Come fare il matrimonio in chiesa: leggi questo post!

Come fare il matrimonio in chiesa? Cosa devi organizzare? A cosa devi pensare? 

Se stai organizzando il tuo matrimonio e avete scelto di sposarvi in chiesa, è meglio che tu legga questo post.

Perché in una sola volta ti racconterò tutto quello che devi sapere per una perfetta organizzazione.

Come sai questo blog è nato per aiutare le spose come te, che stanno organizzando il matrimonio da sole e hanno bisogno di aiuto. Ci sono davvero tantissimi dettagli a cui pensare e i tempi in cui le nozze erano “prenoto chiesa, ristorante, musica e abito” sono passati da almeno 20 anni!

Tutto quello che scrivo è frutto della esperienza in questo settore da ben 4 punti di vista:

  • quello della sposa (per ben due volte)
  • quello dell’amica della sposa
  • quello di chi ha lavorato con altri fornitori
  • quello di chi fa questo lavoro da più di 8 anni nel wedding e da oltre 15 negli eventi

Insomma, mi sento titolata a raccontare cosa succede nel settore del matrimonio.

Una frase che mi piace, che ho rubato spesso alla mia amica Claudia Carbonara, è “un matrimonio, senza cerimonia, è solo una festa”.

E ha dannatamente ragione.

Dai, siamo sincere e chiare: cosa sarebbe il matrimonio senza la cerimonia che vi dichiara “marito e moglie”?

Quale cerimonia non è importante, perchè il matrimonio civile, il matrimonio simbolico e quello religioso hanno la stessa dignità. Non ce ne è uno più bello dell’altro: il matrimonio è una promessa importante che si fa l’uno nei confronti dell’altro e che esula dalla chiesa, dal comune o da una villa.

Se credi in Dio, credi nell’amore sponsale, credi nel Sacro Vincolo del Matrimoni e sei convinta che “l’uomo non osi separare ciò che Dio unisce”, allora è giusto che sia così e che scopri in questo post come fare il matrimonio in chiesa.

Come fare il matrimonio in chiesa: leggi questo post!

Ora entriamo nel vivo del post, parliamo in maniera pratica e semplice come organizzare il matrimonio in chiesa.

Sicuramente, tra tutti, è il più facile da organizzare.

Dico così perché questo rito non permette molte variazioni e si basa su una liturgia che resta uguale per secoli.

Tu devi fare poco: scegliere le letture, scegliere chi leggerà le letture, scrivere le intenzioni e scegliere le canzoni tra quelle liturgiche. Stop. Per il resto tutto sarà già facile e conosciuto.

Mi permetto di dire che è facile perché è una cosa che tutti conoscono, la più famosa, quello che per la maggior parte delle persone è “matrimonio”.

Se dici alle persone “mi sposo in chiesa” tutti sanno esattamente cosa aspettarsi: le signore sanno che dovranno trovare uno scialle per il loro abito scollato, i signori si chiedono se in zona ci sarà un bar per l’aperitivo in attesa della fine della messa.

Scarica gratis la lista con le cose da fare in chiesa

Prima di continuare puoi avere la lista che ho preparato per non dimenticare le cose da fare.

La lista che ti dice come fare il matrimonio in chiesa è complementare alla checklist del matrimonio. Si integra ed è bene utilizzarla solo sotto data, per controllare che tutto è stato davvero fatto.

La checklist gratis che ti serve per avere tutto sotto mano quando inizi ad organizzare la puoi scaricare gratis iscrivendoti alla Newsletter.

La checklist dedicata al matrimonio in chiesa, invece, la puoi avere gratis accedendo al gruppo riservato alle spose di Colorato di Pink. Ti aspetto nel Ghetto del Taffetà.

Scegliere la chiesa (e a volte il celebrante)

Ovviamente, come prima cosa, devi scegliere la chiesa.

Di solito è bene scegliere la chiesa che si frequenta abitualmente: il matrimonio è l’unione di due persone nel nome del Signore, la costituzione di una nuova famiglia che entra a far parte della vita della comunità ecclesiastica.

Quindi sarebbe logico farla nella chiesa di appartenenza di uno dei due o comunque in quella che si frequenta abitualmente.

Poi mi rendo conto che questo avviene pochissime volte o che la propria parrocchia resta distante dal luogo della festa e quindi, per comodità, ci si sposa in una parrocchia vicino alla Villa scelta per i festeggiamenti.

In quel caso, prima di prenotare, chiedi sempre al parroco che la gestisce se ci sono problemi. Infatti la celebrazione deve essere autorizzata con un nulla osta delle rispettive parrocchie.

Tranquilla, è più complicato da scrivere che da fare.

Scegli una chiesa, vai dal parroco e chiedi informazioni.

Controlla più volte la data

Questa è una cosa fondamentale da fare. La chiesa non è una struttura per matrimoni e il parroco non ha come unico lavoro la gestione degli eventi come un normale ristorante.

Spesso i parroci prendono appuntamenti e segnano matrimoni su foglietti, perché non sono alla scrivania. E si dimenticano di aggiornare l’agenda. Quindi sbagliano gli orari, sbagliano le date, prendono due matrimoni nella stessa data.

Mi piacerebbe dirti che non capita mai, ma capita fin troppo spesso ed è mio dovere metterti in allerta.

Quindi puoi chiedere disponibilità al telefono, poi però passa a controllare direttamente che la data e l’ora siano segnati correttamente.

Il corso prematrimoniale è obbligatorio

Una volta decisa la data, devi cominciare il corso prematrimoniale.

Puoi farlo ovunque, non per forza nella parrocchia più vicina a te, quella in cui abitate o vi sposate.

Ogni parrocchia è totalmente autonoma e lo fa in orari/giorni e con modalità diverse. Quindi cercate quello più comodo per voi.

Se abitate lontani, potete anche farlo separatamente in due parrocchie diverse. Sì, vale lo stesso.

Al termine del corso vi lasciano un attestato da portare, insieme a tutti gli altri documenti, alla parrocchia in cui vi sposate. Non ti fare crucci: questa parte viene spiegata bene al corso prematrimoniale e sarà il prete stesso a dirvi quali documenti servono e quando portarli.

So che il corso prematrimoniale viene presentato come qualcosa di palloso, in realtà spesso è organizzato bene e diventa una buona occasione per riflettere su voi, sulla vostra coppia e sul senso del matrimonio.

Cose che non puoi fare

In questo post ti ho dato alcuni consigli su come fare il matrimonio in chiesa, però avrai anche un sacco di limitazioni.

La chiesa, infatti, non è famosa per la propria elasticità. Anzi, ti troverai spesso a dover rinunciare a quello che ti piaceva perché il parroco non è particolarmente disponibile a variazione sul tema.

Ti faccio un elenco di cose che ti potrebbero venire vietate, così sei pronta.

Ma devi tenere a mente una cosa importante: la chiesa è gestita dal parroco e le regole che fa sono assolutamente insindacabili. 

In chiesa potrebbe venirti vietato (elenco a titolo esemplificativo non esaustivo):

  • Lancio dei coriandoli o del riso o di petali finti
  • Mettere troppi addobbi in chiesa
  • Portare via gli addobbi sull’altare 
  • Non portare via gli addobbi sull’altare
  • Vietare gli addobbi in alcune parti della chiesa (es: panche)
  • Chiedere di addobbare determinate parti della chiesa (es: altare alla Madonna, al santo patrono)
  • Musiche cantate in inglese o in latino
  • Chiedere di scegliere musiche solo della Liturgia
  • Canti non religiosi (l’Ave Maria di Gounod e l’Halleluja di Cohen NON SONO musiche religiose)
  • Arrivare in ritardo
  • Arrivare molto in ritardo
  • Presentarsi con un abito troppo scollato

Non dimenticare il coordinamento del matrimonio

Il matrimonio in chiesa è il più facile da organizzare, come dicevo all’inizio del post, perché è una liturgia sempre uguale.

Il tuo impegno è davvero minimo e si limita a una lieve personalizzazione di un rito millenario.

Questo, però, non deve sminuire la situazione. Il momento è il più emozionante e affidarti al caso è un rischio.

Vuoi azzerare ogni rischio, ogni ansia che qualcosa vada storto, ogni preoccupazione in merito?

Vuoi essere certa che il corteo inizi al momento giusto, che la marcia venga suonata quando tu stai entrando, che il fotografo sia pronto a scattare?

Vuoi essere certa di entrare con lo strascico a posto, il velo sistemato, il bouquet alla giusta altezza, con tutti i testimoni con la bottoniera e le testimoni con i braccialetti?

Vuoi non dovertene preoccupare in prima persona, ma solo goderti l’emozione del momento?

Ti basta cliccare qui per scoprire di cosa sto parlando e assicurarti il miglior servizio per un matrimonio religioso emozionante e indimenticabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *