Matrimonio & Social Network: regole e consigli

Social Network, croce e delizia di ognuno di noi.

Escludendo quelli che non li usano e che rappresentano davvero una parte minima della popolazione, gli altri hanno un rapporto che mi sento di dividere in tre categorie:

– quelli che ci sono ma non postano mai, che le poche volte che si connettono lo usano soprattutto per guardare cosa fanno gli altri;
– quelli che hanno rapporto normale: condividono qualcosa ma se non controllano o aggiornano il profilo ogni tre ore non impazziscono;
– quelli malati, che ci tengono a far sapere sempre a chiunque cosa stanno facendo, dove sono e come la pensano su ogni questione.

Tu in che fazione ti collochi? Sei di quelle che quasi si dimenticano di essere registrate su Facebook oppure passi ore e ore a scegliere la foto più bella, a scattare la composizione flat-lay più interessante da postare quotidianamente su Instagram?

facebook icon colorato di pink Segui Colorato di Pink su Facebook

instagram icon Segui Colorato di Pink su Instagram

Qualunque sia la tua attitudine ai social network, non dimenticare che sono presenti nella vita di tutti noi e, anche se si tratta di un mondo virtuale, è regolamentato da chiare leggi scritte (che nessuno però sa di aver accettato, perchè quando ci iscriviamo lo facciamo in maniera automatica senza leggere nulla) e da leggi di buona educazione e buon senso, proprio come nella vita reale.

Restando nel tema che più mi piace, cioè tutto quello che riguarda il matrimonio e la sua organizzazione, ecco qualche regola di buon senso e di galateo da non dimenticare.

Non dare l’annuncio sui social prima di averlo detto alla maggior parte dei tuoi invitati (e al tuo capo)

La tentazione di postare sui social network la foto del tuo anello qualche minuto dopo aver ricevuto la proposta e ringraziare il tuo futuro marito con una dedica sdolcinata taggandolo su Facebook… fermati!

Ok la foto, ma goditi quel momento. Ringrazialo come si deve in privato, iniziate a parlare dei preparativi e solo dopo pensa a dare notizia a tutti.

Prima di dare la notizia, iscriviti anche alla Newsletter Pink per aiutarti con il budget del matrimonio!

Ma… ti piacerebbe che i primi che lo vengano a sapere siano i conoscenti del mare, quei ragazzi che hai incontrato durante il viaggio in Messico, e non tua madre?

Forse è una di quelle mamme 2.0, che sono iscritte a Facebook e ricevono notizie in tempo reale sull’aggiornamento del tuo stato, ma sono sicura che andare di persona a mostrarle l’anello o chiamarla in diretta sia più carino che leggerlo con un messaggio rivolto a chiunque.

Su Facebook non sai chi ti legge (anche se hai il profilo molto privato, stai attenta) e non è detto che la voce possa circolare ancora prima che tu e lui abbiate deciso la data.

Vietatissimo farlo ancora di più se… vi sposate tra qualche anno. Ti ha dato l’anello quale conferma del suo amore e dell’impegno nei tuoi confronti ma già sapete che per mille motivi non potrete sposarvi prima di settembre 2018 e dunque non avete ancora programmato nulla.

Che senso ha dare a tutti la grande notizia? Io ti consiglio caldamente di aspettare di avere almeno compiuto i primi due passi organizzativi, cioè l’annuncio alle persone a voi più care e la conferma della Sacra Triade (data-luogo della cerimonia-luogo del ricevimento).

Solo dopo questo passo, magari con un bel post in cui ricordi quel momento, puoi dare l’annuncio sui social.

Raccontare nel dettaglio dei preparativi

A nessuno, tranne a me, la tua wedding planner, e forse a tua madre o alla tua migliore amica interessa che tu abbia comprato i confetti più buoni del mondo, che abbia finalmente trovato la bomboniera ideale, che il catering ti offra allo stesso prezzo che sedie Chiavari rispetto alle più banali Thonet.

La maggior parte dei tuoi amici sui social non conoscono la differenza tra una sedia e l’altra (e, prima di iniziare a organizzare il matrimonio, probabilmente nemmeno tu la sapevi), se sono educati ti chiederanno che bomboniera hai scelto ma tu non glielo dirai perchè saranno invitati al matrimonio e sarà una sorpresa.

Non mi sembra proprio carino nei confronti di nessuno.

Un po’ di mistero piace sempre, soprattutto ai tuoi invitati. Raccontare tutto subito non è carino anche per un altro motivo: crei troppa aspettativa e il rischio di deludere i tuoi invitati e quindi di avere feedback negativi è maggiore. Promettere la fontana di cioccolato e poi, al massimo, avere una fonduta che diventa dura appena si spegne il fornellino, non gioca a tuo favore.

Postare foto delle prove o dei dettagli dell’abito.

Perchè raccontare un momento così privato? E poi, l’abito della sposa deve essere un segreto.

Ti concedo di taggarti nell’atelier famoso insieme alle tue testimoni, così per far sapere che stai vivendo un momento magico e molto suggestivo, ma le foto che ti faranno dovranno restare tassativamente private.

Leggi anche: Cosa ti devi aspettare dal primo appuntamento in Atelier

Non sei Melissa Satta o Martina Stella che hanno postato per mesi le foto dei provini, degli schizzi del modello e del ritiro in atelier: loro lo fanno sia per marketing, perchè Aimee ha regalato l’abito alla Satta -abito che le stava male, tra l’altro- sia per tenere viva l’attenzione su di loro, ma stiamo parlando di donne che vivono della loro immagine.

Fare il countdown

A cosa serve? Farti venire ansia? E’ un gioco con la tua testimone? Ok… ma ogni giorno scrivere quanti giorni mancano al matrimonio è davvero molto brutto e abbastanza antipatico per chi ti legge.

Se proprio non puoi farne a meno, è tollerato occasionalmente, magari quando le cifre si fanno tonde: a -100, a -50 e così via…

I Selfie il giorno del matrimonio

Finalmente è arrivato il giorno del matrimonio, stai andando dalla parrucchiera per l’acconciatura e per il trucco e… ti fai un selfie.

E’ necessario? NO!

E non è questione di tradizioni, sai che sono la prima pronta a rompere le tradizioni e alcuni schemi, lo trovo proprio “inutile”. Goditi la giornata, rilassati e in quel giorno il cellulare serve solo per leggere i messaggi di auguri e per motivi organizzativi, cioè interagire con me, la tua wedding planner.

Nemmeno dopo che siete sposati dovete pensare al cellulare.

Inoltre, potrete anche chiedere ai vostri invitati di non postare foto on line.
Il rispetto della privacy, oggi sempre più dimenticata, in giorni così importanti deve tornare invece fondamentale. Le foto del matrimonio possono essere postate, con calma, nei giorni successivi.

Il trash delle foto subito appena dopo il Sì, lasciale a Kim Kardashian: lei fa soldi per questo quindi è quasi obbligata a mettersi sempre in vista.

Ricorda: il Matrimonio Unplugged è la vera frontiera contro i social network. Di questo, però, ne parleremo in un prossimo post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *