Le 3 cose che puoi NON FARE per il tuo matrimonio (e sarà comunque indimenticabile)

Pensavi che organizzare il matrimonio fosse facile.

Certo, eri al corrente che inizialmente ci sarebbe stato un po’ di trambusto in quanto bisognava far quadrare la Sacra Triade: la data che ti piace con la cerimonia che vuoi tu e nella location dei sogni.

Ma anche questo ostacolo è andato e oggi hai una data, un luogo e sai che tipo di rito confermerà voi come coppia.

Quindi inizi a pensare alle partecipazioni, affrontando il dilemma se indicare o no l’Iban della lista nozze.

Tutto questo mentre hai aderito ad alcuni gruppi Facebook e forum a tema matrimonio.

Da qui, la crisi.

Sei entrata in contatto con un mondo che non credevi possibile, di cui avevi visto la punta dell’iceberg solo su Pinterest (guarda la mia bacheca dedicata alle spose) e forse su Instagram (leggi la guida dedicata a come organizzare il matrimonio usando Instagram).

Hai scoperto che esistono una infinità di dettagli da preparare e che non è sufficiente dare da mangiare e un po’ di musica ai tuoi ospiti.

Ripensando agli ultimi matrimoni a cui sei stata c’erano tanti piccoli dettagli a tu, comunque, non avevi fatto caso.

Ma ti voglio dire una cosa, prima di continuare la lettura di questo post.

In un matrimonio esistono dettagli NON necessari

Ci sono milioni di cose per il matrimonio che si preparano ma che non sono necessarie, che non tolgono nulla al tuo grande giorno o, al contrario, non aggiungono valore.

Non c’entra nulla il budget sempre troppo limitato rispetto ai tuoi sogni da bambina o il poco tempo a disposizione.

Si tratta proprio di dettagli che devi valutare solo se ti piacciono, se aggiungono particolarità e ricercatezza al tuo matrimonio, se li senti affini.

Funziona un po’ come nella scelta dell’outfit. Potranno anche andare di moda gli shorts inguinali o le gonne midi a metà polpaccio, ma se a te non piacciono o, peggio ancora, non fanno sentire a tuo agio, non li indossi. Giusto?

La stessa cosa funziona per il matrimonio.

Le tendenze ci sono anche in questo settore, penso ad esempio alla confettata (iniziata tra il 2008 e il 2009) e il photobooth (iniziata tra il 2013 e il 2014), vere e proprie innovazioni che ora sono entrate nell’organizzazione base.

Ma se non le vuoi fare, non devi farle.

Dico sempre alle mie clienti che organizzare un matrimonio facendo alcune scelte perché “va di moda così” o, peggio ancora, “perché se no mi criticano” è il modo migliore per essere insoddisfatte del proprio giorno.

Che, non finirò mai ricordarlo, è uno solo e dovrà essere BUONA LA PRIMA.

Un conto sono le tradizioni da rispettare, belle e importanti nella loro inutilità, che fanno sentire a casa e con le quali siamo cresciute, l’altro i matrimoni copia/incolla.

Quindi se la tua amica ha fatto i segnaposto in gessetto profumato che a te non sono piaciuti, NON FARLI.

Le 3 cose che puoi NON FARE per il tuo matrimonio
(e sarà comunque indimenticabile)

Hai letto di tendenze che stanno spopolando nel web.

Nei gruppi Facebook non si parla d’altro e le domande sono sempre, inesorabilmente, le stesse.

Ho individuato tre voci che si ripetono, mentre tutte stanno facendo le stesse domande. E questo post è diventato necessario perché, se anche tu sei in quei gruppi, forse ti stai facendo venire paranoie e scrupoli; il mio lavoro, invece, è evitare il troppo stress e rassicurarti.

1. WEDDING BAG

Si tratta di una coccola per le invitate, una cortesia è riservata alle signore, e consiste in una borsetta (nel materiale preferito) che contiene piccoli e -in teoria- utili omaggi.

Si possono mettere i coni per il riso o le bolle di sapone, dei ventagli, una bottiglietta d’acqua se fa molto caldo o salviettine rinfrescanti se fa molto caldo, il libretto della messa, il fiocco per le auto e le indicazioni per il ristorante.

Tutte cose che prima si offrivano nei semplici cesti di vimini.

Non sono affatto necessarie.

Molto carine, sicuramente sceniche ma non sempre utili. È quella cosa che funziona se fatta bene, con stile ed eleganza, investendo qualche soldino.

Scegliendo una bella borsa, dettagli di qualità e idee originali.

Non hai voglia di sbatterti, di cercare i singoli pezzi, di passare le sere a comporli o, semplicemente, vuoi destinare il budget del tuo matrimonio ad altri aspetti? Fallo senza sentirti in colpa.

Rinuncia alle wedding bag senza sentirti in colpa.

2. SEGNAPOSTI

L’inutilità fatta oggetto. E chi ti parla è una fan dei soprammobili e dei dettagli della casa, una che settimanalmente spolvera piccole statuine, vasi e altri ammennicoli che sono lì a “prendere polvere”.

I segnaposti sono degli oggetti, di solito di piccole dimensioni e di modesto valore, che vengono posizionati uno per ogni posto tavola, vicino al tovagliolo o ai bicchieri.

Servono a decorare ulteriormente la tavola, dovrebbero essere un ulteriore piccolo regalo agli ospiti ma finiscono nella spazzatura.

I gessetti sono le opzioni più gettonate ma li trovo davvero inutili.

Se hai un centrotavola piuttosto piccolo o fornito dal ristorante possono dare carattere, ma se già il centrotavola è importante e il segnatavolo a tema, non serve altro.

Magari sei anche del partito che rinuncia alla bomboniera perché “prende polvere e tutti la buttano”, cosa cavolo ci potrebbero mai fare con dei sassetti di gesso? Li mettono sulla mensola e poi li spolverano?

Hai osato con una tavola imperiale, cioè quella lunga e stretta che hai stravisto su Pinterest e fare il tableau è scomodo? Ecco, in quel caso dei segnaposto personalizzati, cioè con il nome del singolo invitato, sono strepitosi e molto originali.

Ma ce ne sono alcuni fatti con la carta seminabile che diventano vere e proprie piante, oppure spillette o altri piccoli gadget che trovano una reale utilità.

Quindi non è proprio un NO convinto, ma un NO CON LA CONDIZIONALE. Vediamo come li usi e ti dico se vale la pena spendere soldi per questa cosa oppure destinarli ad altro.

3. LE DAMIGELLE

Belle, scenografiche, ma non indispensabili.

Eredità che ci portiamo dietro dall’America, trovo che siano il modo perfetto per coinvolgere le tue amiche che non hai scelto come testimoni.

Le testimoni possono essere due in chiesa e una in comune, se ne hai in più sappi che sono eccezioni concesse dai singoli comuni/parrocchie e non la regola. O meglio, in comune possono essere più di uno, ma solo uno firmerà. Quindi l’altro sarà “simbolico”.

Ma hai tante amiche e vuoi che tutte si sentano parte integrante del tuo grande giorno.

Se sei superconvinta di questa opzione, leggi il mio articolo Damigelle: istruzioni per l’uso ma se hai dubbi, problemi o questa idea ti sta complicando ancora di più il matrimonio, allora sappi che non sono necessarie.

Mettere d’accordo tante amiche, magari molto diverse tra loro, sarà difficilissimo: forma degli abiti, colore, stile sono tutti argomenti che difficilmente troveranno accordo.

O ti imponi, o lasci perdere.

Non sono necessarie, te lo confermo e sottoscrivo. Anzi, hanno anche poca utilità.

Non possono aiutarti con il matrimonio perché non sono loro ad averlo organizzato, non conoscono gli accordi che hai preso con i fornitori e non sanno esattamente cosa desideri tu.

Come fanno a capire se i fiori sono esattamente quelli che volevi? Se l’allestimento è giusto?
Magari a loro piace pure, ed è oggettivamente bello, ma non è il tuo stile. Quindi? Loro effettivamente hanno fatto quello che hai chiesto, cioè “controllare che fosse tutto in ordine”, ma non puoi incolparle se ci sono stati errori.

Loro sono invitate e non devono sentire lo stress dei preparativi o stare ai tuoi ordini.

TI stanno dicendo tutte che sono felici di aiutarti? Certo, perché ti vogliono bene e lo fanno in nome dell’affetto che vi lega.

Ma io sento cosa dicono poi quando non ci sei e fidati, che se lo sentiresti, non le vorresti più come amiche

 

* * * * * * * * * * * * *

Hai bisogno di consigli durante i preparativi, di aiuto pratico durante l’organizzazione del matrimonio?

[Allora hai bisogno di me]

Il coordinamento è il servizio che salva sposa e amiche, fornisce assistenza completa durante i preparativi e il giorno del matrimonio e tiene le redini di tutti i fornitori… senza stress per la sposa nè per le amiche.

Come fare a contattarmi per saperne di più?

Compila il form qui sotto. Saprai subito se la data del tuo matrimonio è libera e come potrò esserti d’aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *