Avete deciso di sposarvi con un emozionante rito civile all’aperto e ora stai cercando di capire come scrivere la partecipazione se ti sposi in Villa.

Ora che hai la data, il luogo e anche qualche idea di allestimenti, è tempo di pensare a informare parenti amici. Arriva la parte che reputo più divertente.

Sì, diciamoci la verità: scegliere forma, colore, stile e dettagli degli inviti, del coordinato grafico e della wedding stationery è divertente, soprattutto mentre la sera, sul divano, guardi foto e cataloghi da sogno.

La forma, i materiali, il logo, il colore della ceralacca, il font da usare. La sua creazione e ideazione per le creative è la parte più divertente di tutta la faccenda matrimonio.

Anche perché queste scelte saranno poi lo stile di tutto il matrimonio e con gli stessi elementi si provvederà a realizzare menù, libretti messa, escort card o tableau, segnatavoli.

L’idea è quella di dare continuità nello stile che si “dichiara” con le partecipazioni. Avrai sicuramente sentito dire che “la partecipazione anticipa lo stile del matrimonio”. Bene, intende esattamente questa cosa.

Dopo aver trovato quella giusta, che rispecchia il tema del matrimonio e lo stile che vuoi dare a tutta la festa, iniziano i “problemi”.

Come scrivere la partecipazione se ti sposi in Villa

On line, sui siti e negli esempi che hai trovato in giro si parla quasi sempre di matrimonio in chiesa.

Probabilmente sei la prima ad aver organizzato un matrimonio con cerimonia in Villa, quindi non hai mai ricevuto una partecipazione da cui copiare il testo per invitare.

Perché il problema che ti stai ponendo è esattamente capire cosa scrivere per invitare i tuoi amici e parenti al tuo matrimonio,.

Con la chiesa è facile: si mette l’ora della cerimonia in chiesa e poi, su foglietto a parte, invito al ristorante.

Nel tuo caso?

In realtà è ancora più facile di quello che pensi, perché non devi aggiungere nulla di più dell’ora di inizio della cerimonia.

Il tuo matrimonio è un evento importante di cui parlerai a lungo in questi mesi e per cui le persone ti faranno domande. Quindi sapranno che ti sposerai in Villa, quel giorno, e si immaginano (o te lo chiederanno esplicitamente) che il ricevimento sarà poi nello stesso posto, senza doversi spostare ancora.

Anzi, vedrai che lo prenderanno con grande entusiasmo perché non devono impazzire tra mille spostamenti. Che si sono sempre fatti, ma che ultimamente pesano sempre di più.

Non essendo qualcosa di mai esistito prima, non esiste un galateo a cui appellarsi. Anche se ormai saprai che credo molto poco nel galateo nel 2020, visto che il mondo del galateo non esiste più e ormai le regole sono completamente cambiate.

Quindi, per scrivere questo post ed aiutarti a capire come scrivere la partecipazione se ti sposi in Villa, ho preso spunto dalle partecipazioni delle mie clienti.

I matrimoni in Villa con rito simbolico sono sempre più comuni, ormai la normalità e come coordinatrice ne ho seguiti tanti. Essendo comunque da organizzare da zero, è bene prevedere un aiuto.

Entriamo nel pratico e senza darti troppe regole, mi limito a copiare e incollare il testo delle partecipazioni di clienti che si sono sposate con rito simbolico.

Il matrimonio di Marco e Marina è stato anche pubblicato su Wedding Wondeland.

Marco e Marina
annunciano il loro matrimonio
21 giugno 2019
Villa Lorenzo
(indirizzo)

La cerimonia avrà luogo alle 16.30

A seguire, gli sposi saranno felici di festeggiare
con amici e parenti nel parco della Villa

Annalisa e Claudio hanno organizzato un matrimonio moderno e la loro partecipazione è stata stampata sul plexiglass.

Annalisa e Claudio
sono lieti di invitarvi al loro matrimonio
Sabato 1 Giugno 2019
ore 17.00

La cerimonia e i festeggiamenti si terranno presso Villa Leoni

Sarah e Gianluca, invece, hanno realizzato una partecipazione che ricorda il libro delle favole, quindi le informazioni erano sparse tra le pagine. I dati importanti erano segnati subito all’interno ed erano essenziali.

Sarah e Gianluca
9 settembre 2019
Castello di Bevilaqua
(indirizzo)

Infine, ti mostro la mia partecipazione. Ovviamente, essendo la mia, mi permetto di lasciarti la foto originale, così vedi anche come l’ho impaginata.

Nella mia partecipazione ho inserito anche il programma della giornata (che intravedi dietro la carta semilucida). Ti ricordo che ho voluto realizzare un reverse wedding, quindi era necessario che le persone sapessero come sarebbero andate le cose (ho tagliato la torta prima del buffet, subito dopo la cerimonia, mentre il pranzo coi parenti è stato prima della cerimonia).


Per il matrimonio civile o simbolico in Villa non esistono regole di impaginazione né frasi imposte. Come dico sempre, questa libertà è perfetta per lasciar sfogare la creatività, ma se ce ne è troppa, ci si perde via.

Spero di essere stata chiara nel post di oggi.

Se vuoi saperne di più, puoi ascoltare la puntata del podcast dedicata alla wedding suite con Giada di Fragola Lilla oppure specifica sulle partecipazioni con la calligrafa Ketty Agnesani, due dei fornitori con cui collaboro più spesso.

Soprattutto, trovi tutte le informazioni anche per aiutarti a realizzare una perfetta cerimonia all’interno del mio libro LA BIBBIA DEL WEDDING – Tutto quello che devi sapere per organizzare il tuo matrimonio. Compralo direttamente su Amazon: c’è lo sconto del 5% e le spese di spedizione gratuite!