La bomboniera è passata di moda?

Bomboniera: un termine strano, che indica un oggetto ben definito ma che, nell’immaginario collettivo, ha assunto un significato vecchio, desueto.

Non so a te, ma a me spesso le parole portano immagini ben definite. La parola bomboniera, ad esempio, mi fa venire in mente la polvere, il buio di alcune case, i mobili color mogano e qualcosa di molto kitch.

Bomboniera viene anche associato a qualcosa di molto opulento e un po’ frivolo (sì, ho mangiato pane e Zanichelli a colazione!) e nel tempo è diventato anche un aggettivo per qualcosa che sembra superfluo, finto ma anche perfetto.

Parlare di bomboniera con le spose, nel 2017, fa venire un po’ di orticaria a tutti e crea sempre un dibattito interessante.

Leggi anche: Bomboniera si o no?

Mi sono resa conto che la bomboniera viene percepita da tutti come superflua, inutile, brutta e prendipolvere. Per essere chiari e senza peli sulla lingua.

Anche se da tempo predico che ormai non si parla più di soprammobile in argento o in ceramica, l’immaginario collettivo è duro da far cambiare e spesso pure dal seguito degli sposi arriva lapidario il commento “ma va, non fare la bomboniera, fai dei bei sacchetti coi confetti e stop”

Il mio pensiero sull’argomento è noto e più volte espresso. Sorvolando sulla scelta dell’oggetto credo sia cosa carina omaggiare gli invitati del matrimonio con un piccolo ricordo della giornata, un piccolo cadeau.

Per far capire cosa intendo, nel mondo anglo-americano si parla di “wedding favor” e in francese si parla semplicemente di “cadeau du mariage”. In entrambi i casi, letteralmente, è indicato il regalo del matrimonio.

Mi sembra che così le cose cambino completamente e che è bello donare agli invitati un piccolo ricordo del tuo matrimonio.

Arrivando però alla domanda del post:

La bomboniera è passata di moda?

La premessa è stata doverosa e, alla luce di quanto sopra, la risposta è una sola: NO, NON E’ PASSATA DI MODA!

E’ solo cambiata. Proprio come è cambiato il matrimonio.

Addio soprammobili, statuine, cornici e suppellettili. Benvenuto a tutto il resto.

Vediamo… per farti capire cosa intendo, pensa semplicemente a piccoli regali che faresti a degli amici.
Ecco, la bomboniera nel 2017 non è niente di più di un regalino che si fa in occasione di una ricorrenza precisa. Quindi può essere una specialità gastronomica, dell’ottimo vino, qualcosa di davvero utile (no, lo svuotatasche in ceramica NON è utile!), qualcosa che riguarda voi come coppia, un libro, una stampa, un ricordo.

Non ti convince nulla? Una bella scatola con una degustazione di confetti di alta qualità e al posto della confettata, ormai scontata, allestisci un corner dedicato alle caramelle, alla cioccolata calda, ai cocktail, alle crepes e alle frittelle, al gelato e a qualche altra golosità.

Per farti delle idee di bomboniera davvero originale ho preso ispirazione direttamente dai matrimoni che ho organizzato e ho raccolto le migliori bomboniere del 2016 in un unico post.

Leggi anche: Bomboniere alternative (per davvero)
Leggi anche: Bomboniere gastronomiche (molto fighe!)

Posso pensare ad una bomboniera diversa tra gli ospiti?

La risposta è sì, ma valutando caso per caso.

Esclusa la bomboniera per i testimoni (di cui parleremo più avanti), puoi pensare di fare bomboniere diverse tra gli ospiti.

La stessa bomboniera con dettagli diversi

Hai scelto dei barattoli porta spezie, dei piccoli contenitori o comunque lo stesso oggetto con delle semplici varianti di colore o di dettaglio? Benissimo! Confezionali tutti allo stesso modo e lascia che sia il destino a fare la propria scelta.

Potrebbero verificarsi scene in cui qualcuno insegue qualcun’altro per fare cambio, perchè magari preferiscono un dettaglio rispetto all’altro… ma tu te ne freghi e anzi prendi la cosa con spirito goliardico.

Anzi, tieni conto che se le avessi fatte tutte uguali ci sarebbero state delle insoddisfazioni, almeno così si possono sistemare tra loro.

Bomboniera diversa per persone diverse

Ti racconto questa storia: conoscevo una sposa a cui la bomboniera classica piaceva davvero molto, un po’ come me e infatti già mi immaginavo di poterla aiutare a scegliere tra i famosi soprammobili.
Purtroppo, però, sapeva che la maggior parte dei suoi invitati non avrebbe apprezzato l’oggetto nè avrebbe capito l’impegno economico. Il rischio che i bellissimi porta grissini dipinti a mano che aveva scelto venissero cestinati o, peggio, donati a qualche pesca di beneficenza la faceva impazzire.

Quindi… ha fatto bomboniere diverse solo per chi le avrebbe davvero apprezzate.
A tutti gli altri, ha ripiegato su dei bellissimi vasetti di buonissimo miele.

L’eleganza del gesto, per non creare malumori, è stato nella consegna: tutti i partecipanti al matrimonio hanno ricevuto la bomboniera collettiva, cioè il vasetto di miele.
Alcuni di loro, invece, il giorno dopo, hanno ricevuto una bomboniera extra, speciale che è stata molto apprezzata!

E la bomboniera per i testimoni?

Vale lo stesso discorso di cui sopra: non pensare più alla bomboniera classica ma pensa ad un regalo.

Anni fa si regalava lo stesso soprammobile in versione più grande. Se agli invitati si regalava un vasetto o un piccolo soprammobile, ai testimoni si sceglieva il top di gamma, con un vaso speciale o un oggetto più importante.

Adesso, invece, si pensa ad un regalo personale.

Molto di moda i gioielli che restano: ciondoli o bracciali di Pandora o di Tiffany con incisioni e comunque speciali, collanine che ricordano il matrimonio, orologi e gemelli per i signori, magari sempre incisi.

Se si tratta di una coppia è possibile pensare a qualche oggetto per casa o tecnologico che sai stanno cercando.

Un mio amico, che è stato testimone numerose volte, ha detto che tra i regali preferiti ha ricevuto un quadro che voleva e, ad una coppia che ha fatto le bottiglie di vino come bomboniera per tutti, a lui hanno regalato anche i bicchieri di cristallo con il decanter.

All’ultimo matrimonio a cui ho partecipato come invitata, le testimoni hanno ricevuto un ciondolo di Tiffany da agganciare al bracciale con una incisione personale.

 

Ecco… come vedi, si tratta di un regalo personale, di qualcosa che resta e che comunque piace davvero tanto.

Infine…

Si fa ancora la bomboniera ai genitori?

Anche questo punto è molto cambiato.

Qualche anno fa, ai genitori, per ringraziarli dell’impegno economico sostenuto, si faceva una bomboniera importante quasi quanto quella dei testimoni.

Adesso, invece, è uso regalare loro una versione ridotta dell’album di matrimonio. Oppure una piccola selezione, delle stampe particolari molto emozionanti.

Se avete scelto una bomboniera gastronomica, magari, ai vostri genitori potete regalare il cesto completo con tutte le specialità su cui eravate indecisi. In questi anni di ristoranti stellati e Masterchef e di riscoperta dell’ottimo cibo, con una bomboniera alimentare non si sbaglia mai!

 

Spero di averti aiutato a rispondere alle domande più frequenti che riguardano la bomboniera, un argomento che ancora suscita tanti dubbi e tante perplessità!

Se vuoi avere qualche dritta in più, ti ricordo che la consulenza iniziale è sempre gratuita, che se mi scrivi una mail mi fa molto piacere risponderti e che possiamo sentirci senza alcun impegno, anche solo per conoscerci.

Scrivi a: claudia@imatrimonidipink.it

Ti rispondo entro 24 ore… promesso!

Foto: Colori e Sapori, bomboniere gastronomiche – Bollate (MI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *