Matrimoni alternativi: 10 consigli per organizzare l’aperitivo

Matrimoni alternativi: sono certa che ogni coppia che si sposa, inizialmente, vorrebbe proporre ai propri invitati una festa particolare, diversa dal solito.

Doverosa la premessa: i matrimoni “classici e noiosi” sono un brutto ricordo degli anni ’90, io stessa in 4 anni di apertura dell’agenzia I Matrimoni di Pink e di oltre 10 anni di eventi e matrimoni, ne ho fatto solo uno.
Adesso, per fortuna, continua a resistere la formula buffet+servito: un buffet di benvenuto molto ricco, uno/due primi e un secondo servito ai tavoli (per circa 1.30/2h di servizio) e poi di nuovo tutti in piedi per il buffet di formaggi o di dolci.

La formula funziona perchè la giornata viene movimentata, c’è comunque la possibilità per gli invitati dell’appoggio al tavolo, per chi è stanco o vuole semplicemente lasciare da qualche parte giacca e pochette, ma non si impone a nessuno di restare seduti al tavolo a lungo.

Però… bisogna accontentare anche le richieste di quel gruppetto di irriducibili che appena inizia l’organizzazione decide di fare tutto il ricevimento a buffet, sia per risparmiare, sia per evitare che sia tutto troppo lungo e noioso (ma, come abbiamo già detto, questo non accade più).

A voi, quindi, lascio alcuni consigli importanti, da non dimenticare assolutamente:

  1. Chiamiamolo APERITIVO: a volte basta chiamare le cose con il loro nome per dare un’immagine completamente diversa. Quando parlerete della vostra festa di matrimonio, parlatene come di un ricco aperitivo, di un aperitivo rinforzato o di un happy hour (ma per favore non chiamatelo apericena… grazie!): così tutti sanno cosa aspettarsi, sanno che ci saranno varie portate, che mangeranno molto bene e non se ne andranno affamati. Al contempo, sapranno anche che non si devono aspettare un pranzo “regolare”.
  2. Organizzate I TEMPI / parte prima: un aperitivo non può durare tre o quattro ore. Semplicemente perchè, allungando troppo la durata dell’aperitivo, i vostri ospiti si potrebbero annoiare più in fretta del “classico matrimonio”, facendo sfumare così il principio con cui avete scelto di organizzare l’aperitivo.
  3. Organizzate i TEMPI / parte seconda: l’aperitivo avrà una durata massima di un paio d’ore e inizierà con l’arrivo degli  appena terminata la cerimonia. Regolatevi anche in base a questo: forse è meglio una cerimonia pomeridiana, se religiosa fatela iniziare almeno alle 16.30, se fosse civile non prima delle 17.30.
  4. Prevedete i POSTI A SEDERE: da galateo aperitivi e buffet devono prevedere sedute per il 30/40% degli ospiti. Fate un’eccezione e organizzate, anche noleggiando se necessario, tavoli, tavolini, poltrone, divanetti e cuscini per tutti i vostri ospiti. I tavoli serviranno per le persone anziane o per i vostri genitori, i cuscini tipo pic-nic piaceranno alle vostre amiche!
    matrimoni alternativi aperitivo
  5. Parola d’ordine VARIETA’: sbizzarritevi con il cibo. Dalle tartine al finger food, dai primi caldi a paninetti gourmet, dai grandi classici della cucina italiana a portate esotiche la parola d’ordine è varietà: tanta scelta per tutti i gusti, pensate sempre ai vegetariani, ai vegani e a chi è allergico a qualcosa (es: celiaci e intolleranti al lattosio). Un aperitivo funziona quando non ha nulla da invidiare al più classico pranzo!
  6. Pensate all’INTRATTENIMENTO: riguardate i punti 2 e 3, quelli in cui si parlava del timing della giornata. Visto che l’aperitivo durerà due ore al massimo, è fondamentale pensare a qualcosa per intrattenere gli ospiti. Uno spettacolo, attività e giochi da fare insieme e balli scatenati che convincano i vostri ospiti a fermarsi fino a tardi.
  7. Non dimenticate il GALATEO: l’aperitivo è per definizione un modo molto informale di festeggiare, ma stiamo parlando pur sempre di un matrimonio e il galateo va rispettato: inviate per tempo le partecipazioni, prevedete posti a tavola per tutti (come detto al punto 4), ci saranno confetti e bomboniere per ringraziare chi ha partecipato.
  8. Puntate sulla WEDDING CAKE: ogni evento che si rispetti ha un momento importante e, nel vostro caso, si tratterà del taglio della torta. Siete sicuramente riusciti a risparmiare qualcosa sul ricevimento… quindi investite sulla Wedding Cake. Scegliete un buon pasticcere che sappia unire gusto ed estetica, osate e fate qualcosa che resterà nella memoria collettiva.
  9. Evviva gli INVITATI: organizzando un aperitivo potrete sicuramente estendere la lista degli invitati anche a quelle persone che, di solito, si è in dubbio se invitare. I colleghi, ad esempio, o la compagna del corso di Yoga con cui ogni tanto siete uscite a ballare. Se avete dei dubbi e non siete già troppi, lasciatevi andare!
  10. Organizzate un PICCOLO EVENTO per i testimoni e genitori: l’aperitivo mantiene un carattere informale e vi permetterà di estendere gli inviti a tutte le vostre conoscenze, senza fare troppa selezione. Ma per i vostri genitori e per i testimoni che vi sono stati vicini potreste pensare di organizzare una cena intima, molto elegante, che renderà il giusto onore al ruolo che ricoprono nelle vostre vite.stile rustico

Sono convinta che ogni idea sia valida per organizzare matrimoni alternativi, basta non dimenticare che voi siete i padroni di casa e che tutti i vostri ospiti dovranno essere sereni!

 

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Scoprire se sono ancora libera nel giorno del tuo matrimonio è facile.

[COMPILA IL FORM QUI SOTTO]

Riceverai -senza impegno- tutte le informazioni sui servizi di Colorato di Pink, il listino prezzi (al grido di “evviva la trasparenza”) e la mia disponibilità nel giorno del tuo matrimonio.

Direttamente nella tua casella di posta!!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *