Wedding Outfit: i 5 look che sfoggeranno le invitate

Ho aperto I Matrimoni di Pink, ora Colorato di Pink, da più di 4 anni, ma studio e curioso nel mondo wedding da almeno 10 anni… certe cose, anche se passano gli anni e le stagioni, però, non cambiano mai.

Nonostante i numerosi post scritti da guru del settore, oltre che da me qui nel blog, sull’outfit e sul galateo per le invitate, ci sono sempre almeno 5 outfit che ricorrono.

Wedding Outfit: i 5 look che sfoggeranno le invitate

1.L’invitata vestita di bianco

Lo dice il galateo e, ormai, dovrebbe essere un’informazione appresa da tutti: ad un matrimonio il bianco è il colore riservato alla sposa, l’unica che può permettersi di indossare un outfit total white.
Purtroppo c’è sempre qualche invitata che se lo dimentica. Sarà che il bianco è il colore estivo per eccellenza e che trovare un abito bianco è piuttosto facile… ma resta una pessima abitudine.

Il consiglio della wedding planner: tenete il bianco come colore principale se proprio vi fa stare bene, ma aggiungete un tocco di colore. D’estate si trovano tanti abiti di fondo bianco con dei disegni geometrici o stampe floreali colorati. E date libero sfogo agli accessori… col bianco sta bene ogni colore!
Il 2016 è l’anno del giallo!

outfit per il matrimonio

2. L’invitata vestita di nero

Di contro abbiamo il total black. Colei che ha preso Coco e Audrey come modelli, che non si separa mai dal tubino nero, che ha un solo colore nell’armadio perchè è risaputo che il nero sfina ed è sempre elegante.
Potrebbe anche passare se non avesse scelto la monocromia anche negli accessori, al limite di ottenere un effetto più funereo che festaiolo.
Sicuramente un po’ meglio del bianco, il nero è però un colore riservato ai funerali. Anche gli uomini dovrebbero evitare l’abito nero, in favore di uno grigio o blu, così le signore.

Il consiglio della wedding planner: se proprio hai scelto di vestire di scuro perchè i colori sgargianti non fanno per te, scegli un blu notte o un blu navy… sarai perfetta e sicuramente a tuo agio!

 

3. L’invitata che non ha capito di essere ad un matrimonio

Il galateo lo dice chiaro e tondo, ma ormai dovrebbe essere risaputo: la partecipazione ad un matrimonio richiede che si rispettino alcune regole ferree e l’abbigliamento rientra in queste regole.
Oltre a indossare i colori sbagliati, si scelgono anche abiti sbagliati… eccezione che vede coinvolti soprattutto gli uomini. Con la scusa del caldo e del voler stare comodi, gli scivoloni di stile sono davvero alti e così si indossano capi troppo sportivi, outfit più adatti ad una spiaggia che ad un ricevimento.

Il consiglio della wedding planner: gli abiti eleganti non fanno per te ma sei invitata al matrimonio (anche se la coppia non è tra i tuoi più cari amici), ti tocca dover uscire dalla zona comfort e abbandonare tuta e jeans.
C’è un trucco a cui puoi rivolgerti … fai shopping nell’armadio di una tua amica o di tua sorella. Porta l’abito che scegli di indossare e fatti prestare da qualcuno gli accessori giusti: anche una semplice jumpsuite comoda e fresca può diventare preziosa con le giuste scarpe e una bella collana. Basta chiedere l’aiuto di qualcuno con un occhio diverso dal tuo.

 

4. L’invitata appena uscita dall’ufficio

La scusa è che sono sempre di più i matrimoni infrasettimanali, oppure si pecca di stakanovismo prima delle ferie, oppure si pensa che l’eleganza sia in un solo modo, fatto sta che l’invitata con il tailleur da ufficio è una garanzia. Gonna nera e giacca abbinata, quando va bene la si trova in un colore grigio con camicetta colorata… ma si vede che taglio e fattura non sono per una cerimonia.

Il consiglio della wedding planner: per evitare di dover rifare il guardaroba o comprare qualcosa che poi si sa non indossare più, si può variare sempre sugli accessori. La gonna da ufficio è perfetta, ma ci abbinerei una camicia allegra, colorata, particolare e una scarpa altrettanto strana.
Oppure usare la giacca del tailleur da portare con le maniche risvoltate o raccolte su un abito lungo… per spezzare l’effetto monotonia.tubino nero matrimonio

 

5. L’invitata convinta di essere alla prima teatrale

Chi nulla e chi troppo, le invitate passano da un eccesso all’altro e tra il tailleur e il vestito da spiaggia… spicca anche lei, l’invitata convinta di andare alla prima della scala: abito lungo, molto decorato, decisamente sfarzoso e vistoso. Accessori importanti, sandalo e pochette gioiello non possono mancare.
L’insieme è anche molto bello e azzeccato, ma nell’agriturismo in cui gli sposi hanno scelto di festeggiare temo si senta un po’ a disagio.

Il consiglio della wedding planner: tenere conto del tono del matrimonio è importante, ma altrettanto importante è sentirsi a proprio agio. E questa volta non ho davvero nulla da obiettare se ti senti a tuo agio e bellissima. Vero che forse potresti essere troppo vistosa, ma una donna non è mai troppo elegante!
Al massimo segui il consiglio di Coco Chanel (che ci capiva qualcosa!): “prima di uscire di casa, guardati allo specchio e togli qualcosa”

[Leggi anche] Invitata ad un matrimonio: le cose da sapere

[Leggi anche] Invitata al matrimonio: cosa indosserai

Credit ph. degli outfit: Bantoa.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *