La wedding planner decide tutto?

La wedding planner decide tutto? Magari!

Non so perchè, ma tra le spose negli anni si è sparsa l’idea che la wedding planner decida tutto, ma proprio tutto, sostituendosi agli sposi.

Nell’immaginario collettivo l’organizzatrice di matrimoni non ha mai ottenuto il giusto riconoscimento, cioè quello della figura professionale che ti può aiutare a organizzare le nozze, prendendosi carico di tutte le rogne organizzative (ricerca di fornitori, preventivi, trattative) ma lasciando ogni scelta finale alla coppia di sposi.

Puoi pensare alla wedding planner come ad una agenzia viaggi: tu decidi la meta, a volte a grandi linee (es: voglio andare in un posto con mare bellissimo e poca gente), a volte con le idee più chiare (es: voglio andare ad Aruba), quindi valutate insieme all’agente di viaggio tutte le varianti e i desideri da realizzare nel viaggio, ti vengono sottoposte una serie di soluzioni/combinazioni di prezzo, ma sei solo tu a fare la scelta finale, sei tu a scegliere la combinazione preferita, aiutata e supportata da chi ha esperienza nel settore.

In agenzia viaggi non fa tutto l’agenzia, esattamente come la wedding planner non decide tutto al posto degli sposi.

Il viaggio in agenzia costa un po’ di più che prenotando i voli con il fai da te? Sì, c’è una leggera differenza di prezzo, ma la differenza di relax che ti porta è innegabile. Tu non devi pensare a nulla, ma sarà tutto proprio come tu hai deciso.

Anche se adoro organizzare le vacanze da sola, perchè adoro organizzare/incastrare/scoprire, mi sono affidata due volte ad una agenzia viaggi per l’organizzazione delle mie vacanze ed è stato fighissimo.

Trovare la navetta per il transfer aeroporto/hotel appena fuori dal gate, arrivare in hotel e trovare tutto pronto, avere già l’itinerario programmato come volevo io senza dover organizzare di volta in volta è davvero un piccolo lusso alla portata di tutti.

La wedding planner decide tutto? Magari!

Ok, in realtà penso proprio di sapere perché si è sviluppata questa convinzione che la wedding planner decide tutto.

La colpa è della televisione.

E no, non lo faccio “in generale” come quelli che danno la colpa della televisione a tutto. La colpa ha un nome, quello di Enzo Miccio, e un programma televisivo famoso.

Le prime trasmissioni sul wedding risalgono agli anni 2008/2009, in cui con Angelo Garini facevano i wedding planner.

Ti ricordi come si svolgeva la trasmissione?

I due incontravano la coppia e, dopo una veloce chiacchierata, sottoponevano idee perfette di allestimenti davvero super scenografici e questa coppia accettava tutto senza battere ciglio, sempre entusiasta.

Angelo Garini realizzava il disegno degli allestimenti, Enzo Miccio parlava dello stile della sposa, insieme si mettono a dare ordini a chiunque lavori con loro nel giorno del matrimonio.

Il matrimonio risultava davvero da favola, ma il mood con il quale veniva organizzato era distante anni luce dalle spose come te e dalla realtà di un matrimonio organizzato con una wedding planner professionista.

Sono passati tanti anni da quando quella trasmissione faceva faville e, nel tempo, si sono aggiunte altre mille mila trasmissioni che parlano di matrimoni e tutte danno questa sensazione in cui la wedding planner presente organizza e decide come se il matrimonio fosse il proprio.

Se fosse così, sarebbe facile

Se fosse davvero la wedding planner a decidere tutto, sarebbe davvero il lavoro più facile del mondo.

Si potrebbe organizzare ogni volta un matrimonio diverso, seguendo lo stile che più piace, con budget sempre illimitati e dando alla sposa tutte le informazioni solo alla fine, a lavoro compiuto.

“Ciao, vieni alle ore 16 alla Chiesa di Santa Maria e poi si festeggia alla Villa sul lago. Ah, scusa, tu preferivi una situazione più rustica, magari un agriturismo rustic-chic? Eh, mi spiace… ho deciso io”

Ma ti sembra????????? Ma dai, ovviamente non accade questo e soprattutto le trasmissioni che vedi sono una montatura, una finzione televisiva!

E poi il tuo matrimonio non ha lo stile folle di quelli della tv.

Non fraintendermi: sarà stupendo e ricco di dettagli, ma non ti interessa che sia di quelli che lasciano a bocca aperta e che io condivido sempre su Instagram con l’hashtag #cerabudget.

Stai organizzando un matrimonio semplice ma bello, curato, con quei dettagli speciali. Vuoi che i tuoi invitati si divertano, che diventi per loro una grande festa e la ricordino con piacere.

Ho ragione? Penso proprio di averci preso.

I pregiudizi sulle wedding planner

La wedding planner nelle trasmissioni televisive ha le sembianze di una tipa strana, “miss perfettina“. 

Chissà perché: forse perché ci si immagina qualcuno che passi tutta la giornata a vedere allestimenti da favola, che viva in un mondo di glamour, divisa tra una sfilata di moda di abiti da sposa, ovviamente di alta sartoria (e di altissimi costi), e l’inaugurazione di una nuova location, con buffet eleganti e chic.

Ci si immagina una novella Jennifer Lopez, in tubino grigio imbottito di rescue remedy e di ogni altra diavoleria possa essere utile allo svolgimento del matrimonio.

La James Bond dei matrimoni, la McGyver degli allestimenti nuziali.

E invece il lavoro dell’organizzatrice di matrimonio è quanto di più noioso possa esserci.

Certo, spesso si visitano posti bellissimi, con spose emozionate e entusiaste, ma quello che si vede è sempre la punta dell’iceberg. Prima di arrivare a quel posto bellissimo, si sono passate tante ore davanti al PC per cercare di capire se quel posto fosse quello giusto, al prezzo giusto, che potesse soddisfare tutte le richieste della coppia.

La wedding planner lavora tutto il giorno al PC, divisa tra telefono e connessione internet. 

Organizzare bene è una questione che porta via tempo.

Serve sempre la wedding planner?

Rispondo con assoluta onestà: NO, la wedding planner non è una figura sempre necessaria.

Serve? Sì, in generale avere una consulente che ti aiuti a gestire tutto il matrimonio è utile, ma non è che senza di lei non ci si sposa più.

Inoltre sono convinta, anzi certa, che tantissime ragazze siano assolutamente in grado di organizzare da sé il proprio matrimonio.

Non solo perchè si è sempre fatto (anche se i matrimoni di questi anni sono molto più complessi di quelli di 20 anni fa, ed è la normale evoluzione di qualunque cosa), ma perchè organizzare, se sei  predisposta, è facile e divertente.

C’è solo una figura tra quelle organizzative che non puoi sostituire mai e di cui hai sempre bisogno.

Sto parlando della coordinatrice del matrimonio.

La regia del matrimonio è l’unica cosa che non puoi fare tu in prima persona

(e non puoi nemmeno delegare facilmente ad una mamma nervosa o ad una amica emozionata)

Questa cosa la dico sempre ma solo quando il matrimonio passa ti rendi conto che, forse, avere avuto al fianco una persona che ti potesse aiutare senza interferire nell’organizzazione sarebbe stata la soluzione perfetta.

Lo dico io in prima persona perchè, quando mi sono sposata per la prima volta più di 10 anni fa, ho organizzato tutto da sola (non facevo ancora la wedding planner ma avevo già iniziato a studiare per diventarlo) ma quel giorno mi sono dovuta affidare al caso, nonostante la pianificazione attenta.

Lo dico oggi, dopo un anno dal mio secondo matrimonio: anche questa volta ho organizzato tutto da sola, ma aver avuto Alessia presente quel giorno che controllava tutto è stato il regalo migliore della mia vita.

Lo dicono le ragazze che mi seguono da un po’, che nonostante tutto quello che scrivo hanno preferito ignorare i miei consigli e fare da sole e che, poi, mi scrivono messaggi come questi:

La persona in questione a cui aveva dato la responsabilità del cd con la musica era il cognato.

La location ha fatto tecnicamente il loro lavoro: hanno messo i confetti sul tavolo. Poi, come li abbiano messi… ehm… ormai era tardi.

Continuiamo con questa recensione “al contrario”:

Ecco, questo accade praticamente sempre ad ogni matrimonio.

Lei dice bene “il mio matrimonio è stato splendido e sono sciocchezze”, ma quanto pesano queste sciocchezze. Perché ti sei impegnata tanto a organizzare tutto e poi devi sperare che tutto vada bene.

Pensaci bene, dunque.

E se vuoi saperne di più sul coordinamento e regia del matrimonio, servizio TOP per qualunque sposa stia organizzando le nozze da sola, compila il form qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *