Coordinamento della cerimonia simbolica: meglio non rischiare!

Coordinamento della cerimonia simbolica, ecco di cosa parliamo oggi.

La cerimonia simbolica è il matrimonio che viene anche definito all’americana: realizzato quasi sempre all’aperto, in uno scenario letteralmente da favola, o in zone che non sono convenzionalmente le solite per la cerimonia di un matrimonio.

È una nuova cerimonia che si è sempre più insediata nella mente dei futuri sposi, niente chiese, santuari o sale comunali impersonali. 

Non è un teatrino, una finzione, ma la celebrazione dell’amore tra due persone, l’impegno che si prendono l’una verso l’altra, davanti ad amici, parenti e conoscenti, parlando di valori per loro importanti e non solo di grandi promesse in senso assoluto.

Per mia esperienza sono le cerimonie più belle ed emozionanti, quelle che coinvolgono di più il pubblico presente. 

Coordinamento della cerimonia simbolica: meglio non rischiare!

I tuoi invitati non sanno cosa li aspetta. Arrivano con un forte scetticismo, salvo poi cambiare espressione e vivere tutte le emozioni che una bella cerimonia simbolica, scritta in esclusiva per voi, trasmette.

Certo… tutto questo accade, ma solo se fai le cose fatte bene.

Questo tipo di cerimonie sono meravigliose, concordo, ma per funzionare devono essere gestite davvero al meglio!

Gestione dei tuoi ospiti: chi darà loro le indicazioni?

Gli ospiti già fanno fatica a gestirsi in chiesa, figurati quando poi si tratta di una funzione che non conoscono.

Anche se sapevano della tua cerimonia, non sanno se: si possono già sedere, devono aspettare indicazioni, come si devono sedere e via dicendo.

Non sanno quando alzarsi, quando stare seduti e per evitare loro l’imbarazzo della situazione è bene che abbiano sempre indicazioni precise.

Il maitre o il responsabile del catering o della location potrebbero farlo, ma lo fanno solo per cortesia e perché sanno che se non interviene qualcuno difficilmente gli invitati si siederanno di loro spontanea volontà, quindi la cerimonia non inizierà, quindi si ritarderà di molto tutto il servizio.

Damigelle e testimoni ti possono aiutare, anzi, sarebbe uno dei loro compiti, ma in quel momento staranno con te, al tuo fianco. O fanno il loro ingresso trionfale, o stanno a dare indicazioni ai tuoi ospiti.

Meglio che ci sia la coordinatrice del matrimonio, qualcuno che possa gestire tutto questo momento di arrivo degli ospiti.

Gestione dei fornitori: come aiutarli?

I fornitori che lavorano alla cerimonia sono davvero tanti. 

Ci sarà chi si occupa di fornire (e disporre) le sedie, poi la fiorista che allestirà come avete concordato, i musicisti che forniscono musica e microfono per il celebrante, il celebrante stesso, il catering per acqua e succhi di benvenuto, fotografi e video operatori.

E poi: sei sicura che ci si ricorderà di come disporre le sedie? Sei sicura che quel dettaglio importantissimo venga organizzato? Chi si preoccupa di controllare che gli oggetti per il rito di unione ci siano, che la pergamena da firmare arrivi al momento giusto, che ci sia la penna, che i ventagli, i libretti o i programmi siano al posto giusto?

Chi pensi si occupi di controllare che tutto questo sia in ordine come deve essere davvero?

Catering? Forse.

Fiorista? Potrebbe.

Musicisti? Ma va, già tanto se capiscono quando suonare e quando smettere.

Celebrante? Se è uno di quelli che conosco io, forse, ma sugli altri non ci metto la mano sul fuoco.

Claudia che è specializzata nel coordinamento della cerimonia simbolica? Esatto! 

Gestione degli sposi

Se pensi che sistemare i fornitori e i tuoi ospiti sia la parte più complicata del lavoro, ti sbagli di grosso.

Chi si occupa di voi? Chi farà in modo che entriate con la musica giusta, nel giusto momento, solo quando tutto è a posto e finalmente si può iniziare la cerimonia?

Quando dico che puoi essere la tua organizzatrice ma non la persona che coordina, intendo proprio questo. Mica puoi metterti a dare indicazioni a tutti e poi fare il tuo ingresso trionfale, no?

Cioè, si potrebbe anche fare, ma vuoi mettere la magia di vederti arrivare, emozionata e felice e fare il tuo ingresso verso tuo marito?

Non sottovalutare un aiuto professionale

Ci tengo a farti sapere che evitare errori e mal di testa da organizzazione è possibile ed è più facile del previsto.

Ti basta rivolgerti a qualcuno che si occupa di matrimoni da tanto e che ha organizzato molte cerimonie simboliche, che quindi sappia vedere il progetto nella sua interezza.

Ovviamente esistono pacchetti pronti che includono anche dei testi per la celebrazione del matrimonio, scritti in esclusiva per le lettrici di Colorato di Pink da Claudia Carbonara di Cerimonia VIP. 

Sono offerte limitate, pensate per te che hai bisogno di una mano per fare in modo che tutto sia perfetto!

Se vuoi avere più informazioni, clicca l’immagine qui sotto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *