Fasi dell’organizzazione del matrimonio divise per cose da fare

Conoscere le fasi dell’organizzazione del matrimonio penso sia la cosa fondamentale prima di iniziare a pensare a qualunque cosa che riguardi le nozze.

Concordi con me?

Sicuramente sì, visto che sei una sposa precisa che sta organizzando il matrimonio da sola e non vuole sbagliare.

Sai organizzare. È facile, divertente e non aspettavi altro.

Non a caso, credo che ogni ragazza sia la migliore wedding planner per se stessa e ho creato proprio questo blog in cui ti lascio sempre un sacco di consigli pratici.

Però è bene fare le cose con ordine e con metodo, quindi ho pensato di scrivere il post in cui spiego in maniera dettagliata quali sono le fasi dell’organizzazione del matrimonio che funzionano davvero.

Fasi dell’organizzazione del matrimonio divise per cose da fare

Doverosa premessa.

On line, su Pinterest e su altri blog di settore, inclusa la famosa app di matrimonio.com, ci sono tantissime liste con le cose da fare per organizzare il matrimonio.

Quelle liste, però, hanno due grossi problemi:

  1. sono una traduzione di quelle americane, quindi molto diverse per tradizioni e abitudini rispetto a noi;
  2. sono divise per mesi ed è il modo più inutile in cui tu possa fare le cose.

Qualche mese fa io stessa ho scaricato la app e… avevo già fatto la metà delle cose! A dimostrazione che non serve a nulla quel tipo di divisione.

Perché le liste divise per mesi sono inutili

Le liste che trovi divise per mesi sono strutturate così:

  • 12 mesi prima:
    • scegliere la data;
    • scegliere la location;
    • prenotare la chiesa.
  • 10 mesi prima:
    • confermare la data;
    • confermare la location….
  • 6 mesi prima:
    • scegliere il fiorista;
    • scegliere il fotografo…
  • 5 mesi prima:
    • confermare il fiorista;
    • confermare il fotografo.

Capisci da sola che non è una cosa logica.

In primis danno per scontato che si inizi a organizzare il matrimonio 12 mesi prima, dimenticando che in tante zone d’Italia un anno prima è troppo tardi o che alcune coppie, invece, decidono di sposarsi in pochissimi mesi e questa pianificazione diventa inutile.

Inoltre non considerano che ci sono periodi, ma soprattutto date e zone dove i professionisti si prenotano con larghissimo anticipo, che 6 mesi prima potrebbe essere il periodo peggiore.

Ad esempio: ti sposi a Dicembre? Chiedere ad un fiorista 6 mesi prima se ti può fare il preventivo per il matrimonio vuol dire chiedere di farlo a giugno, mese per eccellenza dedicato alle spose. Certo, lo farà, ma sarà nel pieno della stagione e potrebbe non dedicarti il giusto tempo.

Giusto per dimostrare in maniera cristallina quanto queste liste lascino il tempo che trovano.

Infine. Un mese per la decisione, ma chi l’ha detto?

Se hai trovato il professionista che ti piace, che ti offre il servizio che volevi al prezzo per te perfetto, perchè devi aspettare per forza un mese per confermarlo?

Usa la checklist del matrimonio di Colorato di Pink

Che io detesti queste liste è abbastanza chiaro, ecco perchè ne ho preparata una secondo me molto più logica e pratica.

Questa lista è stata testata da me e da Beatrice, la protagonista del matrimonio a cavallo

Questa lista è condivisa e usata delle mie spose. Questa lista è la stessa che uso io per restare aggiornata sui preparativi delle mie spose.

Insomma, questa lista, funziona!

Se sei una sposa che si sta organizzando il matrimonio da sola, sai perfettamente qual è il processo per organizzare un fornitore.

Si prendono i contatti con la persona che interessa, si fissa un appuntamento in cui ci si fa fare un preventivo, se il preventivo piace si concorda il pagamento, si versa un acconto a conferma della data e tutto si chiude magnificamente, spesso in pochissimi giorni.

A te serve solo un elenco per non dimenticare le cose, per essere certa di pensare a tutto e di avere la situazione sotto controllo.

Se hai già scaricato la checklist, brava.

Se ti manca, puoi scaricare la checklist gratuita per il matrimonio direttamente cliccando il link.

Come gestire le fasi dell’organizzazione in maniera intelligente

Abbiamo già stabilito che è inutile pensare in termini di tempo dettagliando le cose da fare di mese in mese.

Quindi, agisci in termini di priorità.

Io divido le cose da fare in tre blocchi, partendo dalle fondamentali, cioè quelle senza le quali non potete prenotare nient’altro.

La prima cosa da fare appena decidete di sposarvi è scegliere la sacra triade: data-cerimonia-location.

E la cosa va fatta praticamente in contemporanea.

Se hai già scelto la data, prenota la cerimonia e cerca il ristorante che abbia quella data libera.

Io ho fatto così: avevamo già la data decisa, sabato 16.3.19, quindi ho cercato un locale che avesse quella data libera.

Le mie clienti, invece, spesso fanno il contrario: trovano il posto che gli piace, chiedono che disponibilità di data hanno e scelgono tra quelle rimaste quella che per loro è comoda, quindi pensano alla cerimonia.

 Anche se prenotare la data del matrimonio in comune potrebbe crearti qualche ansia, in realtà puoi già scegliere la disponibilità della location che ti piace.

Ricorda: senza conoscere dove ti sposerai, in che giorno e a quale ora e senza sapere che tipo di cerimonia farai, non potrai prenotare nessun fornitore e nemmeno iniziare a far stampare le partecipazioni.

Senza sapere come sarà la location delle nozze, non saprai nemmeno che stile avrà la tua festa o quale potrebbe essere il tema del matrimonio.

La seconda cosa da fare è decidere i fornitori 

Prendi la checklist per l’organizzazione del matrimonio e guarda quali sono i fornitori che dovrai contattare.

Con ognuno di loro stabilisci i dettagli che trovi nella #listapink, almeno non ti perderai nulla e sarai prontissima a tutto.

Adesso puoi anche scegliere l’abito da sposa.

E puoi cominciare a guardare su Pinterest e Instagram tutti i dettagli che ti affascinano. Penso che per chi ama organizzare, per le spose che come te si stanno organizzando il matrimonio da sole, sia il periodo più divertente!

La terza costa da fare è dare indicazioni ai fornitori

L’ultima parte è anche la più stressante, perchè devi prendere in mano tutto quello fatto finora e dargli un senso logico. 

I fornitori ti chiameranno per i dettagli, dettagli ai quali tu nemmeno avevi pensato e che per organizzarli perderai un sacco di tempo.

Per tua fortuna esiste una soluzione. Questo è il momento in cui il coordinamento e la regia del matrimonio iniziano ad entrare nel vivo. Tu hai deciso tutto fino a qua, ora a gestire le rogne e i problemi e gli intoppi e la parte logistica ci penso io.

Tu continuerai ad occuparti di invitati, amici, parenti e cose da sposa che portano via tantissimo tempo, alla parte pratica di costruzione del matrimonio ci penso io.

Ecco, non ci sono grandi segreti ma solo buon senso e ordine logico e pratico. Ottimizzare ogni momento e non disperdere energie preziose.

Ok, la Signorina Rottermeier che è nascosta in me si sta mostrando, quindi ti consiglio davvero di compilare il form qui sotto e ricevere tutte le informazioni sul coordinamento e sulla regia del matrimonio direttamente nella tua casella di posta.

Lascia i tuoi dati reali, è l’unico modo in cui potrai ricevere tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *