Questo post è dedicato a tutte le spose che detestano l’improvvisazione nel giorno del matrimonio.

Probabilmente in questi particolari giorni ti ritrovi in balia dell’incertezza, del non sapere cosa fare, del “che succederà?”.

Ti capisco molto bene: tutto ciò non aiuta per niente l’organizzazione di nulla.

Ti voglio fare un esempio.

Se vuoi evitare l’improvvisazione nel giorno del matrimonio, questo è il post per te.

Io detesto cucinare.

Lo sanno tutti, non l’ho mai nascosto e l’ho persino scritto nella mia bio.

Eppure, come tutti, l’ho sempre fatto. E, se necessario, lo faccio ancora, ma è una cosa per la quale proprio non mi impegno.

Quando io e Luca siamo andati a vivere insieme, dopo un mese che ci conoscevamo, abbiamo diviso i compiti in casa secondo le nostre inclinazioni.

Lui cucina, io pulisco.

In 4 anni di relazione non ho mai toccato una pentola e Luca ha preso così seriamente questo compito che mi prepara anche la “schiscetta” per i pranzi. Non solo, se la sera non è a casa si impegna per lasciarmi comunque qualcosa di pronto.

Sai perchè non mi piace cucinare? Trovo che sia una cosa che richiede un sacco di impegno e di ingegno. E io non ho voglia di dedicarmici.

Non sono capace di arrivare davanti al frigo, aprirlo e dire “ho questi ingredienti, mi invento qualcosa”. Mi stressa.

Al contrario adoro preparare i dolci. Perché per fare i dolci non serve pensare, devi solo eseguire la ricetta. Devi seguire le regole. E per infrangerle, devi conoscerle alla perfezione.

Non puoi togliere ingredienti da una ricetta di una torta senza sapere a cosa servono.
Non puoi sostituire un ingrediente con un altro senza sapere esattamente che caratteristiche ha e la sua precisa funziona all’interno della preparazione.
Non puoi aggiungere le dosi “a occhio”. 

Nei dolci non c’è spazio per l’improvvisazione e io detesto l’improvvisazione.

Il mio lavoro è proprio quello di evitare l’improvvisazione attraverso la pianificazione attenta.

Nei dolci devi seguire la ricetta alla lettera.

Nel coordinamento… anche. E io sono bravissima a seguire le indicazioni che mi vengono date.

Per te che stai organizzando il tuo matrimonio è un grandissimo punto a tuo favore, è il vero relax.

Ecco perchè il coordinamento del matrimonio fa per te

Ti ho già spiegato che il coordinamento del matrimonio è il servizio per le spose che si stanno organizzando il matrimonio da sole.

Sembra una follia e spesso le colleghe pensano sia una pazza a dirlo e dal loro punto di vista hanno anche ragione.

Però non vedono le cose come le vedo io: ci sono tante ragazze, e tu sei una di loro, che hanno molti contatti interessanti per organizzare le proprie nozze.

Quindi pensano di non aver bisogno di una wedding planner che le aiuti a trovare i fornitori perché… li hanno già!

E sono sicure che quel fornitore sia perfetto per loro. Quindi è giusto che lo abbiano.

Sai perché so questo? Perché io sono stata una di queste spose. Perché tu sei una di queste spose.

Quando mi sono sposata ho avuto di certo bisogno di una wedding planner che mi organizzasse il matrimonio, a quello avrei pensato io.

Però avevo bisogno di qualcuno che mi aiutasse a gestire tutto quanto.

Proprio perché conosco bene gli eventi e i matrimoni, so esattamente come funziona quella lunga giornata: io non sarei mai potuta essere sia l’organizzatrice che la sposa.

Allo stesso modo, tu non hai bisogno di una wedding planner tradizionale che ti aiuti a cercare tutti i fornitori, magari scegliendoli quasi sempre tra i professionisti con cui collabora.

Ma hai bisogno di qualcuno che ti aiuti a gestire queste persone, che le sappia coordinare e organizzarsi in modo da lasciarti libera di fare quello per cui hai preparato tutto: fare la sposa.

Il grande errore di ogni sposa

Ogni sposa fa questo errore ed è quello che stai facendo anche tu.

L’errore di cui parlo è fidarti dei fornitori.

Aspetta, chiariamo bene. Ovviamente hai scelto dei professionisti o persone in linea con la tua visione del matrimonio, quindi sai per certo che faranno un ottimo lavoro.

Ma come avere la garanzia che facciano esattamente quello che tu hai chiesto?

Solo perché hai mandato loro una mail riassuntiva qualche settimana prima? Solo perché, in una conversazione avvenuta mesi prima, ti avevano ripetuto che non ti devi preoccupare di nulla?

L’errore di cui parlo sta in questo qui-pro-quo che si crea ogni volta.

Certo, i fornitori stessi alimentano questa cosa in ogni matrimoni.

Sono tutti così preoccupati di farti sapere di essere in ottime mani, qualcuno usa pure a sproposito la parola wedding planner, che sappiamo fa tanto moda e ti dà quella sensazione di sicurezza, qualcuno che penserà a tutto quanto.

Vero?

Se così fosse, perché tante ragazze si lamentano che i fornitori non hanno fatto quello che volevano?

Perché tante ragazze si lamentano di come hanno dovuto dare costanti indicazioni ai fornitori durante le nozze o, addirittura, hanno dovuto intervenire personalmente per risolvere dei problemi?

Tu pensi i fornitori sappiano tutto, i fornitori sanno che comunque quel giorno chiederanno a te.

E così, senza rendertene conto, ti trovi a dare indicazioni ai fornitori mentre ti rendi conto che rispondere a due domande non è garanzia di avere tutto sotto controllo.

Puoi rimediare a questo errore

Se sei una delle ragazze che si è vista costretta a dover rimandare il matrimonio per colpa del coronavirus, ritieniti fortunata: sei in tempo per rimediare a questa mancanza e rendere davvero rilassante il giorno del tuo matrimonio.

Te lo meriti.

Te lo meriti perché già spostare le nozze è stato faticoso, sia dal punto di vista organizzativo trovando una data che andasse bene a tutti e mediando vari problemi, che da quello emotivo, visto che hai dovuto rinunciare a tanti dettagli a cui avevi pensato per quella particolare stagione.

Devi rischedulare e ripianificare tutto. Ci manca solo che il giorno del matrimonio, arrivato dopo tanto, lo passi anche a dare ordini e a rispondere alle domande che i fornitoti ti fanno.

Mi spiacerebbe moltissimo. E ti spiacerebbe moltissimo.

Ecco la soluzione

Ho pensato ad un mini-servizio che spero ti possa aiutare a gestire questo momento. Se vuoi saperne di più, scoprire di cosa sto parlando e magari farti incuriosire, puoi cliccare qui e leggere di “Timing 4 You”.

Altre info? 

Compila il form e riceverai tutto direttamente su whatsapp.