposi domani o tra un mese? Cambia molto…
  • il luogo del matrimonio: quel gruppo ospita spose di tutta Italia. Consigliare una cosa a Milano è diversa che farlo a Napoli
  • perchè parli di wedding planner?

[Breaking News]: la wedding planner RISOLVE i problemi

Non so come sia andata a finire la vicenda, mi sono dimenticata di cliccare su “segui il post” ed è finito tra le milionate di notifiche che ci sono su Facebook.

Peccato, sarei stata curiosa di scoprire se la sposa è stata vittima dell’ennesima wedding planner improvvisata o se considerava wedding planner la fiorista o la responsabile della location.

Di base in quel post, infatti, c’è il solito errore che sto riscontrando spesso: chiamare wedding planner chiunque lavori nel wedding.

La fiorista che ti consegna il bouquet a casa e si ferma in chiesa per sistemarti il vestito NON FA LA WEDDING PLANNER ma si spaccia per tale.

La responsabile della location che ti permette di consegnare le cose per il matrimonio e ti dispone le bomboniere sul tavolo in maniera carina NON FA LA WEDDING PLANNER, ma ti sta facendo una cortesia.

La responsabile del catering che ti ha rassicurato che controlla che tuo zio mangi tutto e che ti ha dato gli orari del servizio NON FA LA WEDDING PLANNER ma sta facendo solo il suo lavoro.

Questa della definizione dei ruoli è una guerra tra poveri che penso non avrà mai fine.

Ti ricordo che questo blog è nato per aiutare le spose che si stanno organizzando il matrimonio da sole, quindi ha scopo informativo. Tra le tante informazioni importanti, c’è anche quella sulle figure che gravitano intorno al mondo wedding.

Da sempre il mondo wedding viene considerato la gallina dalle uova d’oro.

Ormai, nel 2019, non è più così e i tempi d’oro sono terminati da un pezzo. Però, tanti anni fa, diciamo fino a metà degli anni ’90, è stato così.

Perché i fioristi avevano un negozio di fiori, vendevano fiori al dettaglio con i quali pagavano le spese vive e guadagnavano con funerali e matrimoni.

Perché i ristoranti aprivano a pranzo e cena nei giorni feriali e d’inverno, nei weekend estivi, quando tutti andavano al mare, guadagnavano con i matrimoni.

Perché i fotografi stampavano foto dalla pellicola, vendevano in negozio macchine fotografiche e ricariche e nei weekend arrotondavano con i matrimoni.

E via andare.

Ad un certo punto, quando le cose si stavano già facendo più complicate, con una concorrenza che andava aumentando mentre cambiavano anche i gusti delle spose e con la tecnologia arrivata impietosa, tutto è finito.

Poi sono comparse le prime organizzatrici di matrimoni, si è subito pensato a qualcosa per ricaricare i prezzi e la parola wedding planner è stata appiccicata a chiunque lavorasse nel settore e fosse un po’ più disponibile ad aiutare le giovani spose.

Tutto chiaro?

Ok, perdona il pippone, ma l’ho ritenuto doveroso. Forse così hai gli elementi per capire meglio perchè questo proliferare di “wedding planner”

Quindi, non sapendo chi sia la persona alla quale la sposa si è rivolta, prendiamo per buono che sia una vera organizzatrice di matrimoni.

Se così fosse, mi spiace per lei. Perché organizzare e pianificare un matrimonio non è fare nastrini e fiocchi, ma è saper gestire e risolvere i problemi che si presentano senza stressare la sposa.

Cioé: se hai scelto di pagare una professionista per organizzarti il matrimonio, questo dovrebbe includere -senza nemmeno specificarlo- che sia compito suo trovare come risolvere un problema così importante.

Lasciando da parte tutte le cavolate che possiamo o meno scrivere, la verità è che una wedding planner (nemmeno brava, eh, proprio nella versione base) deve risolvere i problemi che la sposa sua cliente può incontrare nell’organizzazione del matrimonio. 

Oltre a garantire sulla professionalità e competenza delle persone con cui collabora.

Tutto il resto è fuffa!

E se ti stai organizzando il matrimonio da sola?

Già ti vedo pensare “ok Claudia, tutto bello, ma io ho deciso di organizzarmi il matrimonio da sola. Come posso fare se mi dovesse capitare qualcosa di simile?”

Chiamami come coordinatrice.

Hai letto bene. 

Scegliermi come coordinatrice del matrimonio, cioè come aiuto a te, non include solo la presenza il giorno del matrimonio, ma è sempre prevista la consulenza.

La consulenza inizia dal momento in cui confermi il servizio. Io sono sempre disponibile via whatsapp e dal vivo ogni volta che hai bisogno di fare il punto della situazione e di avere dritte e consigli.

Inoltre, sono pronta ad intervenire per risolvere qualche problema o aiutarti con un piccolo impiccio.

Ti faccio un esempio pratico di come posso esserti d’aiuto come coordinatrice.

Beatrice ha fatto realizzare le sue bomboniere e tutta la stationery abbinata da un negozio lontano da casa sua. Tutto è andato molto bene ma, due giorni prima del matrimonio, le bomboniere non erano quelle corrette.

Quindi Beatrice ha subito chiamato il negozio, il quale ha prontamente sistemato l’ordine e ha mandato subito un nuovo pacco.

Purtroppo, però, la spedizione è avvenuta venerdì e sarebbe stata consegnata sabato, cioè il giorno prima del suo matrimonio.

Ma, come puoi ben immaginare, Beatrice non aveva tempo di inseguire un pacco per tutta Firenze e anche i suoi amici e famigliari erano impegnati! 

Quindi ho contattato le ragazze del negozio, abbiamo concordato di spedirle a me, abbiamo cercato la sede del corriere più vicina a casa mia e così, sabato mattina, ho ritirato il pacco per conto di Beatrice e le ho portato tutto a Firenze domenica, cioè il giorno dopo.

Io ho risolto un problema, facendo semplicemente il mio lavoro, lei sapeva che non doveva preoccuparsi di questi dettagli.

Spero che a te non accada nulla di tutto ciò, ma visto che l’esperienza mi insegna che qualche impiccio sotto data c’è sempre, sappi che potrai sempre contare su di me per risolverlo.

Il mio lavoro è risolvere i problemi e aiutarti con l’organizzazione del tuo matrimonio… perchè tu quel giorno devi solo essere la sposa!

 

Quindi, se pensi di valutare l’appoggio di una wedding planner che risolve i problemi, scrivmi.

Spero che le idee di questo articolo ti siano piaciute e che ti possano essere utili per l’organizzazione del tuo matrimonio.

Io sono Claudia Girola e sono una organizzatrice di matrimoni specializzata nel coordinamento del matrimonio: cioè il mio lavoro è aiutarti a realizzare la tua idea di matrimonio senza però imporre fornitori o idee. Io farò in modo che quello che tu stai organizzando, scegliendo e prenotando funzioni sotto ogni aspetto. In pratica… sono quella persona che devi chiamare per assicurarti che la tua organizzazione certosina e precisa lo sia davvero anche quando, il giorno del matrimonio, sarai la sposa, al centro dell’attenzione. Potrai goderti la giornata perchè a controllare che tutto il backstage funzioni, ci sarò io.

Per saperne di più, avere informazioni sui servizi e sapere se sono libera per il giorno del tuo matrimonio, compila il form qui sotto.

 

Foto del post:

Matrimonio di Francesca e Alessandro
Foto: Francesca Leso Photography

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *