Gli hobby della wedding planner

Buon lunedì.
Come va? Ti sei riposata questo weekend oppure hai già iniziato i primi giri per il matrimonio?

Di solito i weekend i ottobre e novembre sono dedicati alla ricerca della location giusta… una parte divertente ma anche molto complicata.
Finisce che “o ci si innamora a prima vista” o la si sceglie in base a freddi calcoli tecnici basati su budget/disponibilità/distanza dal luogo della cerimonia.

Ti consolerà sapere che dopo questa parte molto divertente e, contemporaneamente, complicata, ne arriva una ancora più bella: la scelta di tutti i dettagli e dei relativi fornitori.

Sai bene quanto io sia contro le time-line rigide, quelle che ti dicono cosa fare quanti mesi prima. Le trovo inutili: se confermi prima la fiorista e solo dopo il fotografo, che male c’è?

Leggi anche: To-do list del matrimonio

Preferisco dividere l’organizzazione in fasi:
Fase 1: ricerca della location, del luogo della cerimonia, quindi della data e dell’ora
(senza questi dati non puoi prenotare i fornitori perchè non saprebbero farti il preventivo corretto e non potresti nemmeno pensare alle partecipazioni)
Fase 2: decisione allestimenti e stile del matrimonio, ricerca e scelta dei fornitori.
(prenota prima quelli a cui tieni di più, soprattutto se la data scelta cade in un sabato di giugno o luglio)
Fase 3: inizio del coordinamento.

Per l’ultima fase, esiste il servizio del coordinamento offerto da Colorato Di Pink.
Sai bene che stai leggendo il blog della migliore coordinatrice presente sul mercato… e se non lo sai, leggi qui sotto!

Leggi anche: Matrimonio fai da te? No coordinatore? Ahi ahi ahi..

Il coordinamento puoi prenotarlo molti mesi prima (esempio della fase 2), mi tieni aggiornata su tutti i preparativi, quindi puoi anche sfruttare il servizio di consulenza, e io subentro solo nella fase 3, cioè circa due mesi prima del matrimonio quando le cose si fanno davvero complicate: bisogna pensare a tante cose… a te lascio gestire i tuoi invitati e alcune scadenze, a gestire e trattare con i fornitori ci penso io.

Per non perderti nulla, comunque, ti regalo un altro consiglio. Qualche tempo fa ho preparato un post con alcune indicazioni sui migliori organizer disponibili per tenere traccia dell’organizzazione del tuo matrimonio.

Se te lo fossi perso, eccolo qui sotto.
Leggi anche: Gli organizer per il tuo matrimonio

Premesso che sono una che vive tra agende e planner, sia per necessità che per deformazione, tenere traccia delle cose già fatte è sempre utile.
Soprattutto se hai scelto un matrimonio fai da te.
Non solo perchè ti stai divertendo un mondo ad organizzarlo (e ti capisco), ma anche dal punto di vista creativo. Sei abbastanza brava, hai abbastanza manualità e quindi ti sei buttata nel DIY – Do It Yourself.

Quando mi accanisco contro il matrimonio fai da te, lo faccio con cognizione di causa.
Ne ho parlato in un post specifico, se te lo sei persa lo puoi leggere qui sotto.

Leggi qui: Matrimonio DIY

Non voglio scoraggiare nessuno, solo metterti davanti la cruda verità. Che poi è la parte brutta del lavoro della wedding planner: è vero che noi professioniste lavoriamo per favorire la sposa e i suoi desideri, ma deve essere soprattutto vero che si rende realizzabile solo quello che è effettivamente realizzabile.

Quando ti metti ad organizzare il tuo matrimonio non hai (quasi) mai idea dei costi che sosterrai e di quanto tempo ti porterà via.
Evitare di stressare le persone intorno a te è la scelta sempre migliore!

Sai perchè ti dico che ne parlo con cognizione di causa sulla creatività? Perchè, fondamentalmente, sono una creativa anche io.

Ho un sacco di hobby tutti creativi: ho iniziato con il punto croce, continuato con lo scrapbooking, provato il fimo, la bigiotteria, tornata al ricamo, passata al project life e approdata al knitting.

Gli hobby sono fantastici: ti permettono di staccare la mente, di rilassarti e di essere produttiva allo stesso tempo. Dopo una lunga giornata di lavoro non c’è niente di più bello che tornare a casa e buttarti sul divano facendo qualcosa che ti piace. Devo dire che il knitting, la maglia che facevano le nostre nonne, è la mia nuova attività preferita.
Ci sono vari progetti molto veloci, che danno subito soddisfazione (esempio: cappellini e guanti), altri più lunghi, come sciarpe e maglioni di cui non vedi il risultato fino a più di metà lavoro.

Ma è proprio il ritmo monotono con cui fai le cose che però richiede comunque molta attenzione a liberarti la mente da tutti gli altri pensieri e a non rendere comunque improduttivo il tempo libero.

Il/Lo (articolo?) knitting è davvero una scoperta, che mi sta prendendo quasi quanto tempo fa il punto croce.
Peccato che il tempo libero è sempre meno, ma il poter accantonare il lavoro in qualunque momento senza aver occupato tutta casa, come esempio accade per lo scrabooking, me lo ha fatto preferire di recente.

Sono brava? Sì, io mi sento sempre molto brava. Se penso che non riuscivo nemmeno a fare una riga uniforme e adesso ho già fatto varie creazioni e oggetti, tra cui un maglioncino, cappellini e sciarpe e guanti mi sento brava.
Posso migliorare? Certo, è il bello degli hobby: ogni volta che finisci un progetto ti sembra il più bello e la volta dopo te ne piace un altro ancora e vuoi sempre migliorare, cimentarti in cose nuove, sbagliare e riprovare.

Evviva gli hobby, ne ho tanti e me li tengo tutti stretti!

Comunque, per prenotare il coordinamento o chiacchierare di hobby, scrivimi all’indirizzo email:
claudia@imatrimonidipink.it.

Basta una mail per avere maggior informazioni ed, eventualmente, fissare un caffè insieme per parlare, senza impegno, del tuo matrimonio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *